CLOSING

Cessione Palermo:
quattro paroline magiche

Cessione Palermo: quattro paroline magiche



 

Perché tanto stupore in seguito alle indiscrezioni sulla cessione del Palermo calcio lanciate oggi dal Giornale di Sicilia?

 

Scopriamo che la famosa ma sconosciuta cordata transnazionale - benedetta! - non rileverà l’intero pacchetto azionario del club rosanero, ma una quota vicina al 70%;

che il patron Zamparini non uscirà di scena, ma resterà proprietario per circa il 30% e metterà a disposizione della nuova società la sua esperienza nella veste di consulente dell’area sportiva. Che significa? L’alter ego del direttore sportivo? Un consigliere dei nuovi dirigenti? Chissà.


LEGGI:

CESSIONE PALERMO: BENEDETTA TRANSNAZIONALITÀ


Scopriamo che 10 dei circa 22 milioni di credito verso Alyssa saranno saldati dallo stesso Zamparini, il quale però non dovrà sborsare altri denari per gli oneri gestionali, che saranno presi in carico dalla nuova proprietà, che non ha un nome, ma incassa anche il timbro di Rino Foschi, uno che solitamente non si espone su vicende non riguardanti le proprie competenze. Qualcosa vorrà dire.


LEGGI:

→ CESSIONE PALERMO: COSA CI HA DETTO FOSCHI

→ FOSCHI: «ZAMPARINI CEDERÀ MA RESTERÀ. CHI COMPRA HA FIDUCIA IN LUI»


Scopriamo anche - e qui sì che c’è da stupirsi - che Antonio Ponte è ancora in contatto con il patron rosanero e potrebbe perfino entrare nel nuovo Cda.

A che titolo? Ci vuole uno sforzo non indifferente per immaginarlo nuovo presidente, dal momento che il gruppo acquirente non ha nulla a che fare con gli investimenti che l’imprenditore italo-svizzero avrebbe portato dentro il Palermo. Forse sarà uno dei consiglieri del Cda, forse no.

Lui, per il momento, mantiene il silenzio stampa e non si fa vedere in tribuna.

 

Scopriamo che l’accordo preliminare tra le parti è stato raggiunto e che il prossimo step, quello decisivo, riguarda l’approvazione del bilancio da parte dell’assemblea dei soci, in seguito al parere propedeutico del collegio dei sindaci: se non ci saranno intoppi, potrebbe scattare il countdown per il closing.


LEGGI:

GDS: SI ATTENDE IL CLOSING. ANCHE PONTE NELL'ACCORDO


Ciò che non scopriamo oggi, e che anche questo giornale a più riprese ha sostenuto, è che la volontà del patron Zamparini non è mai stata davvero quella di cedere la totalità del Palermo calcio. Ancor di più adesso che la squadra dà l’impressione di poter conquistare la Serie A senza passare dai play-off.

In merito alla cessione del club, non esistono dichiarazioni di Zamparini prive delle quattro paroline magiche che sono ormai un mantra, un must, una conditio sine qua non: garanzie-per-il-futuro.

Per il futuro di chi? Del Palermo o del patron?

Con nuovi capitali dentro, non è detto che le due cose non possano coincidere.






7 commenti

  1. Rubini 6 giorni fa

    @Salvatore. Hai dimenticato di aggiungere che questo era il tuo ultimo commento ahahahahah

  2. Salvatore 7 giorni fa

    4 paroline magiche? Eccole: mai più allo stadio. Questa cessione, come le altre, non si farà. Sarebbe saggio, oltre lo stadio disertare anche tutto ciò che ancora parla di questa farsa della cessione, siti a ti te rosanero compresi.

  3. rosario 7 giorni fa

    Sappiamo tutti che ormai e indifendibile ed è chiaro che un futuro con lui anche con l' 1% non ce lo vedo anzi spero di leggere che cede tutta la proprietà e si dedica all'agricoltura francamente non me ne frega nulla.

  4. rosario 7 giorni fa

    Apprezzo Manuel Mannino e lo leggo con piacere però non ho dubbi a dire che questa operazione fa bene a zampa rispetto al Palermo. Del resto non prendiamoci in giro al tifoso che zampa ha fatto 100 milioni di plusvalenze non gliene frega un cavolo al tifoso interessa solo la palla, il calcio giocato, chi lo criticava quando comprava cavani e dopo lo rivendeva oppure amauri ceduto alla juve io no e direi la maggior parte dei tifosi del resto le plusvalenze le fanno anche lotito , cairo e preziosi con la differenza che almeno una squadra dignitosa te la presentano con questo non voglio difende

  5. Funk 7 giorni fa

    Il Palermo o la zampatascese fate voi se non va in A lo o la farà fallire mi spiace che ancora c'è gente che crede a questo spirito immondo inclusi giornalisti perché non tutti siamo koioni da credere che un gruppo che acquista la maggioranza di un club di calcio possa fidarsi di un soggetto che ha fatto fallire il Venezia e portato il Palermo in tribunale x possibile fallimento riciclaggio trasferimento di capitali all'estero etc etc il tutto possa essere credibile, conclusione mi meraviglio come questa città si sia ridotta cosi da essere presa x i fondelli imperterrito da questo spirito immo

  6. Isatacuracaticachi 7 giorni fa

    @Tifoso Vero capisco che ormai qualsiasi cosa si dica sembra contro, ma questo articolo mi pare abbastanza positivo...anche nei confronti dell'ormai odiato/odioso Zamparini FORZA PALERMO

  7. tifoso vero 7 giorni fa

    e quindi?...dov'e' il problema?...tu al suo posto faresti diversamente?...mmm...non credo!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *