TRATTATIVA

Cessione Palermo: pronta
l'offerta di York Capital

Cessione Palermo: pronta l'offerta di York Capital



 

York Capital e Palermo si avvicinano, l'edizione odierna del Giornale di Sicilia racconta come il fondo americano abbia un'offerta pronta da formulare per acquistare il club rosanero. Benedetto Giardina rivela che mancano solo i contratti da firmare che sarebbero quasi pronti.

 

La cessione del Palermo, a questo punto, è slegata dall'esito del campionato e York avrebbe un piano A in caso di promozione e un piano B se le cose non dovessero andare bene per Stellone. La trattativa si dovrebbe chiudere in tempo per le scadenze della Covisoc: «Le parti sarebbero già al lavoro per abbozzare un preliminare d’intesa per l’ingresso di York nel Palermo» si legge. Il fondo statunitense metterà circa 2 milioni e una seconda tranche entro il 30 giugno per un totale di 4 milioni, soldi che sarebbero necessari per le gestione della società.

 

Per quanto riguarda i debiti York Capital è a conoscenza della cifra da sborsare in quanto il fondo è in contatto con il club da febbraio con Sport Capital Group, quindi nei prossimi giorni ci sarà un'offerta ufficiale che Foschi e De Angeli sarebbero pronti ad accettare perché il costo della società sarà quello dei famosi dieci euro. L'articolo si conclude con delle strade aperte anche per altri interlocutori, ma York Capital ha una corsia preferenziale e i giochi potrebbero concludersi molto presto.

 

La conferma dell'accordo vicino arriva anche dalla Gazzetta dello Sport, con Fabrizio Vitale, che scrive come i legali delle parti starebbero lavorando da una settimana sulla stesura della bozza d'accordo.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

Volata per la A: calendari a confronto

 

 

Zamparini, rito immediato Accolta richiesta della procura

 

 

Il prosecco, la legge di Murphy e i due sogni rosanero






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *