PROVA DI FORZA

Il Palermo ritrova Falletti:
primo gol e una gioia spezzata

Il Palermo ritrova Falletti: primo gol e una gioia spezzata



La gioia del suo primo gol in maglia rosanero spezzata dal ricordo della madre recentemente andata in cielo. Quasi certamente è andato lassù il pensiero di César Falletti, autore di una rete di pregevole fattura che ha aperto le marcature contro il Carpi e ha dato inizio al dominio della squadra rosanero al "Cabassi".

 

«La magia è coincisa con la sua prima volta con il Palermo, un mix di tecnica ed emozioni per Cesar Falletti, dal gioco di gambe con cui si è aperto la strada per il diagonale vincente, all’esultanza appena accennata perché il pensiero sarà andato alla mamma, scomparsa da poco»: Fabrizio Vitale, nel suo articolo per la Gazzetta dello Sport, parla proprio di questa gioia quasi strozzata per la perdita della madre, ex giocatrice in Uruguay e colei che ha iniziato il figlio verso il mondo del pallone, ma quel gol, il primo con la maglia del Palermo in nove partite, probabilmente era aspettato e voluto dal trequartista rosanero proprio per poter sfogare un dolore così tanto recente e lancinante. 

 

Con la vittoria di ieri la squadra rosanero ha guadagnato, approfittando dei passi falsi di Verona e Pescara e in attesa del match rinviato fra Benevento e Spezia, il secondo posto della classifica di Serie B ed il merito va anche a Falletti che è stato capace di sbloccare il risultato con un diagonale rasoterra dopo un bel dribbling in area a saltare l'avversario. Partito in coppia con Trajkovski nel doppio trequartista voluto dall'ex allenatore Tedino, con l'arrivo di Stellone e la predilezione del tecnico romano delle due punte è iniziata la staffetta con il macedone per l'unico slot disponibile sulla trequarti. L'uruguagio ieri sera ha approfittato dell'assenza proprio di Trajkovski a causa del cartellino rosso rimediato contro il Venezia facendo un'ottima partita sia in fase offensiva a supporto di Moreo e Nestorovski ma anche ripiegando, pressando ed aiutando Jajalo e Haas a centrocampo. 

 

Prova di forza importante da parte di tutta la compagine rosanero, che anche sopra di tre reti ha continuato a lottare spinto dalle urla di Stellone che chiedeva di continuare ad attaccare e di tenere alta la concentrazione. Crotone, Lecce, Venezia e Carpi: sono dieci i punti raccolti in quattro partite dai rosa nella nuova gestione fatta di turnover, "garra" e vincere come mantra assoluto. E anche César Falletti, qualora dovesse confermare gli ottimi numeri di 7 gol e 9 assist raggiunti due anni fa con la maglia della Ternana, può dare un grande contributo alla causa Serie A del Palermo






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *