Carpi, la bestia nera del Palermo: rosa mai vittoriosi - Forza Palermo Calcio Giornale
I PRECEDENTI

Carpi, la bestia nera del
Palermo: rosa mai vittoriosi

Carpi, la bestia nera del Palermo: rosa mai vittoriosi



Neanche il tempo per digerire la sconfitta contro il Novara che il Palermo deve scendere nuovamente in campo domani sera a Carpi per una sfida delicata, proprio in virtù del risultato negativo dei rosanero. Riscattarsi al "Cabassi" però non sarà affatto semplice.

 

Cascio: «Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco»

 

Nell'ultima stagione in B i rosanero di Giuseppe Iachini persero per 1-0 a Carpi prima di Natale grazie al rigore di Memushaj. Fu una partita seguita dalle polemiche per l'arbitraggio di Candussio che concesse quel rigore con espulsione di Daprelà e, successivamente, espelle anche Milanovic facendo terminare il match ai rosanero in nove uomini. Il Carpi non portò bene neanche al "Barbera" nella partita di ritorno quando gli emiliani si imposero per 1-2 con i gol di Mbakogu, sempre su rigore, e Pasciuti. A nulla servì il gol di Bolzoni, anche perché, poco prima, Dybala sbagliò un calcio di rigore. Quella sconfitta non fece, però, male dato che i rosaneroerano stati promossi in Serie A con largo anticipo. 

 

Nell'anno dopo, in Serie A, il Palermo non riuscì a vincere neanche in entrambe le partite. Palermo e Carpi si incontrarono alla terza giornata, i rosa venivano da due vittorie ed erano a punteggio pieno, ma furono fermati dalla squadra di Castori in un 2-2 spettacolare con il vantaggio iniziale di Hiljemark (alla sua prima da titolare) pareggiata subito da Mbakogu. Il Carpi andò addirittura in vantaggio con Borriello, ma quasi al novantesimo Djurdjevic pareggiò i conti. Al ritorno, al "Braglia" di Modena, i rosanero si fecero rimontare lo 0-1 di Gilardino da Mancosu su rigore. Fortunatamente, in quella stagione il Palermo si salvò all'ultima giornata proprio a discapito del Carpi che fu una spina nel fianco fino alla fine.

 

Tedino: «Contro il Novara la colpa è stata soltanto mia»

 

Domani, al Palermo di Tedino, spetta una partita piena di insidie. Una su tutte, i calci di rigore, negli ultimi quattro precedenti sono stati concessi al Carpi tre rigori. Gli ultimi risultati confermano che la squadra allenata ora da Calabro si può considerare una vera e propria bestia nera del Palermo. 






4 commenti

  1. Marcello Ln 23/10/2017

    Ciao ragazzi, scusate la mia assenza di questi ultimi giorni, dopo la sconfitta di sabato stavo molto male, ed ero addolorato anche per il mio Presidente Zamparini. Ho dovuto consultare il mio pissichiatro che mi ha ordinato di non commentare per non farmi acchianare la pressione, mi ha fatto prendere 7 clmpresse di ansiolitici al giorno e tre di sonnifero, ero tutto attummuliato, avrei potuto scrivere frasi sconclusionate... al solito, pensano alcuni amici ironici. Ora sono lucido: stasera vinciamo 5-0, per la gioia del nostro Presidente

  2. Federico Aiello 23/10/2017

    Portiere Pomini assolutamente

  3. Blackmamba 23/10/2017

    Credo assisteremo a un catenaccio con qualche ripartenza alla Tedino Zio Fester per la serie tentiamo di non farci cacciare dall'indagato, tutta roba che tra presidente, giocatori e allenatore, tutto è tranne che calcio ma un viviamo alla giornata. UNO SQUALLORE. Riguardo Cascio è soltanto una delusione fin da quando se fatto prendere a insulti come un poveraccio senza dire una parola e adesso più che un acquirente mi sembra un complice. Brutto a dirsi e a sentirsi ma a parte la procura, per liberarci di questo indegno individuo bisogna restare in B.

  4. max rosanero 23/10/2017

    domani altra sconfitta.2-1 per il carpi.mercoledi arriva reja.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *