Caos Serie B, Tommasi: «Sbagliato rendere esecutiva sentenza TFN» - Forza Palermo Calcio Giornale
SERIE B

Caos Serie B, Tommasi: Sbagliato
rendere esecutiva sentenza TFN

Caos Serie B, Tommasi: «Sbagliato rendere esecutiva sentenza TFN»

 

Sulla complicata questione in Serie B è intervenuto anche Damiano Tommasi, presidente dell'Aic, per dare voce ai calciatori. Tommasi è stato ospite al centro sportivo del Venezia e ha potuto parlare con i giocatori e a Triveneto Goal ha detto:

 

«Secondo noi è stato sbagliato e affrettato rendere esecutiva la sentenza di primo grado senza attendere il verdetto di secondo grado sul caso Palermo. Si sarebbe evitata tutta questa situazione, che fa male al calcio e rende difficile giocare uno spareggio in condizioni normali - ha detto Tommasi -. Parole Gravina? I toni e i contenuti mi sembrano sbagliati, i giocatori tutelano i loro diritti come tutti i lavoratori. Oggi abbiamo incontrato i calciatori del Venezia e c’è stata una videoconferenza con quelli della Salernitana. Il Venezia ha deciso di intraprendere la strada del ricorso al TAR del Lazio e vediamo cosa accadrà. Di sicuro non ci sono i presupposti perché si possano disputare i playout in condizioni normali».






2 commenti

  1. rosapersempre 84 giorni fa

    Ma il Venezia ricorre al TAR avverso cosa ? Se è contro la LEga o il Coni OK ma se è contro la sentenza della Corte d'appello, se il TAR accoglie il ricorso siamo di nuovo in C. Approfondite per favore

  2. Cittadino 84 giorni fa

    La decisione del C.D. della Lega B ha deciso all'UNANIMITA'. Non mi risulta che il Presidente della Salernitana, Mezzaroma, abbia eccepito qualcosa in merito ... Forse farebbe meglio a tacere. Quella decisiona l'ha presa perché conveniva alla sua Società ... Adesso si è rotto il vaso? Peccato (per lui), ma non gli resta da far altro che raccogliere i cocci e cercare di salvarsi SUL CAMPO ... Dove era ed è giusto che la contesa dia un verdetto finale.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *