PAROLA FINE

Caos ripescaggi, tra udienze
e discussioni: la giornata

Caos ripescaggi tra udienze e discussioni: la giornata



 

Oggi la Serie B conoscerà il format definitivo per questa stagione. Diciannove o ventidue squadre, il Collegio di Garanzia del Coni emetterà dopo le 19 la sentenza. La giornata si è aperta alle 12 con l'inizio della discussione tra gli organi competenti sui ricorsi presentati contro il commissario straordinario della Figc Fabbricini per avere deliberato il format della B a diciannove squadre senza il consenso dei trequarti del consiglio federale, dopo che lo stesso Fabbricini ha ricevuto una denuncia ieri da parte del Catania per abuso d'ufficio. 

 

Tra una discussione e l'altra ci sono stati dei commenti dei diretti interessati come il presidente della Lega B Mauro Balata, che si è definito fiducioso per l'esito della giornata e del lavoro svolto nel corso di quest'estate. Con lui si sono schierate delle società di B come lo Spezia, che appoggia la posizione di restare a diciannove squadre al contrario di società come il Catania, che è disposto a tutto per far valere i ripescaggi.

 

Terminate le udienze, sentenza attesa dopo le 19

 

Alle 13:30 circa è iniziata l'udienza dei club interessati, che attraverso i propri legali hanno esposto le proprie tesi a favore del ripescaggio. La questione riguarda anche la LegaPro, varie squadre dilettanti sperano nella promozione in LegaPro come il Bari, il Come, il Prato e il Messina. Con un eventuale ripescaggio si riaprirebbe il calciomercato per le squadre coinvolte, che avrebbero una decina di giorni per completare le rose, mentre la Serie B rifarebbe il calendario dalla quarta giornata intrecciando gli incontri delle ripescate per le prime tre giornate. 

 

Dopo un'ora la palla è passata ai legali della Lega e della Figc che hanno spiegato come non ci fossero gli estremi per un campionato a ventidue squadre. L'udienza si è conclusa con la controdeduzione del Catania. Alle 15:30 è iniziata l'ultima udienza, quella dei criteri del ripescaggio. Infatti, le squadre interessate sono diverse, ma c'è posto per tre. Al momento gli scenari sono due: il Siena con Novara e Catania in Serie B o il Siena con Ternana e Pro Vercelli. Restano a guardare Virtus Entella e Avellino, che avranno altre udienze nei prossimi giorni per questioni diverse. 

 

La decisione finale è attesa dopo le 19 quando il Collegio di Garanzia del Coni si pronuncerà definitivamente mettendo la parole fine a questa lunga telenovela durata più a lungo del previsto.

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *