Caos Palermo, parla il sindaco Orlando - Forza Palermo Calcio Giornale
PARLA IL SINDACO II PARTE

Caos Palermo, parla
il sindaco Orlando

Caos Palermo, parla il sindaco Orlando



Di seguito la seconda parte della conferenza stampa del sindaco di Palermo Leoluca Orlando sul caos che ha interessato la società rosanero negli ultimi giorni.

 

<<Giorno 8 si definirà la posizione formale.

Dalle notizie che ho avuto, confermate da Balata e Gravina, la società non ha adempiuto alle regole per l'iscrizione alla serie B. Mi auguro che questa situazione si risolva.

Farò in modo che vengano rispettati i diritti della società.

Il mio ufficio, senza nessun problema, ha assegnato senza problemi l'utilizzo del Barbera>>.

Lo stadio rimane dell'amministrazione comunale e adotterà, quando ci saranno le condizioni, le giuste mosse per l'assegnazione dello stadio>>.

 

Sul futuro.

<<Le notizie che mi sono giunte dagli organi nazionali non sono buone. Se dovesse essere cancellato il Palermo calcio, si attiverà la seguente norma: consentire alla città di Palermo di gestire una società in Serie D.

Ritengo sia il mio dovere salvare il salvabile, non appena sarà possibile, poiché al momento la cancellazione non è ufficiale.

Farò pervenire un'istanza per individuare una società che potrà guidare la società. Il Bari ha vissuto un'esperienza simile>>.

 

Continua il primo cittadino…

<<Ancora non si sa se sarà liquidazione o fallimento. A me interessa far sì che ci sia il calcio a Palermo. La città di Palermo procederà all'individuazione di nuovi acquirenti attraverso un bando pubblico.

Provvederò con queste norme con i vari membri del consiglio comunale. Mi muoverò per evitare spiacevoli incidenti.

Provvederò a formare una commissione dal livello etico e morale alto.

È chiaro che questo avviso chiederà un progetto triennale. Per passare dalla serie D alla serie C e anche alla B>>.

 

E ancora...

<<Credo che qualsiasi commento da parte mia sarebbe superfluo. È una situazione surreale.

È evidente che laddove si chiuderà questa vicenda l'amministrazione si muoverà. Accetteremo delle forme formali giuste.

Organizzerò una conferenza stampa per chiarire le condizioni che proporrò per i futuri soci.

Il soggetto che presenterà la domanda dovrà avere i requisiti di onorabilità

Seguirò, come voi, con attenzione gli sviluppi della società

Credo che ci sia una grande attenzione da parte di Federazione e Lega.

La cosa colpisce, poiché la nostra città registra ottimi risultati a livello sportivo, dalla Pallavolo alla scherma, alla mezza maratona.

Che il calcio, che è lo sport principe, stia subendo questa cosa non è bene>>.

 

Analogie con 23 anni fa?

<<Beh devo dire che anni fa si arrivò ad un'iscrizione del Palermo in C2. C'era Petrucci. Oggi la C2 non esiste più.

La D corrisponde ai dilettanti, sarebbe bello avere la C2 ma non c'è più.

Insieme con gli organi del calcio faremo ogni mossa possibile>>.

 

Contatti con Ferrero o Mirri?

<<Se dovessi comunicarvi tutti gli SMS che ho ricevuto non basterebbe una conferenza stampa. Mi sono rifiutato di parlare con tutti nei mesi passati e continuerò a farlo adesso.

Provvederò a dare un incarico morale a soggetti che avranno il consenso di tutti.

Siamo in una situazione che non ci permette di muoverci. Direbbero i greci è un periodo ipotetico di quarto tipo>>.

 

Su Mirri e Ferrero.

<<Sì, ho sentito Mirri e ho avuto chiamata di Ferrero. Ad entrambi ho detto che aspetto di seguire le norme.

Io vorrei che finisse il tempo delle streghe, degli sceicchi e dei finti imprenditori>>.

 

Sui Dipendenti.

<<È chiaro che quando faremo il bando chiederemo garanzia per coloro che lavoravano all'interno della società>>.

 

Tifosi?

<<Siamo tutti vittime incolpevoli di una condizione surreale. Paradossalmente, la grande attività di questa città, è stata un'attività di streghe e imprenditori dal volto coperto>>.

 

Sullo stadio.

<<Io devo rispondere sui fatti. La concessione dello stadio è la conseguenza di quella sentenza. Senza la disponibilità del campo la società non poteva esprimersi.

Data la concessione su atti formali. Cosa sia successo in queste 48 ore è incredibile.

Avremo il tempo di capire ciò che è successo.

Questa è una beffa anche per quella Lega che aveva dato credito a questa proprietà.

Chi dovrebbe dare notizie deve essere la società e il suo presidente Albanese mi ha comunicato che aveva convocato il Cda>>.

 

Se si sono fatte avanti le altre realtà calcistiche cittadine?

<<Le posso anticipare che seguirò un criterio molto trasparente.

Seguiremo un criterio rigorosamente formale.

Ho parlato con Gravina che mi ha confermato che la Lega assisterà il più possibile, anche a livello legale, la città di Palermo>>.

 

Sulla procedura da seguire.

<<Insisto a dire che farò una conferenza stampa per comunicare l'avviso che comunque sarà pubblico.

Vorrei evitare che ci siano troppi "sorci" che intercettano il percorso di legalità.

Vorrei che non si anticipassero certe tematiche. Se dovessi trovare un cinese affidabile e un palermitano inaffidabile, ovviamente lo affiderei al cinese.

Dobbiamo proporre il calcio a Palermo. Bisogna affidare lo stadio al soggetto calcistico di maggior livello. In difetto di questo, verrà dato alla società di massimo livello riconosciuta dagli organi calcistici.

I tempi saranno brevi. È chiaro che questa situazione si dovrà chiudere entro luglio>>.

 

I costi di gestione?

<<Nel contratto che è in atto si prevedeva che una parte dell’onere bisognava utilizzarlo per la manutenzione straordinaria>>.

 

Sul senatore Vizzini.

<<Vizzini non avrà un ruolo nella commissione.

Il senatore Vizzini ha un rapporto di consulenza retribuito>>.

 

PARLA IL SENATORE VIZZINI. <<LA MIA RETRIBUZIONE È COME QUELLA DEI GIOCATORI DEL PALERMO IN QUESTO MOMENTO. (sorride ndr)>>.

 

Ancora il Sindaco…

<<C'è un elemento di fiducia: la Palermo di oggi è più attrattiva della Palermo di allora.

Partire dalla d è una missione esaltante>>.

 

Messaggio tifosi?

<<Gli dico grazie. Sono contento di essere in una città che sia legata così al territorio.

La tifoseria era stanca di subire mortificazioni, certezze. La presenza allo stadio è un termometro di questa situazione.

Vorrei dire a tutti che sono vicino a loro>>.

 

Infine una similitudine per rispondere sulla vicenda giudiziaria che sta interessando Maurizio Zamparini.

<<Cito Solone.

Un suo allievo è andato dal maestro per chiedere cosa pensasse del Re che governava il suo paese da vent’anni: Solone rispose di non potere dare un giudizio. Allorché l’allievo rimase stupito della risposta del maestro.

Nella vita i giudizi si danno per come finisci non per quello che fai: puoi vivere una vita da farabutto, finire bene e morire da eroe.

Di contro puoi avere un’esistenza di grandi successi, finire male e nessuno ti vorrà più vedere. Così rispose Solone al suo allievo.

Credo che questa sia la parabola di Zamparini>>.






2 commenti

  1. GINO 22 giorni fa

    Ho molti dubbi sul fatto che Gravina sia disponibile ad aiutare il Palermo a superare questo scoglio . Chissà perchè ma ho l ' impressione che proprio Lui insieme a Balata, Lotito e qualche altro oscuro personaggio del palazzo stiano tramando qualcosa per affondare la nave Palermo. Staremo a vedere .

  2. Rubini 23 giorni fa

    Complimenti, Professore. L'orgoglio di sentirsi palermitani, anche da lontano. Attenzione ai NEMICI, forse più vicini di quanto si possa pensare. Attenzione agli attassatori, per fare in modo che il loro ATTASSO diventi anzi propizio alla prosperità ed al riscatto, per Palermo e per il Palermo. E' Tacito, Sig.Sindaco, la versione di latino per i maturandi 2019. I segni sinistri della profezia di Umbricio, insidie incalzanti e nemici in casa : 'Audiente Othone (nam proximus adstiterat) idque ut laetum e contrario et suis cogitationibus prosperum interpretante'. Forza ragazzi, FORZA PALERMO.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *