GDS

Campionato? Il Marina di Ragusa
contro la ripresa

Campionato? Il Marina di Ragusa contro la ripresa



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

 

Continua l'incertezza per quanto riguarda il futuro del campionato di Serie D. In attesa di una presa di posizione della Lega Nazionale Dilettanti, ci si interroga se sia opportuno o meno proseguire il campionato - una volta che l'attuale emergenza sanitaria sarà superata - e quindi portare eventualmente a termine la stagione. 

 

In tal senso l'Amministratore delegato del Marina di Ragusa Francesco Postorino - intervistato da Il Giornale di Sicilia stamane in edicola - esprime tutta la sua contrarietà circa l'ipotesi di concludere l'attuale torneo. 

 

VIDEO - CORONAVIRUS, ORLANDO: «GRAZIE A CHI RESTA A CASA»

 

«Oggi non conta nulla. Ci sono altre cose ben più importanti in ballo. Ci siamo sentiti con altri presidenti e il sentire comune è che il campionato debba essere sospeso in modo definitivo. I tempi non ci sono più, la situazione generale non migliora e ci vorrà tempo. Non possiamo

pensare a riprendere. Inoltre dico a titolo personale che mi sembra immorale e meschino in questo contesto di gravissima crisi andare a chiedere alle aziende che ci hanno sostenuto aiuto e sponsorizzazioni. Il Marina è aiutato da piccole e medie aziende che oggi sono chiuse e l’ultima cosa cui pensano, insieme a noi, è il calcio. Pensiamo dunque al futuro, a riprenderci. Dico no al ritorno in campo per rispetto di chi è morto e delle tante aziende chiuse che sono sull’orlo del fallimento». 


 

ALTRI ARTICOLI

 

SAGRAMOLA: «DOPPIA PROMOZIONE DALLA D? ECCO COSA NE PENSO»

 

RAZZA: «NUOVI CONTAGI DOVUTI A RIENTRI DAL NORD»

 

ULTIM'ORA: DIVIETO DI SPOSTAMENTO DAI COMUNI

 

VIDEO - PALERMO CALCIO POPOLARE: «STATIVI RINTRA!»

 

CORONAVIRUS, ECCO IL NUOVO DECRETO






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *