CALCIOMERCATO

Foschi, gli esuberi
e l'ultimo acquisto

Calciomercato, - 8: Foschi, gli esuberi e l'ultimo acquisto



 

Il calciomercato del Palermo entra nella sua fase più calda: a poco più di una settimana dal gong, ci si muove (in fretta) per mettere dentro gli ultimi innesti e cedere al miglior offerente gli esuberi in seno all'organico.

 

OUT

È il calciomercato in uscita la vera matassa che Foschi sta provando a sciogliere, a partire dalla retroguardia: Struna è pronto ad andare via e aspetta di conoscere la prossima destinazione, ma le offerte soddisfacenti continuano a latitare; Bellusci, che non ha chiesto la cessione, è richiesto in Serie B, con insistenza dal Verona che, dopo aver soffiato Dawidowicz, vuole strappare a Tedino un altro difensore rosa e ha offerto lo scambio con Cherubin e poi con Fossati, entrambi scartati dal Palermo.

Haitam Aleesami è in partenza, ma ha il problema della... valutazione: per il norvegese Foschi chiede 3 milioni, le offerte fin qui si fermano a 1,5. Secondo il Giornale di Sicilia, il Fulham sarebbe pronto a limare la distanza tra domanda e offerta, ma il calciomercato in Inghilterra chiude stasera. Delle due l'una: o si fa in fretta per cederlo in Premier, o si abbassano le pretese, vista la prossima (giugno 2019) scadenza del contratto dell'esterno.

Su Andrea Rispoli tutto tace. Quella bolognese resta la pista più concreta: i rossoblù hanno salutato Krafth, ceduto all'Amiens, e pensano all'esterno rosanero per rimpiazzarlo. I contatti con il Bologna sono frequenti già per Falletti, non è escluso che si possa arrivare ad un accordo complessivo.

Mato Jajalo resta? Difficile dirlo. Perché una settimana di calciomercato passa in fretta, ma quando è l'ultima possono succedere tante cose. Le parole del patron Zamparini spingono il bosniaco verso la permanenza e la trattativa con l'AIK è quantomeno in stand-by, se non tramontata del tutto.

 

CAPITOLO NESTOROVSKI

Sembra certa la partenza del macedone: non accetterebbe il ruolo di vice-Puscas e, a prescindere dall'arrivo dell'attaccante rumeno, il suo nome è tra i partenti sin dal termine dello scorso campionato. L'ostacolo è la valutazione: non meno di 5 milioni la richiesta del Palermo. Le offerte, però, non avrebbero mai sfiorato questa cifra e, anche qui, Foschi potrebbe essere obbligato ad abbassare la domanda. Quelli di Torino e Genoa sono rimasti timidi sondaggi, il Bologna si è affacciato nelle scorse settimane ma deve prima piazzare Mattia Destro, dalla Premier poche sirene (e pochissimo tempo). 

 

 

IN

In entrata è uno il tassello mancante e considerato necessario per dare a mister Bruno Tedino l'11 titolare: dopo la trattativa andata a buon fine per George Puscas, il direttore Foschi lavora in queste ore per portare uno tra Clemenza Falletti in rosanero e consegnare così al tecnico il centrocampista offensivo desiderato. Per l'uruguaiano classe 1992, secondo le ultime indiscrezioni, la trattativa sarebbe chiusa: accordo con il Bologna per il prestito secco, con il giocatore disposto a tornare in Serie B per un anno.

Più complessa la pista che porta a Luca Clemenza: la Juventus non vorrebbe cederlo in prestito secco, il Palermo valuta esclusivamente questa opzione e c'è il Sassuolo, che può offrire il prestito oneroso con diritto di riscatto, alla finestra.

Improbabile l'arrivo di entrambi i trequartisti, considerando la presenza in organico di diversi calciatori che prediligono quella zona del campo.






1 commento

  1. Nutello 129 giorni fa

    Ma gli svincolati di Bari, Cesena e Avellino hanno tutti la rogna?

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *