NUOVO TORNEO

Scossa nel mondo del calcio:
è nata la Superlega

Scossa nel mondo del calcio: è nata la Superlega



Il mondo del calcio potrebbe vivere una rivoluzione senza precedenti. 

Nella serata di ieri è stata comunicata in via ufficiale la nascita della Super League, una nuova competizione europea pronta a sostituire le attuali Champions League ed Europa League riservata solo ad un ristretto numero di partecipanti. 

 

Ad annunciare la nascita della SuperLega sono state le dodici società fondatrici ovvero Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid, Inter, Juventus, Milan, Manchester City, Manchester United, Chelsea, Tottenham, Liverpool e Arsenal. Il format della competizione prevede un numero totale di venti squadre ovvero le 15 squadre fondatrici (al momento le potenziali candidate per i tre posti rimanenti nel gruppo dei fondatori sarebbero PSG, Bayern Monaco e Borussia Dortmund) la cui partecipazione sarà fissa ogni anno e altre cinque compagini che cambieranno in base ai risultati conseguiti nella stagione precedente nei rispettivi campionati locali. 

 

Le venti partecipanti saranno divise in due gironi da dieci squadre che si scontreranno in partite infrasettimanali andata e ritorno. Al termine di questa fase le prime tre qualificate di ogni girone accederanno direttamente ai quarti di finale, mentre le quarte e le quinte dei due gironi si scontreranno per aggiudicarsi gli ultimi due posti rimanenti. Le modalità delle fasi finali seguiranno lo schema di match andata e ritorno fatta eccezione per la finale che si svolgerà a gara secca e determinerà la vincitrice della Super League. 

 

L'annuncio della nascita della Super Lega ha creato un vero e proprio terremoto nel mondo del pallone, con reazioni e posizioni estremamente dure da parte della Uefa e della Fifa assolutamente contrarie a questa nuova competizione che stravolgerebbe completamente il calcio per come lo abbiamo sempre visto. "I club interessati sarebbero squalificati da ogni competizione nazionale, europea e mondiale e ai loro giocatori verrebbe vietata la possibilità di rappresentare le loro squadre nazionali": questo sicuramente il passaggio più pesante del comunicato diramato dagli organi direttivi del calcio, all'alba di una vera e propria guerra all'orizzonte che potrebbe sconvolgere lo sport più amato e seguito al mondo. 






5 commenti

  1. Paragone 19 giorni fa

    La Superlega creata da questi Club è qualcosa che è nato al di fuori del calcio istituzionale. E' un qualcosa di non riconosciuto che se avrà realmente vita rilascerà solo pseudo-titoli privi di valore. Paradossalmente potrebbero stabilire regole che nulla hanno a che vedere con I'International Board che regolamenta il Football come lo conosciamo. E' un qualcosa che privilegia il denaro e stravolge e mortifica i valori sportivi. Chi aderisce a questo circo va estromesso dal calcio ufficiale.

  2. Giovanni B. 19 giorni fa

    ------SEGUITO DEL COMMENTO PRECEDENTE------(sarà, come al solito, utopia escludere le cosiddette big, ma si avrebbe un campionato di A più incerto, lineare e interessante) Se tutto ciò non dovesse verificarsi, provvedimenti appropriati per Società, Presidenti (in primis), compagini e campi di gioco!. FIFA se ci sei, batti un colpo!

  3. Giovanni B. 19 giorni fa

    EVVIVA! FINALMENTE! Le cosiddette grandi del calcio italiano hanno finalmente buttato la maschera! Juventus, Milan e Inter che si sentono, in cuor loro, più europei che italiani tali da far comunione (non per soldi, per carità!) con i grandi clubs inglesi, spagnoli ecc., tali da creare un campionato (Super Lega) a loro uso e consumo. E' giunta anche l'ora che si proponga un campionato tutto italiano vero, escludendo naturalmente, sin da subito, Juve, Milan e Inter e reintegrando, al loro posto, le probabili squadre retrocedende dall’A alla B e cioè: Crotone, Parma e Cagliari.

  4. Palermoforever? 20 giorni fa

    E' tutta una questione di potere e di denaro. Hanno agito come elefanti all'interno di una cristalleria. Adesso hanno contro FIFA, UEFA e Federazioni Nazionali oltre al mondo della politica di matrice solidale. Annorbati dal proprio egoismo e da una proterva presunzione credo che abbiano poco di cui gioire.

  5. Cittadino 20 giorni fa

    Gli vanno ritirate le licenze per giocare nei vari campionati. Hanno agito scorrettamente, vanno sanzionati in modo esemplare. Vogliono giocare tra di loro? Si accomodino ... Ci sarà molta più aria pulita.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *