PARLA IL PRESIDENTE FIGC

Gravina: «Vogliamo riforma per
le Serie A e B a 20 squadre»

Gravina: «Vogliamo riforma per le Serie A e B a 20 squadre»



Il neo-eletto presidente della FIGC Gabriele Gravina è intervenuto, ai microfoni di ‘Radio Anch’Io Lo Sport’, per parlare della situazione relativa ai format dei campionati di Serie A e B, del caso Virtus Entella e della Nazionale:

 

RIFORMA CAMPIONATI

«Dobbiamo avviare l’idea di una riforma dei campionati con la Serie A e la Serie B a 20 squadre. Ed è stato avanzato un piano per arrivare al semi-professionismo in Serie C. Stiamo lavorando anche su due aree che hanno mostrato criticità, aree molto importanti come l’area dei controllo e della giustizia sportiva».

 

VIRTUS ENTELLA

«Siamo in attesa della decisione del TAR di domani: Non appena avremmo a disposizione queste decisioni si sarà una riflessione politica. Bisognerà capire se in un momento così avanzato si potrà procedere a una modifica dei campionati. Ci sarà una seria riflessione politica».

 

VAR

«Quando si fa ricorso a delle innovazioni tecnologiche l’Italia ha dimostrato di essere all’avanguardia. Esiste uno protocollo ed è chiaro che attenersi al protocollo implica una discrezionalità. Gli errori sono stati limitati al minimo indispensabile, ma ci sono dei margini di miglioramento. Eviterei quello che si sta verificando ultimamente e cioè la moviola al V.A.R.».

 

NAZIONALE

«L’obiettivo è quello di lanciare e valorizzare i talenti del calcio italiano e ottenere i migliori risultati possibili con la Nazionale di Roberto Mancini. È un tecnico serio e preparato non l’ho scelto io ma devo difenderlo, lui rappresenta la Federcalcio, lui è il mio allenatore. Poi tutti saremo giudicati dai risultati».

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *