EDICOLA

Cagliari prova del 9, Pomini
vuole giocare.La rassegna stampa

Cagliari prova del 9, Pomini vuole giocare. La rassegna stampa



«Palermo, contro il Cagliari la prova del nove», titola così il proprio articolo d'apertura il Giornale di Sicilia, che in descrizione spiega: "L'ultimo allenamento a Boccadifalco ha visto il tecnico Bruno Tedino insistere sugli stessi uomini che hanno steso il Francavilla e contro il Cagliari non si attendono stravolgimenti". Il mister infatti sembra aver individuato la sua formazione tipo, con tre difensori centrali, Morganella ed Aleesami esterni alti ed il "tridente" in attacco. 

 

In spalla le parole di Alberto Pomini, presentato ieri come nuovo giocatore del Palermo: «Sono venuto a vincere un altro campionato. Poi qui c'è il mare, si sta benissimo. Ho voglia di giocare e sto bene fisicamente, far passare questa opportunità non mi avrebbe fatto dormire tranquillo». Pomini arriva in Sicilia col compito di fare da chioccia a Posavec, che nelle gerarchie della squadra sarà il titolare, ma ha comunque voglia di mettersi in gioco, cercando di farsi trovare sempre a disposizione, provando a sfruttare le occasioni che gli concederà Tedino. 

 

In catenaccio si parla del bel gesto fatto dal Palermo nei confronti di Edoardo, il giovane tifoso rosanero che in occasione della sfida contro il Francavilla rimase traumatizzato dallo scoppio di un petardo fuori dallo stadio. La società ha scelto di aprirgli le porte di un allenamento facendolo partecipare insieme alla squadra, in più ha ricevuto le maglie autografate da Coronado e Trajkovski. 

 

Anche il Corriere dello Sport racconta la presentazione, avvenuta ieri, di Alberto Pomini«Palermo è una scelta professionale e di vita». Dopo anni di campionati in panchina, per il portiere veneto è arrivata la possibilità di mettersi in gioco; il suo ruolo sarà quello di vice-Posavec, con l'obiettivo di aiutarlo a crescere, ma l'estremo difensore spera comunque di ritagliarsi il proprio spazio. 

 

Nella pagina accanto si parla del nuovo leader della rosa, Mato Jajalo. Il centrocampista croato, naturalizzato bosniaco, dopo un lungo silenzio e parecchie critiche, torna a parlare: «Non è vero che ho chiesto di andare via. Come le storie sull'Udinese e del ritorno in Germania. Inventate. Potrei terminare la carriera qui, si fa presto ad amare Palermo, ha anima e mentalità speciali».

Giura amore e fedeltà ai colori rosanero dunque Jajalo, che è pronto a caricarsi la squadra sulle spalle, con l'obiettivo di un'immediata risalita in Serie A.





2 commenti

  1. In senso stretto 6 giorni fa

    Jajalo ...................ahahahahahah .........potrei terminare la carriera qui ahahahahahahah, è l'emblema della conoscenza ri dda cuasa del nord-est..........itivi a ghiccari tutti rui insiemmula na munnizza, mancu buoni pi fumieri siti !!!!!

  2. tacco 6 giorni fa

    mi vien da ridere Pomini vuole giocare????? Zamparini sarà felice, il Ds sarà richiamato....come si permette che vuole giocare....hahahhahahahah

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *