L'AVVERSARIO

Cagliari: mix di qualità ed
esperienza. Difesa rinnovata

Cagliari: mix di qualità ed esperienza. Difesa rinnovata



La partita di sabato sera di Tim Cup del Palermo sarà un bel banco di prova perché come avversario ci sarà il Cagliari. La squadra sarda ha già fatto piangere i rosanero nelle due partite di Serie A dello scorso anno. In Sardegna, i rossoblu si imposero per 2-1 con il doppio gol di Dessena, nulla servì la rete del solito Nestorovski. In Sicilia i rosanero abbandonarono le speranze di salvezza con la sconfitta per 1-3 con reti di Gonzalez per il Palermo, Borriello e Ionita (2) per il Cagliari. 

 

Adesso le due squadre giocheranno in due categorie diverse, il Cagliari si è salvato con largo anticipo nonostante qualche difficoltà iniziale. Il presidente Giulini ha confermato in blocco la squadra della passata stagione, dall'allenatore Rastelli ai giocatori più rappresentativi come Ionita, Farias, Tachtsidis, Joao Pedro, Sau e Borriello. Tanti cambi, invece, in difesa, dove sono andati via gli esperti Storari, Bruno Alves, Isla e il giovane Murru, approdato alla Sampdoria al posto dei nuovi arrivi come Andreolli e Miangue. Il centrocampo è rimasto pressoché invariato, all'addio di Di Gennaro la società ha risposto con l'acquisto di Cigarini, in attacco non è cambiato nulla. 

 

Contro il Palermo, mister Rastelli potrebbe scegliere l'undici migliore per prepararsi al meglio all'inizio della Serie A prevista per la prossima settimana. In porta ci sarà Cragno, in difesa potrebbero esserci Pisacane, Salamon, Andreolli e Miangue. Centrocampo d'esperienza con Ionita, Cigarini e Tachtsidis, mentre Joao Pedro potrebbe essere alle spalle di Farias e Borriello con Sau pronto a subentrare. Squadra simile rispetto l'anno passato con qualche difficoltà in difesa, il Palermo ne potrebbe approfittare per far male. Attacco, invece, da attenzionare, Borriello ha ancora fame di gol e se non è ben marcato potrbbe punire Posavec e compagni. Mister Tedino dovrà coprire bloccare la qualità dei centrocampisti e la velocità degli attaccanti per poi ripartire e approfittare degli spazi. Non sarà una partita facile a Torino, ma un Palermo di personalità potrebbe giocarsela, a differenza dell'anno scorso.





1 commento

  1. Nutello 5 giorni fa

    E' soltanto un'ottima candidata per la retrocessione. Quindi, se putacaso il Palermo dovesse passare il turno, lo avrebbe fatto contro una squadra di scanfazzi...............................

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *