BOSCAGLIA

«Ci vuole continuità, possiamo
ancora fare cose importanti»

«Ci vuole continuità, possiamo ancora fare cose importanti»




Le parole in conferenza stampa di mister Roberto Boscaglia alla vigilia del match contro l'Avellino:

 

“Dobbiamo cercare di fare il massimo in questo campionato, c’è ancora tanto da dire e dobbiamo essere bravi a chiuderci a riccio e capire un po’ di cose. Ancora c’è grande possibilità di fare cose importanti, noi ci crediamo. Questo periodo serve però anche a capire un bel po’ di cose sulle prospettive future del Palermo senza lasciar perdere quello che il Palermo può fare in questo campionato e può fare tanto".

 

GOL SEGNATI
“Non sappiamo ancora se siamo da questa classifica, secondo me no ma lo capiremo a fine campionato. Dobbiamo fare meglio, se poi andiamo a parlare di azioni da gol e vediamo i numeri questi dicono che siamo la squadra che costruisce di più e meglio, siamo mi pare primi o secondi. Ci sono giocatori che nascono con il fiuto del gol, altri devono lavorarci e non parlo solo di attaccanti ma di tutti”.

 

PLAY-OFF
“Noi intanto vogliamo sicuramente avere un piazzamento importante, poi quando giochi i playoff li giochi per vincere ma li vince una squadra sola. Dobbiamo crescere ancora e nelle partite singole dobbiamo dare fondo a tutto quello che abbiamo. Quando parlo che possiamo fare ancora qualcosa di importante parlo di quello”.

 

MENTALITA' E CONSAPEVOLEZZA
“La consapevolezza e la mentalità sono dinamiche difficili da allenare, puoi migliorarle parlando con i giocatori e facendo capire alla squadra che ci vuole più consapevolezza. Quando si ha a che fare con giocatori giovani che si affacciano per la prima volta in campionati importanti con una maglia importante è una situazione che dobbiamo valutare bene. Ero certo che con la Ternana potevamo fare una grande partita perché conosco la squadra e mentalmente è più facile preparare queste partite. Molti giocatori hanno questa motivazione intrinseca che tirano fuori sempre, altri devono invece abituarsi a certe dinamiche di gioco per capire fin dove possono spingersi”.

 

ATTEGGIAMENTO
“Domani mi aspetto una grande prestazione per dare seguito a quanto abbiamo fatto. Sono arrabbiato perché so che i ragazzi possono dare tanto ma dobbiamo dare continuità non solo al gioco ma soprattutto all’atteggiamento, alla voglia di combattere per il compagno”.

 

AVELLINO
“Diciamo che è cambiato un po’ tutto rispetto all’andata. Siamo cambiati noi e sono cambiati loro ma mi aspetto un Avellino coriaceo, che sa giocare a calcio e sa quello che vuole. Una squadra sia fisica che tecnica, che vuole andare in là in classifica. Palermo-Avellino sarà sempre una partita di cartello e i ragazzi vogliono dimostrare tutto il loro valore e portare punti a casa”.

 

TRASFERTA IN PULLMAN
“Noi partiamo un giorno prima, riposiamo e lavoriamo la mattina. Ci sono pochissimi voli che vanno nella zona di Napoli ed è difficilissimo organizzare una trasferta con i voli ma questa è l’ultima cosa a cui pensiamo”.

 

ALMICI, RAUTI E SANTANA
“Alberto non ha novanta minuti nelle gambe, è con noi ed è disponibile ma ha solo qualche minuto. Rauti può fare la prima punta così come la seconda ma anche da esterno ha fatto bene. Santana purtroppo ha avuto un problema gastro-intestinale e non sapendo se è virale abbiamo preferito lasciarlo a casa. Mario è molto importante per questo gruppo e deve stare sempre con noi anche se è indisponibile ma in questo caso si tratta di una situazione particolare”.
 






3 commenti

  1. Max leen 23 giorni fa

    Si e' amareggiati e a dir poco un disastro giocatori che l'hanno scorso brillantemente hanno portato il Palermo tra i professionisti liquidati come pezze da piedi giocatori che hanno talento usati negli ultimi minuti giocatori che sono offerti di tornare ma snobbati...non non c'è che dire tra qualche partita possiamo lottare per i play_out Auguri caro palermo

  2. Francesco da Treviso 24 giorni fa

    L unica cosa dimportante è che devi dimetterti insieme al DS al DG etc etc uno scempio i tifosi oramai non hanno più lacrime, siamo alla frutta, dobbiamo salvare la categoria purtroppo lo dicono i tifosi molto più anziani navigati ed esperti, squadra senza mordente e carattere tutti a casa ma tutti, vergogna!

  3. BugiardONE 24 giorni fa

    Si, andare a cesso, fare un bel tuffo e tirare lo sciacquone ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *