LA SANZIONE

Bevono e giocano a carte,
otto denunce

Bevono e giocano a carte, otto denunce



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

 

Nonostante le raccomandazioni e i decreti emanati dalle autorità per contrastare l’emergenza Coronavirus, c’è chi ancora non rinuncia alle proprie abitudini mettendo a repentaglio non solo la propria salute ma soprattutto quella degli altri.


CORONAVIRUS, COSA PREVEDE IL DECRETO LEGGE


L’ultimo caso in ordine di tempo si è verificato ieri quando - nella zona dell’Uditore -  un gruppo di persone di età compresa tra i 40 e i 76 anni è stato sorpreso dal Nucleo radiomobile dei Carabinieri in un garage.


DECRETO, RESTRIZIONI E PROVVEDIMENTI: PARLA CONTE


Costoro - riferisce il portale PalermoToday avevano adibito l’edificio a bettola dove le persone si riunivano per giocare a carte e consumare bevande alcoliche. Il tutto in una situazione di tranquillità e normalità, in barba a quanto detto e ripetuto nelle ultime settimane dalle autorità competenti.


SIBILIA: «CI VORRÀ TEMPO, MA IL CALCIO RIPRENDERÀ»


Per i protagonisti è scattata la denuncia da parte dei militari per l’inosservanza dei decreti dell’8 e 9 marzo che disciplinano il divieto di assembramento, seguito dal sequestro del garage in questione.


 

ALTRI ARTICOLI

 

RAZZA: «IN SICILIA PREVISTI DAI 4500 ai 7000 CONTAGI»

 

EMERGENZA  CORONAVIRUS A TROINA, SARÀ ZONA ROSSA

 

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DI MARTEDÌ 24 MARZO IN ITALIA

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *