TWEET

Bellinazzo sul crowdfunding
«La fine del calcio italiano»

Bellinazzo contro il crowdfunding: «La fine del calcio italiano»

 

La situazione in casa Palermo è ancora in fase di evoluzione e sta destando molto interessa tra gli addetti ai lavori ed esperti. Il noto giornalista de "Il Sole 24 Ore" Marco Bellinazzo ha detto la sua anche sull'iniziativa di Dario Mirri: quella del crowdfunding per pagare gli stipendi di marzo. Il giornalista ha fatto un tweet abbastanza negativo sulla vicenda con queste parole:

 

«Siamo arrivati anche a questo: per pagare gli stipendi del @palermocalcioit ed evitare la penalizzazione la Damir, società che ha versato in cambio della pubblicità allo stadio quelli dei mesi scorsi, lancia una raccolta fondi tra tifosi e imprenditori..#LaFineDelCalcioItaliano».


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

 

ALTRI ARTICOLI

 
 

• PALERMO-MIRRI, IL COMUNICATO DELLA SOCIETÀ

 

• Accardi: «Gruppo importante pronto a rilevare il Palermo»

 

• Palermo, quella sublime corrispondenza di amorosi sensi

 






5 commenti

  1. Leo_Nardo 86 giorni fa

    Una colletta per salvare una società come il Palermo, fatta da tifosi per tifosi. Io credo che la fine del calcio italiano sia dovuta a quelle persone che si improvvisano dirigenti, senza soldi e senza un piano societario reale, questo è quello che porterà la fine del calcio italiano. Vedi il Napoli, fiorentina, Venezia, Parma ed ultimo il Bari. Forza Palermo Sempre

  2. Fabio 86 giorni fa

    Concordo

  3. Paolo 87 giorni fa

    Questo belinazzo si faccia i fatti suoi, la squadra più impotante al mondo come il Barcellona fa l'azionariato popolare

  4. Francesco 70 87 giorni fa

    Effettivamente quella della colletta non è il massimo.A noi serve un imprenditore affidabile...

  5. Yes 87 giorni fa

    La fine del calcio italiano ahi noi non c entra con la colletta che qui si sta facendo per salvare una società. Quale è l alternativa ce lo spieghi bellinazzo. Forse è fallire, senza provare a mettere rimedio, ma se tutte le volte che una proprietà finisce in decoziine la si lascia alla serie d, questo si che rappresenterebbe il prodromo del fallimento del calcio italiano

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *