AI NOSTRI MICROFONI

Chi si rivede! Baccaglini a
FP: l'intervista





Impossibile dimenticare quei giorni. 
Forse meglio dire quella fase.
Le trattative, i misteri, le nomine frettolose, i patti di riservatezza. In due parole i Non Closing che hanno caratterizzato la decadenza dell’era Zamparini a Palermo.
Era il 6 marzo 2017 quando arrivò, improvvisa, inaspettata, la notizia: Paul Baccaglini è il nuovo presidente del Palermo.

 

“Paul - si leggeva nel comunicato sul sito ufficiale rosanero - ha conosciuto Zamparini l'anno scorso in occasione della trattativa con Cascio. Paul ed il suo fondo hanno manifestato, dopo la rinuncia di Cascio, interesse per la acquisizione del Palermo Calcio e la realizzazione degli impianti sportivi". "Le ambizioni di Paul Baccaglini sono quelle di portare il Palermo in Europa e Champions League. Intanto costruirà lo stadio e il centro sportivo, che oggi è fondamentale", diceva l’ex patron Zamparini. L’esito lo ricordiamo tutti. 

 

A distanza di tre anni e mezzo, riecco Baccaglini
Lo ha incontrato il nostro editore, Angelo Casa, in viaggio per lavoro, a Milano.
“Presidente!”. Baccaglini non si sente chiamato in causa. Di nuovo. “Presidente!”. Niente. “Presidente Baccaglini!”. Si volta. 
Prima due chiacchiere tra un tifosissimo del Palermo e colui che poteva dare futuro a quella società gloriosa che oggi non esiste più. 
Poi la proposta: dopo tanto silenzio, perché non realizzare un’intervista?
Baccaglini ci pensa su qualche istante. Tentenna, poi si convince.

 

“Ciao Manuel, buonasera”. Il nostro editore gli passa lo smartphone e avvia una nota vocale indirizzata alla nostra redazione. “Parti dal presupposto che da quando mi sono dimesso non ho rilasciato un’intervista. Allora facciamo che questa non è un’intervista, ma un incontro fortunato a Milano, e va bene così”. Quasi sette minuti che potete ascoltare nel player in alto, all’inizio di questo articolo. E tanto altro che l’ex presidente rosanero non ha voluto dire, ma che ha lasciato intendere. Soprattutto perché il Palermo gli è rimasto nel cuore. E sul petto. Tanto che, ridendo, ci ha raccontato che uno studio di tatuatori di Catania si era offerto di cancellare il famoso tatuaggio che, dopo la nomina a presidente, aveva occupato uno dei pochi spazi rimasti liberi sul suo corpo: ha risposto No, grazie. 

 

E certo, una risposta non l’ha potuta dare, ma “punto” da Angelo - che deve avere, in fondo, un animo da giornalista - in merito alle quote di Tony Di Piazza in vendita, Baccaglini non ha glissato. 
Il tatuaggio è rimasto, la voglia di investire nel calcio italiano pure. E in futuro, chissà.






22 commenti

  1. Bugia 9 giorni fa

    Visto che si respirava un aria stupenda, perché il presidente non veniva mai?

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 10 giorni fa

    La Favorita era un luogo stupendo quando si respirava l'aria del grande calcio, dei campioni del mondo e della Coppa UEFA: la stagione straordinaria di Maurizio Zamparini, il miglior Presidente della storia rosanero.

  3. Bugia 10 giorni fa

    Di certo una cosa rimarrà indelebile dell'era zampariana: la conferenza stampa con Baccaglini.

  4. chi non salta è zamparini 11 giorni fa

    P.S. Oltretutto il troll aggregatore del nulla, sbaglia quando dice 'giornalismo caratterizzato soprattutto dall'equidistanza'. Ricordo che questo giornale a proposito della nuova proprietà si è espressa in questi termini:(cito solo una delle tante simili dichiarazioni) 'A distanza di un anno si respira un'aria diversa. Un'aria pura che nei tanti anni passati in montagna fra Bad e Sappada non si è mai sentita. Aria di cambiamento, di riscatto, di rivalsa. ecc. ecc. Quindi se c'è qui qualcuno qui fuori posto è proprio lui, il troll insultante che non esprime mai opinioni ma insulti mascherati.

  5. chi non salta è zamparini 11 giorni fa

    Capisco il disappunto di @Tifoso. Ribadisco (come fatto prima) che non sono in grado di rispondere al suo più che legittimo quesito.Anch'io non capisco la frammentarietà e l'incompletezza dell'informazione sui due 'casi' affrontati da Procure diverse in diverso modo.Mai un approfondimento.Quanto al maleducato asintomatico che risponde al nick aggregazione di qualcosa, in virtù della sua proverbiale piaggeria (ora anche nei confronti della redazione), capisco che l'intervista al tatuato gli sia gradita: si tratta in effetti del punto più alto della parabola zampariniana.La supercazzola perfetta

  6. Tifoso 11 giorni fa

    Aristarco e Chinonsalta completano alla perfezione. Aggiungo che se posso comprendere i discorsi da bar che noi tifosi elaboriamo in questo sito , non giustifico per niente il silenzio opprimente dei giornalisti ,locali e non, su quanto accaduto a Catania. Non una parola è stata spesa, ci hanno per mesi fatto ingoiare che l'unica strada possibile per liberarci da Zamparini fosse quella di ripartire dalla D. Fasulli e in malafede. Mirri avrebbe potuto a questo punto rilevare il titolo di B e ripartire da una consona categoria. Vergogna.

  7. Aggregazione galattica lame rotanti 11 giorni fa

    Io invece ringrazio naturalmente la redazione, perché il buon giornalismo è caratterizzato soprattutto dall'equidistanza, dalla curiosità e dalla pubblicazione di notizie rilevanti, anche se il sito ha il nome 'Forza Palermo'. L'intervista a Baccaglini è senz'altro rilevante, anche se alcuni non se ne accorgono.

  8. pop economy 11 giorni fa

    Riassumendo, il vostro editore incrocia casualmente Baccaglini e in quattro e quattr'otto organizza un'intervista che vi fa schifare da tutti i tifosi rosanero attivi sul web (su Facebook vi hanno lapidati virtualmente). Grande fiuto questo editore....

  9. Rubini 11 giorni fa

    Le interviste impossibili. Radio, anni settanta, ‘animi giornalistici’. Ad esempio, Napoleone, Nerone, Mozart, Giulio Cesare. Tra gli attori: Albertazzi, Bene, Poli, Valli.

  10. il censurato 12 giorni fa

    volevo salere perché non andate a intervistare la DE ANGELI ?

  11. SPASOLATO SENZA ARTE NE PAETE 12 giorni fa

    la mediocritá é la mia ragion di vita.. p

  12. chi non salta è zamparini 12 giorni fa

    Concordo con @Aristarco e @Tifoso. Aggiungo che la comunicazione al tempo di internet è malsana. C'è un'offerta di informazione trash che eccede la domanda. Col risultato che personaggi alla Baccaglini e le sue inutili esternazioni assurgono al rango di breaking news e creano seguiti inaspettati da parte di utenti deficienti.Baccaglini si presenta da solo, con tanti altri campioni creati da internet e da certa TV. Penso a influencer e ciarpame umano vario. Ovviamente le colpe maggiori vanno distribuite a chi questa gente la cerca, come i giornalisti e il mefitico Zamparini idolo dei troll.

  13. Tifoso 12 giorni fa

    Perfettamente d'accordo con Aristarco. Auspico da mesi indagini serie e approfondite sulla scomparsa del Palermo e viene fuori un'intervista al nullafacente Baccaglini. Ma a che punto siamo arrivati? Questo è puro degrado. Posso capire troll e fissati vari che ci allietano con le loro litanie ma far straparlare uno dei tanti patetici figuranti al servizio di Zamparini mi pare veramente incredibile. Baccaglini innamorato del Palermo non si può sentire.

  14. Fabio 12 giorni fa

    Il problema era che l'innominabile cercava una testa di legno (vi ricordate come i presunti investitori insistevano sempre per tenerlo?) invece baccaglini voleva fare davvero il presidente. L'epilogo è stata la cessione farsa agli inglesi con la vergogna di quello che nelle intercettazioni dice che paga lui e quindi deve comandare nonostante avesse già venduto.

  15. Maurizio 12 giorni fa

    Ancora questo ? Ma non dovevamo vederci più? Ma davvero pensa che noi palermitani abbiamo l'ane?lo al naso?

  16. Alberto Nardi 12 giorni fa

    @DIRETTORE di Palermo.it è una indecenza che per leggere i commenti si debba aspettare 24 ore, viene la voglia di non seguirvi più. A che titolo volete il parere dei tifosi, quando poi siete indietro di 30 anni rispetto ad altri siti.

  17. Marco Palermo 12 giorni fa

    uno dei tanti buffoni passati da palermo ai tempi del lestofante zampatirchio

  18. Francesco 70 12 giorni fa

    Un prestanome di Zamparini,un pupazzo!!

  19. Manlio 12 giorni fa

    Ahahaha ahahaha Baccaglini!!! Ahahaha ahahahaah

  20. Aristarco Battistini 12 giorni fa

    ''Presidente....? '' Avrà pensato ma cu è stu pazzu che mi chiama presidente dopo tutto quello che ho combinato? Il più grande difetto del giornalismo italiano è quello di continuare a dare voce a gente che dovrebbe cadere nell' OBLIO. Ed ecco Vespa che intervista Casamonica come se nulla fosse, Costanzo Wanna marchi, e visibilità a corrotti ,delinquenti ecc. Baccagliani, Foschi, Tuttolomondo, Zamparini, De Angeli, e politici delinquenti vari già condannati, dovrebbero essere EMARGINATI, invece gli si da la possibilità di raccontare la loro FALSA verità.

  21. topazi 12 giorni fa

    Era la fase in cui il delinquente sportivo stava cercando una testa di legno per defilarsi ed evitare la galera...

  22. Fabio 12 giorni fa

    ci sono le intercettazioni telefoniche dove i suoi consulenti gli dicono che il Palermo era praticamente fallito e con operazioni a rischio galera...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *