FLORIANO

«Voglio segnare il più possibile
per arrivare in serie C»

«Voglio segnare il più possibile per arrivare in serie C»



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

 

Autore del gol vittoria contro il Roccella, Roberto Floriano è subito diventato uno dei giocatori fondamentali di questa squadra.

 

Dopo il gol contro la formazione calabrese, è arrivata la doppietta contro la Cittanovese in una partita che ha visto un Palermo diverso, con carattere e voglia di far bene. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, autore di due dei quattro gol rosanero ha così parlato della sua vita e del Palermo:

 

CITTANOVESE

«Gara particolare, dopo 3’ in svantaggio in un campo difficile, bravi a recuperare e credo che in 10 sia uscito il carattere della squadra –ha dichiarato Floriano-, poi fare una doppietta che serve a vincere è bellissimo. Speriamo di rifarne un’altra quanto prima. Questa la dedico alla mia famiglia,a squadra ed allo staff».

 

 

+7 SUL SAVOIA

 «È un mattone importante, mancano 11 partite, sono 33 punti, è ancora lunga, dobbiamo pensare a piccoli step concentrandoci sulle prossime quattro partite che ci dividono dal match con il Savoia. Non dobbiamo fermarci, ma le pressioni le lasciamo a loro. Il calendario si accorcia e il distacco è aumentato. Intanto pensiamo a battere il Biancavilla, vorrei vedere uno stadio pieno, se lo merita questa squadra e questa società».

 

RIGORI

«Non mi sottraggo mai, speriamo di segnarne ancora. La scelta Palermo? Nella mia carriera sono cascato tante volte e mi sono sempre rialzato. L’anno scorso avevo fatto una scelta importante scendendo dalla B per essere un protagonista nella cavalcata del Bari, pensando di restarci a lungo. Ci sono riuscito per un anno e adesso mi voglio rifare con gli interessi – ammette-. Voglio vincere questo campionato e poi pensare di poter continuare a essere importante in C».

 

 

ANALOGIE BARI

«Sono arrivato quando il meccanismo era un po’ in sofferenza, adesso rivedo una squadra simile al Bari. Lì, eravamo talmente consapevoli della nostra forza che anche i periodi di difficoltà sono morti sul nascere, nonostante le pressioni. Qui il periodo è durato un po’ di più e l’ambiente ne ha risentito,ma la squadra forte ne esce fuori e noi l’abbiamo fatto, perché questo è un gruppo di bravi ragazzi e grandi professionisti». 3Si può dire che il suo arrivo ha avuto un effetto positivo? «Lo spero, magari un altro giocatore nello spogliatoio con il quale dividere il carico di responsabilità ha fatto bene al gruppo emotivamente».

 

LANGELLA

«Langella è migliorato? Me lo sono messo subito in stanza, gli ho detto: “vieni qua che a te ci penso io” e si è liberato di tutte le pressioni che aveva (ride, ndr). A parte gli scherzi, sono contento per Christian perché anche l’anno scorso aveva fatto una buonissima stagione, non so se è un caso, ma da quando sono arrivato lo vedo più carico, libero di mente, l’ho visto maturato».

 

OBIETTIVO

«Ancora non in forma? Ma sto arrivando, anche i dati del Gps lo dicono. Sono partito forte,poi c’è stato un piccolo calo, ma credo che adesso sarà un crescendo, ma non giocavo 90’ da mesi. Tra un po’ ne vedrete delle belle. Voglio segnare il più possibile per il nostro obiettivo. Certo, riuscissi a replicare il numero di gol sarebbe un bel segnale per dire che sono ancora al top. Chi lo sa?».

 

ALTRI ARTICOLI

 

VIDEO/ LA PARTITA DEL PALERMO ATTRAVERSO GLI OCCHI DEL PRESIDENTE

 

PARLATO (SAVOIA): «DOBBIAMO TIRAR FUORI GLI ATTRIBUTI E PEDALARE»

 

SAVOIA-LICATA, L'ORARIO DEL MATCH

 

"GESTO INQUALIFICABILE, PELAGOTTI MERITA IL DASPO A VITA"

 

LA REPLICA DI PELAGOTTI ALLE ACCUSE DA CITTANOVA

 

VIDEO/ CITTANOVESE-PALERMO 2-4, GLI HIGHLIGHTS

 

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *