AI NOSTRI MICROFONI

Avenida: «La nostra canzone per
Franco Mancini»

Avenida: «La nostra canzone per Franco Mancini»



Era il 30 marzo del 2012 quando Franco Mancini è venuto a mancare. Lui il portiere simbolo di Zemanlandia, pioniere in grado di rivoluzionare per sempre il ruolo dell’estremo difensore. L’amore per la musica, la passione della batteria, il reggae e Bob Marley.

Proprio a lui Francesco e Stefano Capasso - cantautore e compositore della band Avenida - hanno dedicato la canzone “Il volo di un campione” a nove anni dalla tragica scomparsa.

“La morte di Franco Mancini - racconta Stefano - mi ha colpito profondamente perché lui per noi foggiani è un idolo, come Maradona a Napoli. Così ho deciso di mettermi al piano e ho creato la melodia musicale su cui mio fratello ha scritto il testo molto emozionante. Una canzone nasce sempre da una forte emozione che hai dentro”.

 

Un brano che emoziona e ricorda Franco nella sua capacità di unire al di là dei colori calcistici. Così la frase “(…) il muro oltre le barriere (…)” “descrive fedelmente - dice Francesco - l’uomo che era Franco Mancini, in grado di unire a prescindere dal tifo: è proprio questo il senso della nostra canzone. Oltrepassare le rivalità calcistiche e superare le barriere del tifo. Proprio come Franco che è stato amato ovunque, in qualsiasi squadra abbia giocato, anche dai tifosi delle squadre avversarie: un personaggio trasversale”.

Una canzone che da subito ha avuto un grande successo e che ha emozionato anche chi è stato l’artefice di quel Foggia e che con Mancini aveva un rapporto speciale, Zdenek Zeman: “Per Zeman Mancini è stato come un figlio - dice Stefano - un legame incredibile. Infatti il tecnico lo ha portato con sé anche nella sua esperienza a Pescara”.

 

“Mancini è stato uno di quei calciatori che lasciano emozioni, che non puoi non amare. Lui a Foggia ha emozionato: aveva quel quid in più che io definisco dell’artista. Era un artista del pallone - dice Stefano”.

“Scrivere un pezzo - gli fa eco Francesco - su quegli anni e su Franco Mancini per me è stato qualcosa di spontaneo perché l’ho vissuto in prima persona. Per noi quegli anni hanno costituito una realtà indimenticabile che cristallizzo nella frase “quell’amore raccontato sopra i muri di città”. Per noi è stata una realtà come il più bel sogno che ogni tifoso potesse desiderare: si andava allo stadio e ci emozionava a prescindere dal risultato”.

 

Quindi un testo emozionante che racconta emozioni. Non potrebbe essere altrimenti visto il nome del gruppo guidato da Francesco e Stefano Capasso: “Il nome Avenida - dice Francesco - in portoghese vuol dire via, viale e quindi un omaggio a nostra madre che è brasiliana. Anni fa - continua Stefano - eravamo a tavola e parlavamo di questo progetto: allora ho pensato ad Avenida perché significa anche percorso, strada da seguire”.

 

Un'idea nata nel 2019 per ricordare il Mancio nel centenario del Foggia: “Entrare nella storia di un personaggio così importante e amato ti dà sempre un po’ di timore, quindi bisognava farlo in punta di piedi. Però - dopo esserci preliminarmente confrontanti anche con altre persone che hanno conosciuto Franco - abbiamo capito che la canzone potesse fare breccia nel cuore della gente. È un omaggio fatto con il cuore. Inoltre non ci aspettavamo il video di Zeman. È stata una sorpresa stupenda, qualcosa di inaspettato. Fra l’altro, con le sue parole, il tecnico si rivolge a tutti i tifosi e non soltanto ai foggiani ma a chiunque abbia amato Franco Mancini”.

Versi che raccontano Franco Mancini e quel sogno chiamato Zemanlandia, lì a scandire le emozioni con "braccia grandi in mezzo ai pali e mille voli per fermare il tempo"... Franco, eccolo, eccoti qui.


 

IL VOLO DI UN CAMPIONE

La voce del “Volo di un campione” è di Francesco Capasso, Stefano Capasso al pianoforte, Giuseppe Capasso al basso e Luigi Capasso alla batteria, con la partecipazione dell'artista foggiano Francesco Magistro alle chitarre. La band ringrazia Sarah Sportaiuolo e Luca Delli Carri ai cori, Alfredo e Franco Coda, Michele Di Tonno, Mario De Vivo, Carmine Troisi, Antonio Di Donna, l'amministratore delegato della squadra Davide Pelusi e il Foggia Calcio. La produzione audio e video è a cura di Clab studios, con il ledwall e le luci di Pianeta Musica e Avl.





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *