Arkus, 10 mosse per prendersi il Palermo - Forza Palermo Calcio Giornale
COSA C'è DA FARE

Arkus, 10 mosse per
prendersi il Palermo

Arkus, 10 mosse per prendersi il Palermo



 

Il Palermo va avanti, il tempo stringe ma la proprietà non si ferma. La dead line del 24 giugno è lì a ricordare quello che va fatto ma anche quello che è stato fatto. Nei corridoi romani, così come in viale del Fante, sono abbastanza tranquilli. Ci sono riunioni, incontri e colloqui: di lavoro per rimettere in piedi la barca ce n'è tanto e tanto altro se ne dovrà fare. Proviamo a riepilogare

 

1. il Palermo ha ottenuto la proroga della convenzione dello stadio Barbera fino al 30 giugno 2020. Perché solo un anno? Perché dalla scadenza della convenzione tra Comune e club, datata 2014, da allora si è andato di anno in anno. Nel frattempo il sindaco Orlando ha garantito massima collaborazione con la nuova proprietà e in settimana è previsto un incontro tra le parti.

 

2. Il club ha ottenuto da parte della Federazione piena libertà d'azione e potrà operare ed essere rappresentata dall'attuale gestione societaria. Il passaggio non è formale perché riconosce a pieno diritto il passaggio dalla vecchia alla nuova gestione.

 

3. Dal 3 maggio, il giorno dell'insediamento ufficiale dell'Arkus Network con la firma dal notaio del passaggio delle quote, ad oggi la nuova proprietà del Palermo ha iniziato a saldare i debiti con piccoli e grandi fornitori. Uno dei debiti saldati è stato quello che il club aveva con il Calcio Sicilia che ha ospitato le attività del club.

 

4. Poi ci sono altre pendenze da chiudere. La più importante almeno per i conti è lo squilibro di 8,3 milioni di euro.

 

5. Altra pendenza sono i debiti fiscali pari a quasi 5 milioni di euro.

 

6. Per ottenere il nullaosta per l'iscrizione era necessario pagare gli stipendi dei calciatori e dello staff. Emolumenti che dovrebbero arrivare nella giornata di oggi. Nei giorni scorsi sono partiti i bonifici relativi alle ultime tre mensilità: marzo, aprile e maggio per un totale di altri 5,5 milioni di euro, incluse ritenute e contributi.

 

7. Entro lunedì poi è necessario presentare anche una fideiussione di 800mila euro. Lo scorso anno il Palermo dovette correggere il tiro perché la prima fideiussione non fu riconosciuta. Adesso invece, il club sta trattando con due istituti assicurativi per ottenere il via libera dalla Federcalcio.

 

8. E poi, c'è il debito ex Alyssa. Sul piatto ballano altri 20 milioni di euro con una scadenza precisa: 30 giugno. Per quella data va saldata anche questa annosa pendenza.

 

9. Altra grana è la sanzione comminata al Palermo per 500mila euro. Si attendono le motivazioni della sentenza del 29 maggio: per legge devono arrivare entro 30 giorni dalla pubblicazione della sentenza, ma ad oggi nulla è arrivato al club. E qui c'è il nodo perché la sanzione va pagata entro lunedì, ma senza poter leggere le motivazioni i legali del Palermo non possono sapere se appellarsi o meno alla decisione della corte federale d'Appello. Anche questa situazione va chiarita entro sette giorni.

 

10. E poi c'è il mercato. Qui la palla passa al direttore generale Fabrizio Lucchesi che sta operando una vera e propria rivoluzione. Si parte da Marino come tecnico e dal suo staff che verrà ufficializzato il primo di luglio. Poi, c'è la parte relativa ai calciatori: molte uscite per liberarsi dagli ingaggi più pesanti e altrettante entrate. Lucchesi sta lavorando sotto traccia, qualche nome filtra ma è presto per parlare di mercato. Chiuse le pendenze economiche-finanziare si penserà subito al mercato in entrata con le prime mosse per allestire una squadra competitiva per la serie B. I soldi? In parte verranno immessi dalla proprietà e in parte dal tesoretto che si otterrà dalle cessioni dei big.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

Nessuna ricapitalizzazione Vi spieghiamo le prossime mosse

 

 

Amichevole Palermo-Spal, non c'è ancora nulla di ufficiale

 

 

Frosinone-Palermo non finisce mai. Ricorso al CONI






1 commento

  1. Cittadino 33 giorni fa

    Da quello che capisco la gran parte di ciò che deve essere fatto entro il 24 è già stata fatta. I miei dubbi invece restano per la quota di 20 mln di Alyssa da fare rientrare entro il 30 ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *