Arcoleo: «Mirri come Barbera, il Palermo è tornato nostro» - Forza Palermo Calcio Giornale
INTERVISTA

Arcoleo: «Mirri come Barbera
il Palermo è tornato nostro»

Arcoleo: «Mirri come Barbera, il Palermo è tornato nostro»



 

Per il video di presentazione della nuova società Hera Hora è stato coinvolto anche Ignazio Arcoleo come immagine dell'appartenenza a Palermo. Ex giocatore e allenatore rosanero, Arcoleo si può definire il testimonial di questa rinascita dalla Serie D per arrivare il prima possibile in Serie A. Arcoleo è stato intervistato da Fabrizio Vitale per la Gazzetta dello Sport parlando del nuovo Palermo:

 

«Mi ha fatto molto piacere poter dare il mio contributo per la rinascita. E’ stato un grande privilegio avere fatto parte di questo video e lavorato con il regista Riccardo Lupo - ha detto Arcoleo - Sono pronto a dare il mio contributo anche per altre cose se me lo dovessero chiedere. Io stimato come allenatore? Mi riempie di gioia e di orgoglio questa stima per avere scritto da giocatore e da allenatore, con i miei ragazzi, delle pagine importanti, ma non spetta a me decidere».

 

MIRRI E DI PIAZZA

«E’ stata la soluzione più auspicabile perché la società è in mano ai palermitani. Numeri uno, in questo momento. Penso che i tifosi dovranno aiutare questa società con ogni mezzo. Rischio dualismo? Il rischio c’è, ma sono convinto che ci sarà armonia e compattezza, perché l’entusiasmo con cui sta partendo questa nuova società è contagioso anche per i diretti interessati, oltre che per i tifosi che vedo già in fibrillazione. Cosa bisogna fare? Formare una squadra forte per vincere il campionato e che sia pronta per la categoria superiore, in modo da arrivare in C con un gruppo con meccanismi già oleati. Bisogna lavorare sui giovani, sono il valore aggiunto per la programmazione di una società che si affaccia al professionismo. Proprietà straniera? Una proprietà miliardaria sarebbe venuta per investire e finito il business sarebbe andata via, ci saremmo ritrovati nella stessa tragica situazione appena vissuta. Sono per una proprietà duratura nel tempo, che abbia un attaccamento al territorio. Sarà un dovere di tutti noi dare un sostegno a un Palermo che è tornato nostro».

 

ALLENATORE

«Un allenatore, se è bravo, lo è in tutte le categorie, quasi tutti gli allenatori sono partiti dal basso, prendete Sarri. Il tecnico, però, dovrà stare al centro di una programmazione tecnica che duri più anni. Giocatori palermitani? Se ci sono palermitani che hanno grandi qualità, bisogna inserirli nella squadra, perché hanno motivazioni importanti. Il mio Palermo nel ’95 aveva il sacro furore di chi voleva dimostrare che i palermitani non sono secondi a nessuno. Non lo vedo come un limite, ma come un grande valore se c’è alta professionalità e qualità».


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

Ritiro: il Palermo ha scelto le Madonie

 

 

Entella su Mazzotta, ma il terzino aspetta il Palermo?

 

 

Sorrentino: «Futuro? L’idea è quella di continuare»






7 commenti

  1. Mau49 23 giorni fa

    A personaggi come questi , che calpestano la dignità umana,il massimo disprezzo oltre l'imperitura condanna storica di tutta la gente per bene quali noi siamo,orgogliosi del nostro patrimonio culturale.Per altre condanne ci affidiamo alla Magistratura.Vogliamo giustizia , a tutto tondo

  2. Mau49 23 giorni fa

    Indovinate chi?Beh , uno sceso dalle valli con sicumera baldanza e con una valigia piena di miliardi.,come ci ricorda un suo incallito aficionados,ben informato,vorace come uno squalo ed assetato di altri miliardi,che ha considerato noi ,poveri illusi ed appassionati,come straccioni e sudditi.Ma adesso si è ritirato come cane bastonato.Mi ricorda il bollettino della vittoria di A.Diaz che descrisse l'esercito Austro -Ungarico in disordinata ritirata dopo Vittorio Veneto.Già,chissà se il predetto personaggio ha radici Austro-Ungariche.Vico direbbe :Ricorsi storici.

  3. Mau49 23 giorni fa

    Barbera,il PRESIDENTISSIMO,palermitano DOC ,Gran signore;il vero PRIMO TIFOSO.Auguro al nipote Mirri tutte le fortune possibili.Sappiamo delle Sue risorse limitate,ma confidiamo nel Suo essere appassionato.Saprà cedere il passo nel momento opportuno.Abbiamo avuto altri presidenti,ma mediocri.Ma ne abbiamo avuto anche uno che è stato il peggiore di tutti , l'impostore.Indovinate chi ?

  4. Piero 23 giorni fa

    @Ovosodo da cosa proveniamo noi? da una squadra di campioni? hahahahahahah ma chi ti vivisti? Proveniamo da quattro scappati di casa che non sono riusciti a vincere i campionati di B più scarsi della storia, e con una proprietà di lestofanti e riciclatori di denaro come dice la procura. Mi sa che come uovo sei scaduto da tempo.

  5. Francesco 70 23 giorni fa

    Ufficiale Lame Rotanti è catanese....

  6. Aggregazione galattica lame rotanti 23 giorni fa

    Piccolo è bello. D diventerà bellissima. Ce ne innamoreremo rimanendovi per sempre, felici e contenti.

  7. Ovosodo 23 giorni fa

    Finiamola con le favole. Il Palermo dei picciotti è stata una cosa bellissima ma venivamo dal nulla. Oggi proveniamo da una squadra di campioni e vincente. ARCOLEO Grazie di tutto ma il tuo tempo è finito

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *