IL PENSIERO

«Palermo? Se mi chiamano...»
Parola a Rossi

«Palermo? Se mi chiamano...». Parola a Rossi



«Il Palermo occupa un posto speciale perché anche dopo anni me lo sento addosso: non è stato un amore effimero e penso di aver lasciato qualcosa che durerà per sempre».

 

Parole di Delio Rossi. L'ex allenatore del Palermo - dalle colonne de Il Giornale di Sicilia - ha parlato dei suoi ricordi sulla panchina rosanero e anche del presente. Di seguito una parte delle sue dichiarazioni.

 

«Dopo la partita mi commossi, perché sapevo che non sarei rimasto. Zamparini aveva altri progetti. Avrei voluto lasciare un trofeo, oltre a un bel ricordo».

 

SUL PRESENTE

«Vincere la Serie C non è facile. La cosa più importante è avere una società che sappia programmare, non per forza ricca».

 

INFINE, RITORNO

«Non voglio parlarne, non voglio mettere in difficoltà nessuno. Ho già lavorato con Castagnini e Sagramola, se mi chiamano…».


 

NEWS DI GIORNATA

 

DYBALA: "SCELSI PALERMO PER CRESCERE E GIOCARE IN SERIE A"

 

PALERMO, LE ULTIME DALL'INFERMERIA 

 

ZAMPARINI: "MI AUGURO CHE I CIMELI VADANO AL NUOVO PALERMO"

 

RAUTI: "CREDO NEI PLAY-OFF. SAREMO PRONTI"





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *