Chi è Antonio Ponte, l'italo-svizzero interessato al Palermo - Forza Palermo Calcio Giornale
CARRIERA

Chi è Antonio Ponte, l'italo-
svizzero interessato al Palermo

Chi è Antonio Ponte, l'italo-svizzero interessato al Palermo



 

Un nuovo nome per il Palermo si profila per acquistare la società, un imprenditore italo-svizzero che ha già avuto esperienza nel calcio professionistico essendo stato azionista del Siena dal 1999 al 2001 e proprietario della Carrarese e nuovamente del Siena dal 2014. Si chiama Antonio Ponte e ha già incontrato Zamparini per un colloquio conoscitivo, ma prima che la trattativa entri nel vivo conosciamo meglio l'imprenditore italo-svizzero.

 

 

La Gumina alla Samp: è fatta. Al Palermo 7 milioni e Rolando

 

Si è fatto strada dall'imprenditoria locale del marmo in Svizzera diventando titolare di una società finanziaria di Zurigo. Nato a Napoli nel 1951, a 12 anni emigra in Svizzera dove, dopo gli studi, intraprende una brillante carriera bancaria. Nel 1969 entra nella City Bankamericana e comincia la sua scalata ai vertici, nel 1987 fonda la Rai Finance, che si occupa di finanza e gestioni imprenditoriali. Ponte decide di vendere la società agli inizi degli anni duemila per trasferirsi in Toscana, terra di cui si innamora. La passione per il calcio fa il resto: entra nei vertici del Siena come azionista. 

 

 

Due gruppi interessati al Palermo, Zamparini tratta

 

Proprio così, Antonio Ponte è un appassionato di calcio: a soli 21 anni diventa manager del fratello Raimondo che, a 16 anni, diventa calciatore professionista del Grasshopper. Il fratello Raimondo si farà strada nel club elvetico indossando la 10 come centrocampista e ricevendo anche la chiamata della Nazionale ottenendo 36 presenze. Proprio con il fratello, nel 2014 torna da presidente al Siena per salvare la società toscana dal fallimento e ottiene la promozione l'anno successivo. Una volta tra i professionisti rivende la Robur Siena. Adesso è in cerca di qualcosa di più grande, riportare il Palermo in Serie A è una sfida ardua, ma Ponte è uno che di sfide ne ha vinte parecchie.






8 commenti

  1. Ludovico Grillo 04/07/2018

    no vi dimenticate del ex pregiudIcato Follieri

  2. Antonio Figuccia 04/07/2018

    Palermo merita di più molto di più... Ah! peccato i famosi 35.000 mila abbonati del 2005--2006 gridano vendetta...ma...scusate ma Torino con la suo Juventus cosa ha di piu di Palermo e del Palermo??????????????????????????........

  3. Mário Pacheco do Nascimento 04/07/2018

    Ou amigo, limpa boca, ante de falar de Maior Lider Wuoanna Marchi, d'acoooordo? 13 23 54 60 90 todas rotas tão t'accatterar tu o màgico Palermau meravigliau.

  4. wert 04/07/2018

    Questo è un'altro messo nell'amo del friulano per fare abboccare qualche abbonato... ..

  5. Il Moro 04/07/2018

    Blackmamba il tuo dubbio è anche il mio....

  6. Aldo Ferrara 04/07/2018

    Paolo che lavoro fai??

  7. Blackmamba 04/07/2018

    Avere rapporti con la svizzera e le banche svizzere può essere sempre comodo per l'indagato.... Non conosco questo soggetto ma il mio ^istinto animale^ mi fa un pò storcere il naso. Mi sa che se continua così la gente seria e perbene starà alla larga dal Palermo, mentre si faranno avanti solo personaggi ambigui (L'ultimo Alessio Sundas detto la Wanna Marchi di Firenze) che vedono un modo nuovo per fare soldi con il calcio, insomma il Palermo calcio UTILE SCHIAVO in un naturale passaggio negli intrallazzi. Speriamo solo sperare in un mezzo miracolo calcistico , altro non resta.

  8. Paolo 04/07/2018

    Dalla padella alla brace?..

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *