INTERVISTA

Amauri: «Palermo è amore eterno
Con Miccoli ci siamo divertiti»

Amauri: «Palermo è amore eterno. Con Miccoli ci siamo divertiti»



 

Che ricordi e che nostalgia Carvalho de Oliveira Amauri a Palermo. Quando parla lui si parla sempre dei suoi anni in rosanero. A Sky Sport l'ex attaccante è tornato sui dua anni in Sicilia quando, a detta di Riccardo Trevisani presente in studio, era "un mostro":

 

«A Palermo riuscivo in delle cose che mi riuscivano prima solo in allenamento. Poi ho coronato il sogno di giocare nella Juventus. Rifarei tutto, sono arrivato in un momento difficile societario per la Juve, ma lo rifarei di nuovo. In quel biennio la Juve non aveva la società che ha oggi, non c'era questa organizzazione purtroppo. Io sono capitato in quel momento, poi alcuni sono rimasti e hanno avuto la possibilità di vincere, io sono arrivato settimo. Guidolin è stato l'allenatore che è riuscito a far emergere il meglio di me e di farmi avere la giusta continuità. Dico anche Pillon, che mi ha cresciuto molto».

 

GLI ANNI A PALERMO

«2 anni a Palermo sono stati incredibili. Ne parlo ancora oggi con mio figlio. Rivedo le mie giocate, quel passaggio no look a Miccoli...era tutto istinto. Giocavamo bene insieme, io giocavo per loro e i miei compagni giocavano per me. Cosa significa per me Palermo? Per me sarà un amore eterno, una volta sono andato via da lì e sono diventato tifoso rosanero. Io ringrazio davvero il popolo palermitano, mi hanno fatto sentire un'emozione incredibile, loro hanno questo affetto nei miei confronti. Giocare con Miccoli? Fabrizio è mio fratello. Parlare di lui è inutile, è un fenomeno. Peccato che abbiamo giocato poco insieme, ma quell'anno lì ci siamo divertiti insieme. Contro la Juve è stato bello, feci due bei gol a Buffon, poi la vinse Cassani che non rifarebbe mai quel gol. Cosa mi manca di più della Sicilia? Il panino con la milza, le panelle e le grigliate delle domeniche quando non c'erano partite».


ALTRI ARTICOLI

 

UFFICIALE CHE NON SI SA ANCORA DOVE GIOCHERA' IL PALERMO

 

DI PIAZZA: «GRAZIE DI CUORE PERGOLIZZI»

 

GHIRELLI, SERIE C: «NON SIAMO IN GRADO DI TORNARE A GIOCARE»

 

SIBILIA: «DECISIONE PRESA A TUTELA DELLA SALUTE DI TUTTI»

 

DI PIAZZA: «HA IL SAPORE DELLA SERIE C»

 

UFFICIALE - STOP AI CAMPIONATI DILETTANTI, IL COMUNICATO

 

CONSIGLIO FEDERALE: B E C AVANTI, STOP ALLA SERIE D

 






4 commenti

  1. Bugia 4 giorni fa

    ..se fosse stato sostituito degnamente quando s'infortunò..

  2. Tazio Nuvoletti 4 giorni fa

    Se non si fosse rotto in quel maledetto gennaio....

  3. PROFESSORE 5 giorni fa

    Amore postumo, dichiarato ORA con ricorrenza stucchevole, ma io non dimentico: a partire dalla fine del primo campionato fino al giorno della sua partenza, il suo procuratore (col suo consenso, CERTO) abbanniava la mercanzia ogni giorno, incessantemente, senza nessun rispetto per i tifosi. Peggio di una telenovela, il loro linguaggio e la loro mentalità. Se lo tenga per lui il teatrino dell'amore postumo.

  4. Rubini 5 giorni fa

    Amauri-Miccoli. Un Palermo da scudetto! Secondo Totti e Del Piero, due tra i più grandi fuoriclasse della Storia Del Calcio Italiano. Indimenticabile.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *