INTERVISTA

«Dico Palermo». La lotta al
vertice vista da chi gioca in D

«Dico Palermo». La lotta al vertice vista da chi gioca in Serie D



 

Oramai tutti i protagonisti del Girone I si lasciano andare un parere sul duello fra Palermo e Savoia. Anche Pietro Sicignano, difensore centrale dell'Acireale, ha fatto un commento su questa lotta per il vertice e sul momento della squadra rosanero. Sicignano è stato intervistato da Tuttoseried.com e ha parlato anche della sua condizione:

 

«Contro il Palermo ho avuto un infortunio ma ciò non mi ha fermato perché anche con qualche acciacco sono sceso sul terreno di gioco contro Giugliano e Savoia. Attualmente sono nel pieno delle mie forze e pronto per dare il massimo apporto anche nella seconda parte di stagione. Su diciannove gare diciassette volte sono partito da titolare. Questo fa capire che il mister ripone molta fiducia in me».

 

LOTTA PALERMO-SAVOIA

«Dico Palermo. Ha dimostrato di avere una squadra e una struttura societaria importante. Deve capire però che gioca in Serie D, deve immedesimarsi totalmente in questa realtà come fanno anche le altre formazioni, cosa che fece ottimamente il Bari lo scorso anno. Non bastano solo i nomi in questa categoria o il blasone. Il Bari si è ha adottato fin da subito la mentalità giusta per questo campionato. Il Palermo ancora fatica ad abituarsi a giocare in trasferta. In casa, invece, se lasci spazio agli avversari di certo non tirano il freno a mano ma cercano di metterti in difficoltà: proprio come abbiamo fatto noi».


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

 SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

ALTRI ARTICOLI


GDS - DIFESA A TRE E TERZINI SPECIALI. PERGOLIZZI RIVEDE IL PALERMO

 

PALERMO, È CRISI IN ATTACCO. RICCIARDO NON SEGNA PIÙ

 

PALERMO - «TENENTE ONORATO» MANCA POCO. SABATO AL BARBERA

 

PALERMO, OGGI LA RIUNIONE PER IL CENTRO SPORTIVO. LA SOCIETÀ...





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *