PARLA SPADAFORA

«Club si adeguino alle regole
come altri sport»

«Club si adeguino alle regole come altri sport»



Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha parlato su Rete 4 delle ultime evoluzioni nel mondo del calcio, nella fattispecie della richiesta di modifica del protocollo di sicurezza chiesto dai club di Serie A

 

"Con l’evoluzione dei prossimi dieci giorni, se la curva del contagio ce lo consentirà, massima disponibilità da parte nostra a rivedere in maniera meno stringente anche questa regola. Nessuna ostruzionismo e nessuna volontà di creare difficoltà”.

 

Sui ritiri blindati

"Se il campionato riparte il 13 giugno? Lunedì dovevano riprendere anche gli allenamenti del calcio sulla base di un protocollo che la Figc e la Lega calcio mi hanno proposto un mese fa, ma ora le squadre ritengono di essere in difficoltà e per cominciare l’autoisolamento lunedì non avrebbero le strutture, gli alberghi, i centri adatti per poterlo fare. Apprendiamo la cosa con sorpresa: lo avevano proposto loro, non glielo avevamo chiesto noi o il Cts. Se non sono in grado di farlo ne prenderemo atto; si adattino alle regole degli altri sport, come il distanziamento”.


 

ALTRI ARTICOLI

 

IL CALCIO ITALIANO IN OSTAGGIO DELLA SERIE A. ANCHE IL PALERMO

 

SORRENTINO RICORDA LA NOTTE DELLA SALVEZZA

 

FOGGIA, IL PRESIDENTE «DOBBIAMO ANDARE IN C. NOI E IL PALERMO..»

 

GRAVINA: «IL PROTOCOLLO VA CAMBIATO. CI SARA' UNA RIFORMA»

 

CORONAVIRUS IN SICILIA, ZERO DECESSI IN DUE GIORNI

 

CREMONESE, AGAZZI LASCIA: «IL CALCIO PASSA IN SECONDO PIANO»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *