PARLA IL VICEPRESIDENTE

«Cambiare la struttura del
nostro calcio» L'idea AIC

«Cambiare la struttura del nostro calcio» L'idea AIC



Continua il caos nel mondo del calcio tra chi vuole riprendere il campionato e chi preferirebbe dire basta e pensare alla prossima stagione. In tal senso il vicepresidente dell'Aic Umberto Calcagno ha detto il suo pensiero.

 

"L’importante - riporta il portale Sportmediaset - è riprendere a giocare, ovviamente garantendo la sicurezza necessaria. Solo così si può pensare di tamponare la crisi che si è venuta a creare. Poi però bisogna cambiare la struttura del nostro calcio. Si parla sempre del calcio come un mondo dorato, in realtà il 50% dei calciatori professionisti guadagna meno di 50 mila euro lordi all’anno e questa percentuale si allarga al 70% se si considera il totale dei tesserati, visto che il 70% dei professionisti lavora in club di LegaPro".


 

 

• SERIE A A PALERMO, DA IPOTESI A POSSIBILITÀ

 

• BOSCAGLIA A FP.IT: «PALERMO? HO UN SOLO PENSIERO»

 

• «TROPPA GENTE IN GIRO». SI STUDIA UNA NUOVA STRETTA

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *