A. Filippini: «Contro la Lazio non servirà la spensieratezza» - Forza Palermo Calcio Giornale
IL DOPPIO EX

A. Filippini: «Contro la Lazio
non servirà la spensieratezza»

A. Filippini: «Contro la Lazio non servirà la spensieratezza»



Sono passati tanti anni, ma è difficile dimenticare l’emozione di quel 29 maggio 2004, quando il Palermo si giocava la promozione in Serie A contro la Triestina. La nuova Serie A sarebbe stata per la prima volta a 20 squadre e i rosanero di certo non potevano mancare a questo evento storico.

 

Una serata ricordata da tantissimi tifosi palermitani, piccini e non, perché quella vittoria arrivò in una cornice di Barbera gremito di tifosi che sventolavano bandiere e sciarpe rosanero.

 

Quella sera, oltre al solito Toni autore di una doppietta, c’è stato un altro protagonista: Emanuele Filippini, autore di un assist e della rete che mise fine ai 34 anni di assenza dal massimo campionato italiano. Noi oggi però non abbiamo intervistato Emanuele, ma uno che oltre al cognome ha lo stesso viso: Antonio. In quel grande Palermo allenato da Guidolin a centrocampo avevamo i ‘’Gemelli Filippini’’.

 

Durante la nostra intervista l’ex centrocampista rosanero ci ha proprio parlato dei momenti vissuti nel Capoluogo siciliano e come di fatto sia entrato nella storia del club di Viale del Fante:

 

«Mi ricordo che eravamo una grande squadra per la serie B, avevamo grandi campioni in squadra come Corini, Grosso, Zauli, Toni e tanti altri che rendevano la squadra davvero fortissima. Poi l'affetto della gente di Palermo ha reso tutto ancor più bello».

 

Antonio Filippini è doppio ex della prossima sfida di campionato tra Lazio e Palermo e ha voluto esprimere il proprio parere sulla partita:

«Sicuramente la spensieratezza del Palermo è un’arma che potrebbe mettere in difficoltà la Lazio, detto questo però la Lazio ha una forza e una qualità incredibili che sicuramente le faranno ottenere la vittoria. Non serve la spensieratezza per fare risultato».

 

Come vede il futuro in casa Palermo?

 

«Spero riescano a ricompattare tutto l'ambiente e tutta la società per fare un gran campionato di Serie B, perché quello cadetto è un campionato difficile e se non è preso bene può fare intaccare in qualche problema».

 

Cosa direbbe ai tifosi palermitani che in questo momento stanno vivendo questo periodo davvero difficile per la loro squadra?

 

«Tifare ancora Palermo, perché il Palermo ha bisogno di sostegno e di prendere con entusiasmo il prossimo campionato come la gente di Palermo sa fare».






5 commenti

  1. Chiara 20/04/2017

    "Chiara 1 giorni fa Questa come vi pare? YW&F è l'acronimo di Young, Wild & Free, titolo di un famoso brano di Snoop Dogg, famoso rapper americano miliardario (in dollari). E se fosse lui?". Giornale di Sicilia odierno: "Quelle tre lettere fanno comunque pensare a tre aggettivi («young», «wild» e «free»)". MarcelloLn mi sto proprio divertendo.

  2. Isatacuracaticachi 20/04/2017

    Sul fatto che al momento ci sia il nulla non posso che darti ragione, io per natura cerco sempre di essere positivo e non voglio pensare a niente che non sia il bene per la mia città. Può sembrare anche infantile come cosa...ma la voglio vedere con positività tutta questa faccenda!!

  3. Claudio P. 20/04/2017

    Il nulla che c è. O se preferisci il nulla che calcisticamente è stato annunciato. Anche l operazione Milan, la più vicina per modalità generali a quella del Palermo, ha visto prima un front office, Fassone, con esperienza sul campo. Qua c è ancora il niente, l aria.. immagino che si dirà che bisogna dare tempo alla nuova proprietà, e che l anno prossimo sarà di transizione. Chiaro che mi auguro di sbagliare e che rivedremo subito dopo il 30 una idea di Spa ordinaria e normale, no straordinaria, normale.

  4. Isatacuracaticachi 20/04/2017

    @Claudio P...cosa te lo dice

  5. Claudio P. 20/04/2017

    Qualcosa mi dice che il prossimo campionato il palermo non sale

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *