LA RISPOSTA

Vendita merchandising e store
ufficiali: il comunicato

Vendita merchandising e store ufficiali: il comunicato del club

A seguito del post polemico pubblicato questa mattina dal Palermo Footbal Store sulla propria pagina facebook (CLICCA QUI) in cui si accusava la nuova società rosanero di aver vietato loro la vendita dei prodotti Kappa, è arrivata la risposta sul sito ufficiale del club rosanero:

 


"Anche al fine di evitare ogni possibile confusione con precedenti terze attività commerciali che nulla hanno a che fare con la SSD Palermo - e comunque per espressa ed indipendente libera scelta commerciale, nonché al fine di tutelare i nuovi valori sociali che si stanno portando avanti - il Palermo comunica che la gestione del merchandising sarà di controllo diretto e non delegato a terzi, e che avvierà prossimamente anche una propria piattaforma per la vendita on line esclusiva dei suoi prodotti.
Ciò anche con l'obiettivo di garantire tutte le dovute certezze al pubblico in ordine alla autenticità dei prodotti stessi. Il nuovo modello commerciale, inoltre, finalmente consentirà di raggiungere al meglio , nel medio e lungo termine, i molti tifosi rosanero presenti in tutto il mondo".






23 commenti

  1. Franco 14 giorni fa

    rubini, da foto ripugnante. Altro che adorazione, ti prendono per i fondelli in tutti i siti di Palermo.

  2. Chi non zompa è zampa 14 giorni fa

    Troll etilico

  3. Totuccione 14 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  4. Rubini 14 giorni fa

    GIGIniello, GIGI tutto maiuscolo, in adorazione, alle due di notte. Assillo, idolatria. Attaccato come una c***a, scxxfo!!

  5. Marcello La Nuci 15 giorni fa

    Sono d'accordo con Franco, invece il comportamento di rubini lo ritengo intollerabile, fastidioso, irrispettoso, e lo contesto. Marcello La Nuci.

  6. Chi non zompaè zampa 15 giorni fa

    Io non ho mai letto commenti più sballati di quelli del vedovo rotante: cioè: Poiché non può esserci altro Palermo che quello dell'idolatrato MZ non deve esistere più il Palermo. Nè Mirriese, né Colellese, Nè Ferrarese. Nulla. Si deve solo aspettare che la vecchia società, nell'ipotesi non fallisca, possa ri-accedere nel calcio che conta, per far contenti i vedovi-troll e comunque, il truffaldo, non c'entra nulla co' sto casino. Ma si può essere più ........ non ho più aggettivi, questi si offendono per ci.......ne o per faccia di b.....zo però possono dire agli altri mafiosi o che puzzano....

  7. Francesco 70 15 giorni fa

    Si il pac...di tua sorella...

  8. Fabio 15 giorni fa

    Ricordiamoci che in D gli incassi sono miseri quindi il merchandising diventa fondamentale non è come qualcuno che si ammuccava 40 mln di diritti o paracadute l'anno

  9. Aggregazione galattica lame rotanti 15 giorni fa

    Ma cosa dice mai @Blackmamba? La Mirriese è nata proprio con la dimensione sociale nel suo DNA, Partecipazione, Cuore, Appartenenza (PAC): mai più plusvalenze, 'contro il calcio moderno', come recita il motto delle iniziative di 'Calcio popolare', alle quali partecipa con regolarità un certo Dario Mirri. Il dilettantismo è la dimensione perfetta per tali intendimenti e bisognerebbe a tal proposito evitare a tutti i costi la promozione in C. #controilcalciomoderno

  10. Blackmamba 15 giorni fa

    MI auguro che i titolari degli store trovino un accordo con la nuova proprietà. Ma METTIAMOCI BENE IN TESTA che benefattori nel calcio non esistono e GIUSTAMENTE tutto quello che tramite abbonamenti, merchandising, sponsor, plusvalenze, ecc ecc porta denaro alle casse del Palermo, va benissimo. In passato avveniva che l'80% se lo tratteneva l'arrestato e il resto veniva speso per la squadra. Oggi se Mirri incassa sia per se che per fare crescere il Palermo ben venga tutto. Unico appunto l'azionariato i cui tempi a mio avviso non erano maturi per come è stato posto.

  11. AntiZampariniForEver 15 giorni fa

    Anche di Domenica (e vedi che novità) i troll/strisciati/leccxixi gettano insinuazioni prive di alcuna fondatezza, ma eccomi qua per smentire prontamente. Andiamo al dunque, azionariato popolare: Mercoledì 2 ottobre i soci fondatori di AmiciRosanero incontreranno, a partire dalle ore 18,30 a Villa Lampedusa, tutti coloro i quali hanno già manifestato la propria intenzione di far parte del progetto. L’occasione servirà per far conoscere i passi che verranno seguiti da qui al 31 ottobre, data ultima per l’invio della comunicazione all’SSD Palermo!

  12. Rubini 15 giorni fa

    Le vecchie e gloriose maglie del Palermo? Le ultime rimaste saranno messe in vendita (a sconto 'Fuori tutto') poi si abbasseranno le saracinesche. Chi verrà al posto di questi 'Store'? L'ultima volta a Palermo, una mattina, seguendo un'indicazione, mi sono smarrito. Via Di Stefano (c'era il cinema Diana, una volta), poi una piazza (Ristorante Sperlinga ics) poi Prezzemolo, un po' scolorito. Quindi ancora avanti e avanti, sino ad un punto che si potrebbe chiamare 'Day After'. Nessuna traccia umana. Tutto chiuso. A parte, d'un tratto, la luce della memoria, il Bar Mazzara e le Maria Stuarda.

  13. Franco 15 giorni fa

    Rubini, secondo me confondi la presa in giro con l'idolatria perché i non vuoi accettare che ti prendono tutti per il c... E poi, vista la foto, fa scantari i picciriddi, altro che idolatria ahahahah

  14. Aggregazione galattica lame rotanti 15 giorni fa

    Infatti, @Cittadino, manteniamo viva la passione per il Palermo migliore di sempre... Sì alla vendita delle vecchie e gloriose maglie! Una questione diversa: sarà possibile acquistare la Mirriese nel suo store online? È inoltre: come sta andando l'azionariato popolare?

  15. Fabio 15 giorni fa

    Tranquilli rubini Marcelli tra poco negli store saranno disponibili le nuove maglie della vecchia società a strisce bianche e nere

  16. Rubini 15 giorni fa

    @Marcello La Nuci. Immagini, fotografie conservate da anni, ora dati anagrafici, lievemente modificati, come sui diari rosa le adolescenti timorose e fragili, in mezzo ai cuoricini. Si chiama IDOLATRIA. Messaggi irrefrenabili. Chi è, lo sapete. Ha provato persino dei contatti su canali privati, anche attraverso suoi amici (che faccia, che facce!). Adorazione, innamoramento disperato, assillo.

  17. Fabio 15 giorni fa

    Cittadino hanno provato a ordinare le magliette del Nuovo Palermo non si parla di quelle delle vecchie non girare la frittata. Io non ci trovo nulla di male, avevano un accordo con la vecchia società, si accordassero con la nuova per diventarne store ufficiale . Tutte le società importanti gestiscono il merchandising direttamente.

  18. Cittadino 16 giorni fa

    Se gli Store di via Maqueda vendono i prodotti della vecchia società (peraltro ancora non fallita), prodotti frutto di accordi pregressi e non annullabili; prodotti che portano il logo del vecchio Palermo (ancora di proprietà di quella società), non vedo che cosa dovrebbe proibire la nuova società. Si tratta di prodotti diversi che fanno capo a due società diverse anche se adottano gli stessi colori.

  19. Marcello La Nuci 16 giorni fa

    E meno male che, secondo i suoi nemici era Zamparini tutto mio.

  20. Rubini 16 giorni fa

    Appartenenza !!! ahahahah NO alla Mirriese!

  21. Francesco 70 16 giorni fa

    Anche a me non piace l'idea del negozio on line.Credo che anche il Palermo,debba avere il suo store.Un punto di ritrovo per i tifosi in città,colorato di Rosanero.Per me occorre trovare un accordo,con i precedenti gestori,oppure nuovi store,gestiti dalla società...

  22. Giuseppe 67 16 giorni fa

    Credo che in questo caso la società stia sbagliando, trovare un accordo con i due punti vendita già esistenti, più quello che hanno descritto non era così complicato, vorrei capire se ci sarà un punto fisso dove andare cosa semplice da fare, invece qui leggo soltanto piattaforma solamente online, credo molto sbagliato

  23. AntiZampariniForEver 16 giorni fa

    Su questa posizione di accentrare tutto non sono molto favorevole è uno stile di business ormai del tutto superato, bisogna dare a Cesare ciò che è di Cesare...non si può fare il tuttologo alla fine la paghi! Spero di sbagliarmi! #OltreLaCategoria

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *