PATRON A PALERMO

Stadio nuovo e presidente
La visita di Zamparini

Stadio nuovo e presidente. La visita di Zamparini



Una visita non proprio improvvisa quella di ieri a Palermo del Patron Maurizio Zamparini.

 

Arrivato a ‘’Boccadifalco’’ per parlare con la squadra e dei loro ingaggi, l’imprenditore friulano ha incontrato il sindaco Orlando e diversi imprenditori locali per cercare di sistemare gli ultimi dettagli per la cessione del club.


LEGGI:

ORLANDO SUL NUOVO STADIO: «IL COMUNE VALUTA OGNI PROPOSTA»


 

Come confermato dallo stesso patron ieri (clicca qui) la società è a lavoro per dare certezze agli acquirenti, soprattutto per quanto riguarda la costruzione dello stadio nuovo.

Dopo una serie di problemi legati alla convenzione per l’utilizzo del ‘’Renzo Barbera’’, Zamparini ha comunicato che avrà a breve un incontro con il comune per stabilire tempi e modalità per la costruzione del nuovo stadio. Proprio lo stadio sembrerebbe essere uno degli elementi fondamentali per lo sviluppo della trattativa con il gruppo americano.

 


LEGGI:

ZAMPARINI: «OGGI INCONTRO ORLANDO PER IL NUOVO STADIO»


 

Tra le novità emerse dalla giornata di ieri, anche quelle in merito ai membri del consiglio di amministrazione della società. Durante la visita al campo di allenamento della squadra, oltre al patron erano presenti il presidente di Sicindustria Palermo Alessandro Albanese, che in questi giorni ha aiutato il Palermo a trovare la nuova fideiussione, e Vincenzo Di Fresco, figlio di Maria Falcone e dirigente di Unicredit. Proprio il nome di quest’ultimo, stando a quanto riportato dal Giornale di Sicilia, è tra i papabili per diventare il nuovo presidente del consiglio di amministrazione.

 

Il patron Zamparini, tuttavia, ha dichiarato: «Vincenzo è un amico ed è presidente della Fondazione Falcone, ma è più facile che venga nominato Ponte». L’italo-svizzero «non è legato in alcun modo al fondo americano e anche per lui vale lo stesso discorso- continua Zamparini-, ambire all’Europa senza stadio è impossibile».

 

Una giornata ricca di novità e incontri importanti per il patron, che potrebbe finalmente essere vicino alla cessione del club.






5 commenti

  1. Beddamatri 20/09/2018

    Ahahahahahahah Isso è 'o costruttore, isso è 'o americano

  2. noitifosidelpalermo.jimdo 20/09/2018

    Servono i fatti, altrimenti è meglio non parlare..

  3. Il Moro 20/09/2018

    Il sindaco...il sindaco lo sa fare

  4. Blackmamba 20/09/2018

    Ambire all'europa.... solo questa frase meriterebbe l'oscar del disgusto. Ma ancora cè chi crede a questo bugiardo pagliaccio? Non ha i soldi (dice lui) per allestire una buona squadra in B e parla di stadio, centro sportivo e traguardi prestigiosi. Incassa senza investire e la procura gli è addosso, fa tutto tranne che calcio, e ancora millanta incontri e investitori filantropi...ma i palermitani si sono ridotti a essere così idioti da andare ancora allo stadio? Spero vivamente si rimanga in B, senza incassi questo speculatore non ha cosa fare a Palermo.

  5. AquilaRosanero 20/09/2018

    Mai chi si firassi a venire a Palermo per stoccarsi il collo per andarsi a vedere una partita. Siccome lo spettacolo è indegno, lui vorrebbe almeno rendere presentabile lo stadio.... Non ce ne libereremo più di questa piaga.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *