PALAZZO DELLE AQUILE

Stadio, maglie e
azionariato: parla Mirri

Stadio, maglie e azionariato: parla Mirri



Giornata di presentazioni oggi per il Palermo, che si è recato a Palazzo delle Aquile dinanzi al sindaco Leoluca Orlando e al Consiglio Comunale. Al termine della presentazione il presidente Dario Mirri è intervenuto su alcuni temi come lo stadio, l'azionariato popolare e il museo rosanero:

 

 «Lo stadio e il centro sportivo sono nei nostri desideri. Rendering stadio? È uno di quelli che ci è stato proposto. Ma anche quando abbiamo presentato domanda a luglio un altro architetto si era proposto».

 

AZIONARIATO POPOLARE

«È un progetto che abbiamo proposto. Abbiamo avviato questa iniziativa. Due proposte di centinaia di tifosi che stanno partecipando per il sogno del centro sportivo. Se siamo bravi, fortunati e capaci ci vuole il tempo che ci vuole. I risultati sportivi non si comprano. Gli obiettivi si guadagnano. Maglia? Entro dicembre ci dovrebbero essere novità».

 

MUSEO 

«Giovanni Tarantino si sta occupando di raccogliere tutte le testimonianze dei tifosi. Il mio sogno è quello di aprirlo entro il 2020. Dipendenti vecchio Palermo? Abbiamo assunto 5 dei vecchi dipendenti, speriamo di raggiungere un fatturato significativo. Tutti e 27 dipendenti della vecchia società meritano il lavoro. Sicuramente i diritti verranno rispettati nei limiti delle capacità della società».






8 commenti

  1. Alessandro 12 giorni fa

    Adesso capite perché il signor Zamparini non ha mai venduto e ha fatto vari tentativi di recite scolastiche di vendite false ad arabi, baccaglini, americani, inglesi, tuttolomondo? , adesso capite perché ho sempre detto che Zamparini non vendeva neanche morto? Adesso capite perché ho sempre detto che Zamparini ha rubato centinaia di milioni? Adesso capite perché mi incazzo quando sento dire che vogliono ridurre lo stadio a 24mila?adesso capite che Palermo è tra le piazze migliori al mondo e dobbiamo lottare per la Champions? Adesso vedete con i vostri occhi che non abbiamo niente da invidiare

  2. Davide 12 giorni fa

    Non si deve ridurre la capienza, non capisco questo ridimensionamento quando anche in d vengono ventimila spettatori, siamo l'unica grande città che pensa sempre in piccolo...se non si hanno le disponibilità per fare un grande impianto si facciano piccoli interventi ed il centro sportivo, in attesa di nuovi capitali e di altri palcoscenici! Dobbiamo crescere non ridimensionarci...il rendering proposto con quella capienza può andar bene a realtà come Cesena o Frosinone...non a Palermo!

  3. GINO 12 giorni fa

    PERCHE' NON PRENDERE IN CONSIDERAZIONE IL PROGETTO , ALLORA COMMISSIONATO DA ZAMPARINI ? MALGRADO TUTTO , SEMBRA un OTTIMO PROGETTO.

  4. Finanziere 13 giorni fa

    Vincerle tutte fino alla promozione aritmetica! (dopodiché possiamo anche perderle tutte, tanto, che c’entriamo noi con la D?)

  5. noitifosidelpalermo.jimdo 13 giorni fa

    Bisogna ritornare almeno in serie B entro due stagioni, ritengo che in questo momento storico i soldi vanno spesi per la costruzione di una squadra forte. Per lo stadio c'è tempo.

  6. stadio 13 giorni fa

    Senza capitali il calcio che conta cioè la serie A rimane utopia, potrebbe essere difficile mantenere anche l'eventuale categoria di serie B come difficile potrebbe essere ottenere la promozione in serie B come è accaduto in entrambi i casi a Palermo negli anni 90, in quel caso il Palermo era in mano a imprenditori locali come oggi.

  7. Yes 13 giorni fa

    Voglio il video messaggio di tuttolomondo.

  8. Alessandro 13 giorni fa

    Entro dicembre novità? Quindi ste maglie in quale anno verranno?

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *