VICE-PRESIDENTE

Progetto Serie A e Palermo
nel mondo: parla Di Piazza

Progetto Serie A e Palermo nel mondo: parla Di Piazza



Parla Tony Di Piazza. Il vice-presidente del Palermo, presente ieri allo stadio "Renzo Barbera" per assistere al match contro il Savoia e inondato dal calore dei tifosi prima del calcio d'inizio, ha commentato ai microfoni di Tgs Studio Stadio la prima sconfitta stagionale degli uomini di Pergolizzi per poi soffermarsi sui progetti a lungo termine della società e della crescita del marchio Palermo nel mondo:

 

«Avrei voluto vedere una partita diversa. Eravamo consapevoli che il Savoia era una squadra forte, questo mi ha spinto a venire in città. Ai ragazzi dopo la sconfitta ho detto che adesso devono vincerne dieci e poi possono perdere un’altra gara (ride, ndr). Non prendo come scusa l’arbitraggio, anche se ad essere sinceri ha influito e ha condizionato i ragazzi»

 

PALERMO NEL MONDO

«L’attenzione nei confronti del Palermo è aumentata, questo anche perché ci sono io che sono italo-americano. È anche nato il primo fan club del Palermo a New York. Ci sono già arrivate richieste dalla Germania, dalla Florida e anche dal Canada. Mi sarebbe piaciuto portare a Palermo Giuseppe Rossi, un italo-americano come me, ma lui ha altre ambizioni. Stiamo lavorando anche alla Tournée in America, ho fatto una promessa alla squadra. Se dovessimo vincere il campionato ci impegneremo per farla».

 

PROGETTO E FONDI

«Il mio obiettivo era dare una mano al Palermo per la rinascita. Ho diversi impegni e non avrei avuto la possibilità di essere spesso a Palermo, per questo non ho rilevato la maggioranza delle azioni. Abbiamo l’obiettivo di riportare il Palermo nel calcio che conta nel minor tempo possibile, poi si vedrà. Vogliamo rispettare il nostro progetto triennale. In tre anni vogliamo riportare il Palermo in Serie A. Poi si troveranno i fondi per mandare avanti la squadra. Mi sono arrivate alcune richieste da persone interessate per entrare nel nostro progetto. Siamo ripartiti da zero, adesso facciamo un passo alla volta».

 

ACCOGLIENZA

«Di ieri mi è rimasta un’emozione speciale, quella di incontrare i tifosi e l’accoglienza che mi hanno riservato: una cosa che non dimenticherò mai. Ero molto fiducioso sin dall’inizio nelle capacità della società, Sagramola, Castagnini e Pergolizzi hanno messo insieme in tempi rapidi una squadra che sta dimostrando di essere all’altezza. È andata bene perché. È stata costruita bene»

 

MARCHIO

«Questo risveglio che c’è a Palermo si sta manifestando anche oltreoceano, a New York mi chiamano dappertutto e sono felicissimi. La domenica mattina vengono al club per assistere alla partita. È un risveglio della sicilianità e della sportività. Il nostro obiettivo come società e riportare il Palermo dove merita di essere, passo dopo passo, serie dopo serie. L’impegno di riportare i rosanero in serie A c’è da parte di tutti. Io ai tifosi dico di continuare a sostenere la squadra che non vi deluderà».






20 commenti

  1. Franco 27 giorni fa

    Il moderatore pubblica il commento dove un utente scrive che chi la pensa diversamente da lui è 'testa di... legno' e che certi utenti gli fanno schifo. Ma censura il mio commento dove scrivo semplicemente che il disgusto lo provoca la 'malattia atavica' che è la voglia/pretesa di essere assistiti, addirittura ora pure per il calcio considerato elemento di appartenenza e rappresentativo della città (non solo del presidente fesso che dilapida i propri soldi per il piacere dei tifosi), aggiunta alla furbizia(?) di volersi divertire e sentirsi grandi nel calcio SOLO grazie ai soldi degli altri.

  2. Il Moro 28 giorni fa

    Un saluto anche se nn ci conosciamo....al tifoso ciuridduscainius24, era da molto che nn scriveva...

  3. Franco 28 giorni fa

    Se non capite, entrambi gli assistiti, vi spiego meglio: voi tifate per senso di appartenenza per la squadra che vi rappresenta, che porta il nome della città (non dell'azienda Mirri-Di Piazza) e che merita di partecipare in misura del valore economico della piazza. Se valete 4 milioni - come quest'anno - meritate la serie D. Voi non dovete regalare soldi, ma volete fare i tochi coi soldi degli altri? Il calcio non è azienda dove si realizzano guadagni (per i proprietari delle quote), i proprietari, al limite, devono partecipare economicamente in misura SOLO dei benefici di immagine ricevuti.

  4. stadio 28 giorni fa

    Franco io da tifoso non devo regalare denaro a nessuno, Mirri, dI Piazza sono due imprenditori come tutti gli imprenditori investono x un loro ritorno economico, se non ci riescono sono fatti loro, io non ho l'obbligo morale di acquistare il biglietto stadio. Franco hai confuso il calcio fatto di capitali,profitti con la beneficenza.

  5. chi non zompa è zampa 28 giorni fa

    i due troll rubini&lame teorizzano che non può esserci stato, in ogni tempo e in ogni luogo persona migliore di MZ. Può esserci stato o potrà esserci Cairo o De Laurentis o Ferrero. No. Solo MZ, anche quello degli ultimi tempi, può essere stato l’unico monarca possibile per noi. La speranza di poter scrivere una pagina in tutti i modi diversa dalle ultime deve essere frustrato, per impedirci di essere migliori di quello che siamo stati, cioè dei sudditi inermi. Come dire: si, la mafia fa schifo però dava lavoro. Comunque sempre complimenti a FP che scambia il pluralismo per l'indifferenziata

  6. Yankee Doodle 28 giorni fa

    Il vero palermitano tifa JUVENTUS. Il resto non conta.

  7. CiuridduScaiNius24® 28 giorni fa

    Sarò un sentimentale ma a prescindere da tutto sia Mirri che Di Piazza, a pelle si capisce che sono due brave persone oltre che dei validi imprenditori. Aria pulita rispetto alla Gotham city di viale del Fante in cui c'eravamo ridotti. A tal proposito ricordo Joker con un ineguagliabile Joaquin Phoenix. Uno dei film più belli di sempre. Profondo, drammatico, suggestivo, Tutti noi siamo dei Joker..buoni, cattivi, psicopatici, basta una azione e salta fuori una reazione. Abbiamo perso mi aspetto adesso un altro filotto e più umiltà.

  8. Alessandro 28 giorni fa

    Tra franco, lame rotanti totuccione, mi sono schifato, franco grande testa di.. Legno, il tifoso palermitano non deve dare una beneamata m.., se mirri è di piazza non sono in grado di portarci in Champions, perché la piazza lo. Merita, che vendano as altri, il tifoso deve solo abbonarsi allo stadio e in tv, e noi facciamo 20mila a partita, stiamo facendo cose che in nessuna piazza al mondo fanno 20mila in d,. Mi sa che rubini non è l'unico ad odiare i palermitani, va tifa zamparinese, il Palermo non è per te

  9. Totuccione 28 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  10. Rubini 28 giorni fa

    Non sono del tutto d'accordo. Niente colori, francesi o rosarena che siano. Ho visto delle immagini della partita con il Savoia, il trionfo del bianco e del nero, in due dimensioni. Unica suggestione. Il fascino dei maestri della fotografia, Berengo Gardin, Erwitt o, non ultima, Letizia Battaglia. In questo contesto ben si inserisce l'interessante @Franco, che richiama alla mente, in maniera sorprendente, i Fratelli La Vecchia e il Festival Quinni.

  11. Totuccione 28 giorni fa

    riscussi i ru liri...

  12. Aggregazione galattica lame rotanti 28 giorni fa

    Concordo in linea di principio con @Franco, propongo ciononostante una visione differente, inspirata dall'intervento di @Stadio: perché non provare davvero a portare il calcio cittadino in Champions senza l'uso dei capitali, ma attraverso la forza della poesia, per es. della poesia rubiniana? Immaginiamoci il Ritorno di Martin in Patria, allo Stade de France, con i colori rosanero, e un suo gol pennellato qual novello Raffaello. O come il nuovo Pinturicchio? Spazio all'Arte, a l'art naïf ou à l'art brut!

  13. Franco 28 giorni fa

    Perché Di Piazza e Mirri devono sperperare i loro soldi, guadagnati grazie al loro lavoro, per farvi divertire? Per assistervi? Quando andate al cinema o al ristorante pagate coi soldi degli altri!? Per arrivare fino alla serie A serve un capitale di almeno 30/40 milioni, o siete capaci di partecipare almeno per il 60% (40% gli azionisti Di Piazza e Mirri che ovviamente beneficiano di visibilità, ma devono pagare SOLO in proporzione di essa... 40%) o state zitti. Se non siete capaci di dimostrare il valore reale della piazza nel calcio, vi meritate i campionati minori, serie C o serie D.

  14. Franco 28 giorni fa

    In questi commenti di notano due elementi: 1) i soliti palermitani che pretendono grandezza ma assistiti dai soldi altrui, guai a chiedere loro di partecipare attivamente (cioè, anche coi loro soldi) per il loro divertimento... compassione! 2) il solito odiatore, peraltro lui stesso e la sua famiglia emigranti, che deve scrivere per forza, soprattutto quando non ha niente da dire (cioè sempre), pur di esteriorizzare il suo odio per Palermo e per i palermitani, cosa che fa incessantemente, ossessione che lo illude di mascherare il suo stato di emigrante frustrato.

  15. Il Moro 28 giorni fa

    A volte penso come sarebbe bello se in questo forum si potesse parlare ed interagire solamente con dei veri tifosi dei ns colori al di la delle divergenze di idee che si possono e si devono lecitamente ovviamente data la situazione è meglio sottolinearlo che questi ns colori sono il rosa è il nero,

  16. Totuccione 28 giorni fa

    riscussi i ru liri...

  17. Rubini 28 giorni fa

    Ne era uscito il Palermo, da tutto questo, per un po' di tempo. L'immagine dell'emigrante sempre bisognoso di aiuto. I colori del carretto siciliano e della cassata, cuore, amore, ciuri ciuri. Cime di rapa, 'nduja e pane nero. Ingresso: Roma Sud. 'Sempre con il cuore in mano, ma in fondo si vergognano di noi', conclude Stefano Liberati, il parente stretto di Nino Garofoli, tintura di capelli: biondo elvetico. Nazionalità, professione e segni particolari: emigranti.

  18. stadio 29 giorni fa

    Io invece voglio portare il Palermo in Champions League ovviamente senza capitali.

  19. Il Moro 29 giorni fa

    Sia Di Piazza (e non me lo aspettavo) che Mirri mi hanno veramente dato una buona impressione, o meglio di persone genuine semplici senza nessuna aria da continente ovviamente in questo caso mi riferisco soprattutto a Di Piazza, non nascondo che z me sarebbe bello incontrarli e stringergli semplicemente la mano

  20. noitifosidelpalermo.jimdo 29 giorni fa

    Forza Di Piazza, speriamo che riescono a coinvolgere più gente che possa fare un grande Palermo

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *