CORRIERE DELLO SPORT

Quanti palermitani in rosa!
È un Palermo fatto in casa

Quanti palermitani in rosa! È un Palermo fatto in casa



 

 

Il Palermo, nonostante i risultati non proprio positivi degli ultimi mesi, è riuscito a chiudere da primo in classifica il girone d’andata, a tre punti di distacco dal Savoia.

 

Una squadra che, lavorando incessantemente da agosto, ha comunque trovato una certa sintonia e compattezza.

 

Il Corriere dello Sport oggi in edicola analizza la rosa del Palermo, soffermandosi in particolare nei palermitani presenti in squadra quest’anno. Era dai tempi del "Palermo dei picciotti", infatti, che non ci fossero così tanti palermitani in squadra.

 

Da Accardi e Crivello, originari del Villaggio Santa Rosalia e di Partanna Mondello, passando da Lucera, Ambro e Ficarotta, questi ultimi due originari del medesimo quartiere.

 

Ma mentre alcuni di loro sono riusciti a guadagnare un minutaggio importante (Crivello sempre titolare prima del suo infortunio contro la Palmese), altri faticano a trovare spazio nell’undici titolare.

Lucera, che ha realizzato il gol vittoria contro il Marsala ed è testimonial della nuova maglia rosa, ha di fatto giocato ben poche partite. Ambro e Ficarrotta, sottolinea il quotidiano, non sono riusciti a ritagliarsi uno spazio anche a causa della loro discontinuità.

 

Discorso diverso per Mendola, Corsino e Corallo, che a causa di qualche infortunio non sono ancora scesi in campo.

 

Accardi e Crivello, scrive il Corriere dello Sport¸ sono gli uomini guida del plotone palermitano. Ma mentre il primo non è riuscito a trovare molto spazio nell’undici titolare anche a causa della regola degli under (Pergolizzi ha preferito Doda e Vaccaro), il secondo è uno dei pilastri della difesa rosanero.

 

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *