L'INTERVISTA

Porchia: «Lucera può essere
la rivelazione del Palermo»

Porchia: «Lucera può essere la rivelazione del Palermo»



Palermitano in rete all'esordio come Troja, Vasari e Giovanni Tedesco. Sono sicuramente giorni speciali quelli del post-Marsala per Raimondo Lucera, protagonista del gol vittoria nella prima partita ufficiale  dei rosa in Serie D, e chi lo conosce bene è sicuramente Sandro Porchia, l'ex direttore sportivo delle giovanili del Palermo che tre anni fa lo portò in rosanero sotto la guida di Scurto nell'Under 17. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l'attuale responsabile del settore giovanile del Trapani ha parlato del giovane attaccante palermitano e della sua crescita nel corso degli anni: 

 

«Raimondo è un ragazzo splendido, solare, con delle caratteristiche importanti in tema di esplosività e velocità. In questi anni è cresciuto tantissimo dal punto di vista tecnico. Gli mancava un po' di concretezza. Credo che potrà essere una rivelazione degli Under, lui, inoltre, è palermitano come Mendola e Ambro, altri due ragazzi cresciuti nel vivaio, che faranno molto bene».

 

ORGOGLIO

«Non è stata una sorpresa vederlo decidere il match di Marsala, diventa ancora più pericoloso quando subentra, per la rapidità e l'abilità nell'uno contro uno. Nei secondi tempi, quando le squadre si allungano, trova quegli spazi che per il suo modo di giocare lo rendono determinante. La scorsa stagione l'ho fatto partire spesso dall'inizio, ma è stato anche molto più importante da subentrato. Sarà un giocatore molto utile al Palermo, perché è reduce da due campionati con la Primavera da protagonista, può diventare un'arma in più per i rosanero».

 

POSIZIONE

«É più un attaccante esterno che vuole la palla addosso per poi puntare l'uomo, in posizione più centrale può trovare qualche difficoltà con più densità di giocatori, la sua caratteristiche è andare in dribbling». 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *