ESCLUSIVA

Perinetti: «Il Palermo è una
squadra forte. Su Tedino...»

Perinetti: «Il Palermo è una squadra forte. Su Tedino...»



 

Dopo un’estate ricca di incertezze e stravolgimenti, la Serie B sembra non avere ancora pace.
Durante la riunione del Collegio di Garanzia del Coni si è tornato a parlare del format del campionato cadetto, rimodulato a 19 squadre dopo le esclusioni di Bari, Cesena e Avellino.

 

Intervistato dalla nostra redazione, l’ex direttore generale del Palermo Giorgio Perinetti ha parlato proprio del caos che avvolge il campionato cadetto:

 

«La situazione è un po’ complessa e non ho gli elementi per poter giudicare. Credo sia un peccato essere arrivati a questo punto. La cosa giusta era dar via regolarmente ai campionati, adesso certo si è ancora in tempo, ma è come voler mettere una pezza al buco. La riforma è certamente una cosa positiva per il calcio italiano».

 

Fallimenti e tribunali: la lunga estate della Serie B

 

FAVORITE SERIE B
«Ovviamente le retrocesse hanno allestito un buon organico, in particolar modo Verona e Benevento. Il Palermo è rimasto più o meno come lo scorso anno, quindi una squadra forte. Tedino lo scorso anno non è riuscito, ma spero che quest’anno riesca a conquistare i primi due posti – ha dichiarato il direttore generale del Genoa- . I play-off, si sa, sono una lotteria. Se si dovesse restare a 19 squadre, il campionato risulterebbe molto selettivo; se si dovesse arrivare a 24 squadre, certamente andrà avanti chi avrà più energie».

 

VAR
«Prima bisogna avere una riforma dei campionati, avere garanzie sulle partecipanti e non avere una classifica condizionata da fattori come la COVISOC o altro, iscrizioni regolari. Il Var sarebbe sicuramente una garanzia per tutte le società. Credo comunque che prima o poi si arriverà ad averlo in Serie B».






2 commenti

  1. Comme 08/09/2018

    Scappiamo, ci sono i Mau Mau

  2. mau49 08/09/2018

    Egr.Sig.Perinetti, La stimo molto umanamente e professionalmente,ma dissento dalla sua analisi.Sa che si è arrivati ai ferri corti con la proprietà e sa bene le motivazioni.L'attuale rosa ,eccezion fatta per pochi ,non è affatto all'altezza del compito.Il Suo collega ha cercato di piazzarne qualcuno nell'ultima sessione di mercato ,senza successo.Perchè?Sa già la risposta.L'onesto Tedino fa quel che può,con serietà,ma temo gli manchi l'esperienza necessaria e sa di avere giocatori inadeguati alla categoria.L'osso mostra il periostio.Unico responsabile IL FRIULANO.Un disastro

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *