MIXED ZONE

Pergolizzi: «Vittoria meritata,
abbiamo grandi responsabilità»

Pergolizzi: «Vittoria meritata, abbiamo grandi responsabilità»



Buona la prima per il nuovo Palermo nel campionato di Serie D. Il tecnico Rosario Pergolizzi, al termine del match vinto dai rosa sul campo del Marsala, è intervenuto in mixed zone per parlare della prestazione della squadra:

 

«Come prima gara è stata un'emozione e tutti questi tifosi per noi è una grande responsabilità. Abbiamo fatto buon primo tempo, nella ripresa siamo calati fisicamente. La partita poteva essere sbloccata soltanto con una giocata e c'è stata di Lucera. Alla fine il risultato è meritato. Il campo era pieno di sabbia e la pioggia lo ha appesantito. Loro nella ripresa i primi venti minuti hanno fatto bene. Poi noi abbiamo tirato fuori voglia e sacrificio senza la quale non si può far nulla».

 

LA SQUADRA

«I calciatori che ho cerco di farli rendere al massimo e con questo campionato competitivo ci vuole una rosa ampia. Stiamo cercando un altro attaccante, non è un segreto. Ma dopo venti giorni di ritiro devo prendere conto che la squadra è andata oltre la condizione fisica non al 100%».

 

MARSALA

«Ho sempre detto che a Marsala mi sono trovato benissimo e ne parlo bene. Forse qualcuno parla male di me: io ho fatto il mio lavoro, mettendomi a disposizione degli altri».

 

CAMPIONATO

«Noi siamo qui per cercare di vincere il campionato. Attualmente siamo una di quelle 3 4 squadre che possono vincerlo. Col tempo, magari, potremmo dire qualcosa in più».

 

SANTANA E LUCERA

«Santana ha giocato poco perché se avessi cambiato Felici, avrei dovuto cambiare il portiere o uno dei difensori per il discorso degli Under. Avrei dovuto cambiare troppo. Mi serviva passare dal 4-3-1-2 al 4-3-3 per andare nell'uno contro uno. Sono stato fortunato con Lucera, il ragazzo ha bisogno di essere coccolato ma anche gestito».

 

RICCIARDO

«Il rigore lo sbaglia soltanto chi lo tira. Forse l'errore lo ha condizionato ma lui come i grandi è una risorsa».

 

EMOZIONI

«Stanotte non ho dormito perché questa partita per me era particolare. Non vedo l'ora di andare sul pullman e dormire un po' (sorride)».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *