CONFERENZA

Pergolizzi: Gioca chi sta
meglio, può esserci calo mentale

Pergolizzi: «Gioca chi sta meglio, può esserci un calo mentale»



 

Intervenuto in conferenza stampa, Rosario Pergolizzi ha parlato della partita contro il Nola di domani che può riservare degli ostacoli, soprattutto mentali dopo che la sua squadra ha ottenuto otto vittorie consecutive.

 

«E' normale che dopo otto vittorie ci può essere quel calo fisiologico e mentale, devo essere bravo io a tenere alta l'attenzione. Non voglio scoprire troppo le carte, l'allenatore deve valutare la condizione e scegliere in base a chi ha lavorato meglio durante la settimana. Non abbiamo vinto ancora nulla, sono tutti pronti nell'angolino ad uscire, ci sarà sempre qualche difficoltà in più, ma otto vittorie consecutive non sono facili. Dobbiamo trovare equilibrio vivendo alla giornata».

 

PREPARAZIONE

«C'è sempre la mentalità giusta, vedo ancora del sacrificio e del coraggio durante la giornata. I rislutati dicono che realizziamo gol, creiamo tanto, ma c'è qualcosa da migliorare e ogni partita avrà un suo piano tattico. Nel calcio moderno non puoi regalare neanche un uomo agli avversari. Per noi la fase difensiva è fondamentale, se noi andiamo sempre ad attaccare scopriamo delle zone di campo. Ogni tanto, invece, si dovrebbe stare ad aspettare, capire che certe situazioni di gioco prevedono una copertura per evitare di prendere ripartenze». 

 

IL NOLA

«E' un gruppo giovane, che cambia spesso modulo. Il campo mi sembra adatto per fare una buona partita. Lo stadio sarà pieno, le motivazioni ci saranno. La cosa che che mi ha colpito contro il Licata è vedere i giocatori del Licata a fine partita tutti seduti stremati, gli avversari danno tutto contro di noi, lo faranno anche quelli del Nola. I non convocati sono Accardi, Corsino, Marong, Rizzo Pinna, Ferrante, Corallo e Mendola. Poi tra i convocati c'è chi sta meglio e chi sta peggio. Lancini è da vedere, durante la settimana si allenava ma usciva 5 minuti prima. Martinelli nì. Doda ha avuto un fastidio che ha risentito mercoledì, ma per fortuna abbiamo dei fisioterapisti sempre presenti, che ci hanno permesso di recuperarlo. Il sintetico? Noi preferiamo allenarci in erba, cambiare campo quasi ogni domenica può dare fastidio, qualche giocatore potrebbe avere dei risentimenti fisici. Quello del Nola mi sembra normalissimo».






3 commenti

  1. Passante 16 giorni fa

    Ma la bellezza della certezza della partita la domenica pomeriggio? Come una volta, senza chiedersi ogni settimana “Quando gioca il Palermo?” Per questo aspetto, viva la serie D!! Abbasso il calcio spezzatino!!

  2. Francesco 70 17 giorni fa

    Io invece sono dell'idea che Pergolizzi sta facendo benissimo.Ha puntato tutto su un undici titolare,che per ora sta dando grandi soddisfazioni.Poi in un campionato lungo e faticoso come quello della D,torneranno tutti utili,compresi Ficarotta,Lucera,Mauri,e qualcun'altro,al momento un po'accantonato.Squadra che vince non si tocca,diceva Boskov.....

  3. noitifosidelpalermo.jimdo 17 giorni fa

    Bisogna dare spazio a nche a chi sta giocando meno, bisogna motivare tutti. Giocatori come Ficarrotta, Lucera, Mauri devono giocare di più. Avendo a disposizione 5 sostituzioni bisogna sfruttare meglio i cambi.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *