DICHIARAZIONI

Palermo, Serie D e Frosinone
Parla Crivello

Palermo, Serie D e Frosinone. Parla Crivello



 

 

A seguito della sfida amichevole vinta contro il Geraci per 3 a 1, il neo-acquisto del Palermo Crivello ha così parlato del suo arrivo nel capoluogo siciliano:

 

«L’emozione è grandissima, era un sogno giocare a Palermo, a prescindere dalla categoria. Ho fatto due anni alla Parmonval, 5 anni a Torino. Si avvera un sogno e non vedo l’ora di iniziare. Se mi chiama il Palermo faccio subito le valigie, ho fatto pressione al procuratore ed eccomi qua. Voglio ringraziare il gruppo perché mi ha aiutato tantissimo. Sono uno a cui piace parlare e sto dando consigli quando posso».

 

CONDIZIONE E CAMPIONATO

«Le gambe sono pesanti perché abbiamo fatto allenamento stamattina, siamo pronti per Marsala. Mi aspetto un campionato ignorante, non dobbiamo pensare che siccome siamo il Palermo vinciamo, dobbiamo calarci nella mentalità giusta. È una squadra forte, con giocatori esperti e giovani interessanti».

 

RUOLO

«L’anno scorso ho fatto qualche partita da centrale con mister Marino, è un ruolo che mi piace e che posso fare Alla notte dei campioni c’erano tanti giocatori forti. Mi sono emozionato vedendo Vasari perché quando ero piccolo lo vedevo a Mondello perché aveva la cabina lì».

 

OBIETTIVO

«L’obiettivo è fare una scalata importante almeno fino alla Serie B, spero di rimanere anche in futuro. Ci dobbiamo adattare subito perché rischiamo di fare brutte figure, è un campionato difficile. Speriamo e dobbiamo partire forti, noi più grandi dobbiamo trascinare i più giovani con la nostra esperienza. Mi aspetto una guerra perché la Serie D sarà così».

 

FROSINONE

«Purtroppo ero in campo, in questi anni mi sono arrivati tanti messaggi e capisco i tifosi. Vedere buttare i palloni in campo è stato una cosa brutta e chi l’ha fatto il giorno dopo era pentito, sa di aver fatto una cazzata. Io e la mia famiglia non ci siamo permessi di esultare perché è stata una partita particolare».






1 commento

  1. Uno, Nessuno e Centomila 19 giorni fa

    E' stato un illecito sportivo ... E non fare finta di non saperlo. Giocatori di quel Frosinone, francamente, non ne avrei portato a Palermo. Per me puoi tornartene subito in Ciociarìa ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *