REPUBBLICA

Palermo, oltre al danno la beffa
l'ingloriosa fine di Zamparini

Palermo, oltre al danno la beffa: l'ingloriosa fine di Zamparini



Oltre al danno la beffa. Se da un lato il Palermo si è ritrovato, nell'arco di tre giorni, dal lottare per la promozione in Serie A alla retrocessione in Serie C, dall'altro l'artefice delle recenti disgrazie sportive e societarie del club rosanero da questo terremoto ne è uscito indenne. 

 

Tutti condannati tranne Maurizio Zamparini, difatti l'ex patron rosa non è stato toccato dalla giustizia sportiva al contrario della società e dell'ex presidente Giammarva e il commento di Massimo Norrito nei confronti dell'imprenditore friulano per Repubblica è durissimo, quasi spietato: «Maurizio Zamparini, negli ultimi anni della sua gestione, si è fatto beffe della città, della sua squadra e della sua gente». E a pagarne sono i tifosi, la gente che con l'arrivo della nuova proprietà stava provando, in qualche modo e in un clima di ormai consolidata diffidenza, a ritrovare un minimo di barlume di speranza.

 

Se qualcuno finora aveva continuato, nonostante tutto, a sostenere e ricordare l'operato dell'ex patron del Palermo negli anni passati adesso anche loro si scoprono traditi, celebrando l'ingloriosa fine di Maurizio Zamparini ovvero l'uomo ricordato per aver fatto ricadere i rosa in Serie C.







3 commenti

  1. AntiZampariniForEver 157 giorni fa

    MZ non la passerà liscia ne sono certo per lui la data è 2 LUGLIO 2019

  2. Rubini 157 giorni fa

    @Torakiki. Morto che camminava? Magari fosse morto, adesso si potrebbero solo che attaccare TUTTI a sta beata. Sei tu evidentemente che vedi intorno a te morti e fantasmi. La morte verrà adesso, per un Palermo depauperato non da Zamparini, ma dalle decisioni di una PROCURA FEDERALE, che si è limitata ad armare il boia. VIVA ZAMPARINI VIVA MIRRI, entrambi lasciati soli. VIVA IL PALERMO.

  3. Torakiki 157 giorni fa

    Il domiciliato é senza controllo da anni, credeva di poter fregarsene di tutto ...chi lo difende é più in malafede di lui , era palese che ci avrebbe distrutto. Ha compiuto il delitto perfetto uscendosene pure pulito e lasciando le rogne ad altri. Quelli della lega peggio di lui evidentemente lo sapevano e lo hanno lasciato agire indisturbato. Nel momento in cui serviva parare il cu.lo a qualche altra squadra ecco il capro espiatorio pronto. Non è possibile che se ne accorgano dopo tre anni e in coincidenza di playoff e playout. Il Palermo lo sapevamo tutti che era un morto che camminava

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *