NUOVO CORSO

Palermo secondo a nessuno
si pensa già al futuro

Palermo secondo a nessuno, si pensa già al futuro



 

In attesa dell'ufficialità della mancata iscrizione in Serie B a Palermo si pensa già al futuro: di questo ne parla Paolo Vannini al Corriere dello Sport su quello che sarà il nuovo corso rosanero che non dovrà essere secondo a nessuno. Infatti il Palermo non dovrà essere la succursale di nessuna squadra, dovrà nascere un'identità autonoma "capace di recuperare quei valori che in questi anni sono stati sfilacciati" si legge. 

 

A Palermo si sta cercando di ragionare su come ripartire: non sarà un anno senza calcio sicuramente come avvenuto nella stagione 1986/87 con la squadra che fu creata solo a gennaio e che tornò in campo in estate nella famosa amichevole contro l'Atletico Mineiro. Oggi le norme prevedono, infatti, di ripartire dalla D attraverso procedure ben delineate, soprattutto per una metropoli e sicuramente le proposte al sindaco Orlando (che si occuperà di gestire il bando per assegnare ai nuovi proprietari la squadra) non mancheranno. Proprio il sindaco e il suo staff si attiveranno non appena sarà tutto ufficiale: chiederanno la riammissione in D alla Federazione attraverso un bando pubblico. Ci saranno anche dei criteri e molto probabilmente ci saranno riferimenti, oltre che alla potenza economica, anche sulla territorialità e all'appartenenza. Non dovrebbe essere considerata la pista della "seconda squadra" che non piace a nessuno in città secondo il modello Bari. Cambierà sicuramente la denominazione mantenendo però il nome della città, ad esempio "Palermo Calcio" ritornando al passato.

 

Nel frattempo c'è un altro giallo societario: ieri sarebbe stata anticipata l'Assemblea dei soci cui però non ha partecipato il presidente Albanese e neanche il vice presidente Macaione che avevano preannunciato il loro disimpegno. La maggioranza avrebbe deliberato per la decadenza dell'intero consiglio d'amministrazione e la creazione di uno nuovo di cui si attende l'ufficialità. Ma tutto questo sembra inutile visto che il 4 luglio è sempre più vicino e la richiesta d'iscrizione consegnata da Sporting Network sembra ormai una mossa disperata. 


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

ForzaPalermo.it LIVE Dal Palazzo Reale

 

 

Albanese non è più il presidente del Palermo

 

 

Palermo, progetti e Mirri Parla Sagramola






9 commenti

  1. Rubini 105 giorni fa

    Era soltanto una proposta, un mio parere. Comunque non sento parlare più di azionariato popolare. Ne aveva accennato giorni fa Sagramola, poi non ho letto più nulla. A proposito, volevo avere qualche informazione. Per la prenotazione di queste azioni, diciamo così, popolari, sarà per caso privilegiata la territorialità? Cioè, verranno soddisfatte prima le richieste dei residenti? No, perché come sapete vivo a Roma e non vorrei rimanere beffato, insomma senza azioni. Oh, non cominciamo cu i soliti favoritismi e raccomandazioni!!! Basta!!!

  2. CiuridduScaiNius24® 105 giorni fa

    Ma quale anno sabbatico, a certuni l'unico Sabba che interessa e quello con il tipo friulano vestito da Satanasso con capra al seguito, e iddu disteso sul desco che si sacrifica come una verginella pura, urlando PAPE' MAURIZIO ALLEPE jajajajajjajajajajja inkia chistu vuoli l'anno sabbatico jajajajajajjaja Palermo calcio saremo con te anche in D, bello sarà tifare per una promozione pulita e meritata al netto degli imbrogli degli ultimi 10 anni. Forza palermo, forza Mirri se sarà lui il presidente, alla larga questi diabolici individui ca vuonnu u sabba jajajajjajajajaja

  3. Aggregazione galattica lame rotanti 105 giorni fa

    L'imprenditoria palermitana può giocare un ruolo dignitoso nelle serie minori. Poi, dalla B in poi dovrebbe riprendere in mano il timone uno Zamparini che abbia già risolto i problemi con la giustizia.

  4. AntiZampariniForEver 105 giorni fa

    Io sempre in piena di sintonia col commento di @Blackmamba, aggiungo o meglio ricordo quanto scritto . Mirri per la D ha i mezzi per allestire una squadra e farci andare in C, ma il vero compito di Mirri che reputo MOLTO ARDUO è trovare nuovi investitori che SIANO IN PRIMIS SERI Secondo con CAPITALI REALI e NON I SOLDI DEL MONOPOLI e TERZO AMBIZIOSI così da trascinare un intero Popolo all'impresa di tornare in tempi brevi dove ci compete. Alla faccia dei multinick,strisciati che con questi eventi hanno dimostrato il loro vile DNA!

  5. Romolo Vallio 105 giorni fa

    @Rubini no dai perché solo un anno, facciamo due per sicurezza, magari il tuo amico friulano intanto esce dagli arresti e va in prescrizione e tu ricominci a sperare. Vergognati!! le tue intenzioni sono sempre le stesse, boicottare gli imprenditori palermitani sperando nel ritorno del friulano e della tua preferita amica daniela. Dovresti avere il daspo da questo sito!!!

  6. Blackmamba 105 giorni fa

    Dopo il 4 luglio questi pezzenti, pura essenza ed eredità dell'arrestato devo evaporare, credo poco che spenderanno 15mila euro (che non hanno) per un ricorso. Dopo ci saranno circa 4 settimane per ricostruire tutto, squadra, allenatore società. Mirri per l'immensa passione dimostrata con i FATTI, rimane quello che la TIFOSERIA più gradisce supportato da gente di esperienza, la prima settimana di agosto si deve iniziare. Detto questo spero per loro, che tutti quelli che ci hanno ROTTO le p...le difendendo l'arrestato e questi cialtroni, non abbiano attacchi di bile e tifino regolarmente.

  7. Paolo 105 giorni fa

    I tifosi vogliono parlarw di calcio giocato, tutte queste regole hanno distrutto la passione dei tifosi, anche in serie D il tifoso vuole solo parlare di calcio giocato.

  8. Yes 105 giorni fa

    Ci sarà tempo e modo di capire. Lacronistoria degli ultimi 5 anni varrà un libro. Ci sono state decine di passaggi che potevano rimettere in carreggiata il Palermo e le cose e gli interessi preminente si sono annodate contro. La tempesta perfetta. Ora guardiamo avanti. Tanto indietro non si torna.

  9. Rubini 105 giorni fa

    Sarà difficile ripartire subito. E forse una pausa (di un anno) potrebbe essere opportuna (anno sabbatico), per riordinare le idee. Leggo in giro di una 'voglia matta' di riscatto da parte di tanti tifosi, voglia di 'ricominciare', voglia di 'abbonamento'. E' naturale, è scontato, l'importanza delle cose si comprende quando vengono a mancare. Manca l'acqua e ti assale la sete, poi l'acqua torna e la sete scompare.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *