LA DICHIARAZIONE

Palermo, Sagramola e Di Piazza
Parla Paparesta

Palermo, Sagramola e Di Piazza. Parla Paparesta



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

 

Gianluca Paparesta è un altro tassello fondamentale del nuovo corso rosanero. L’ex arbitro curerà il rapporto con i media e le istituzioni. Intervistato da Il Giornale di Sicilia stamane in edicola ha parlato del progetto e del programma della nuova dirigenza rosanero.

 

Su Di Piazza.

«Lo conosco da tanti anni, è una persona di grande serietà e con grandi legami verso la propria terra, pur essendosi affermato imprenditorialmente negli Stati Uniti. È anche presidente di un’associazione che raggruppa gli italiani a New York e organizza eventi finalizzati a tener viva la cultura italiana e la lingua. Ha mantenuto sempre questo suo affetto verso l’Italia e la Sicilia, è appassionato di calcio e aveva intenzione di aiutare il Palermo già a marzo, come fatto da Mirri».

 

Su Sagramola.

«Conosco bene Sagramola, abbiamo condiviso un paio di anni da consiglieri di Lega B, quando io ero a Bari e lui a Brescia. Consigliai a Di Piazza di valutare l’ipotesi di unirsi con qualche soggetto del territorio e mi sono permesso di indicargli la famiglia Mirri, che aveva già dimostrato grande serietà. Una volta conosciuti, è stato facile creare questa unione».

 

Promuovere Palermo nel mondo.

«Come ha detto il presidente Mirri durante la presentazione, Palermo è una vetrina e compatibilmente con le opportunità che ci possono essere a meno di un mese dall’inizio del campionato, vedremo cosa fare. C’è chi ha già mostrato interesse verso questa squadra e non credo di svelare un segreto. Il nostro obiettivo è quello di consentire la visione delle partite ai tantissimi tifosi del Palermo che vivono in città, ma anche ai siciliani e non solo che sentono il legame con la propria terra e con questa squadra, che è un simbolo di appartenenza per loro. Riuscire a far seguire loro la partita della squadra della loro terra è un obiettivo, sia a livello nazionale che internazionale. Ci sono varie ipotesi, anche perché ci sono emittenti che lavorano solo in determinate parti del mondo. Ci stiamo però muovendo anche a livello internazionale e questa visibilità può essere un’opportunità di valorizzazione per il Palermo Calcio, per Palermo e per i nostri partner. In Italia le realtà sono quelle che conosciamo, stiamo già parlando con loro e continueremo a farlo».


 

La rivoluzione di
Mirri

 

Supersantos Mirri

 

Palermo, Sagramola e Di Piazza
Parla Paparesta

 

Punto per punto
la conferenza del nuovo Palermo






2 commenti

  1. Fabio 71 giorni fa

    Parli dello stesso Luciano Moggi che era il primo consigliere del tuo amato friulano ai tempi d'oro??? Sei ridicolo

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 71 giorni fa

    Peccato non aver ingaggiato Luciano Moggi come ds!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *