PARLA RICCIARDO

«La carica del Barbera è unica,
che bello segnare sotto la Nord»

«La carica del Barbera è unica, che bello segnare sotto la Nord»



Giovanni Ricciardo, chiamato per portare a suon di gol il Palermo verso la Serie C, finora non ha deluso le attese. L'attaccante rosanero è infatti il capocannoniere della squadra con cinque reti tutte messe a segno allo stadio "Renzo Barbera". La punta ex Cesena, intervistata dalla Gazzetta dello Sport, ha parlato della sensazione che si prova quando si segna sotto la Curva Nord, della sua assenza di gol in trasferta e della prossima sfida contro il Biancavilla per allungare la striscia di risultati utili: 

 

«È la mia migliore partenza in assoluto, è vero. Sono felice, però mi interessa che la squadra vada bene. Non c’è dubbio che la carica del Barbera sia unica. Il fatto che segni subito e sempre sotto la curva Nord è un caso, ma è bellissimo, fare un gol sotto la curva del Palermo vale quanti 5 in un’altra squadra. È magica. D’ora in poi mi concentrerò sul secondo tempo e sull’altra porta. Mi manca tripletta e poker, li ho fatti la scorsa stagione, lavoreremo anche su questo».

 

TRASFERTA

«Non ho ancora segnato in trasferta? Non mi preoccupa per niente, anzi, se potessi metterei la firma per farli tutti in casa, se fuori casa segnano i miei compagni e vinciamo. In carriera ho fatto sempre meglio in trasferta, non avverto pressione. Non troveremo mai una partita semplice, perché ci daranno filo da torcere fino alla fine. Mi ricordo che a Cesena guardavamo il nostro avversario in video, trovavamo qualche lacuna e poi la domenica contro di noi diventavano fenomeni. Come oggi, e sino alla fine».

 

STRISCIA POSITIVA

«Sarà un mese importante, come lo è stato anche settembre. Ogni partita prima di giocarla è difficile, se poi sei bravo e la metti sul 3-0 nel primo tempo, poi sembra tutto facile. Non è scontato nulla, come vincere 4-1 con la Cittanovese che aveva battuto il Savoia 2-1, o superare il Marina di Ragusa e il San Tommaso nel modo in cui lo abbiamo fatto. Biancavilla e Licata sono due squadre ostiche, noi dobbiamo continuare con la mentalità di andare a vincere ovunque. Siamo partiti bene, siamo felici per le sei vittorie consecutive, dei record, ma noi ci dobiamo isolare perché mancano 28 partite che sono 84 punti. Abbiamo la seconda a tre punti, inutile fare voli pindarici».

 

BIANCAVILLA

«Con il Biancavilla nessuna rivincita, la Coppa ci ha dato un segnale: questa squadra è da temere, noi dobbiamo imporci, ma il Biancavilla va tenuto in grande considerazione, perché ha dimostrato che ci può dare fastidio».

 

SFORZINI

«Mi ha fatto molto piacere che Sforzini abbia segnato. Per un attaccante, sbloccarsi subito è fondamentale. Sono contento perché ci darà una grossa mano e sarà decisivo».

 

MUSICA

«Porto sempre la chitarra con me, mi rigenera. Sono un tipo da falò, niente di più, però, mi aiuta a rilassarmi. Mi piace Vasco, Ligabue e la Nannini. È il mio modo di isolarmi».






1 commento

  1. Paolo 40 giorni fa

    Forza bomber, Ricciardo e Sforzini sono una garanzia, possono fare insieme almeno 30/40 gol.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *