MIGLIOR DIRIGENTE

Palermo, «Premio Azzurri
d’Italia» al presidente Mirri

Palermo, «Premio Azzurri d’Italia» al presidente Mirri



 

Dario Mirri, presidente del Palermo, ha ricevuto ieri a Villa Niscemi il “Premio Azzurri d’Italia” come miglior dirigente «per avere riportato il calcio in città e per aver riportato l’entusiasmo in una tifoseria delusa dalle precedenti stagioni»

 

Al margine della premiazione il presidente rosanero ha rilasciato alcune dichiarazioni:

 

«Ringrazio gli organizzatori, questo credo  sia un premio al Palermo che rappresento, non di certo a Dario Mirri. Sto portando alla normalità una situazione che non andava bene. Resto al mio posto e mai parlerò con la squadra, se non tramite saluti e incoraggiamenti. È giusto che Castagnini e Sagramola svolgano il proprio lavoro. Ho conoscenze, tuttavia, per intervenire quando necessario. Abbiamo deciso di non fare ricorso per Ficarrotta, accettando la decisione del Giudice Sportivo. Mi ha fatto piacere il comportamento dei tifosi, con i temi dell’appartenenza e dell’orgoglio che primeggiano. Dopo la partita con il Savoia, tutta la squadra è andata anche ad un evento organizzato dai tifosi».

 

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *