VIGILIA

Palermo, Pergolizzi:
«Fondamentale l'atteggiamento»

Palermo, Pergolizzi: «Fondamentale l'atteggiamento»



Alla vigilia della prima di campionato in trasferta contro il Marsala, il tecnico della SSD Palermo Rosario Pergolizzi ha parlato nella consueta conferenza stampa della vigilia.

 

Ho ancora qualche dubbio: non essendo convocato Ferrante rimangono tre 2001. In base a questo decideremo chi sarà il 2001 da schierare.

La partita di domani è una partita a parte. Le motivazioni devono andare oltre anche la condizione fisica.

Un match particolare perché è la prima partita importante,  ci tengo a fare bene come ci tengo all’obiettivo finale.

Sarà dura ma sono convinto che la squadra sarà pronta perché so di avere un gruppo importante e di essere seguiti da un tifo che sarà forse più numeroso di quelli dei padroni di casa.

 

Su Santana.

Ho più di un dubbio e uno di quelli potrebbe essere Santana anche se lui è un punto di riferimento. Questa è una partita diversa dalle altre, con tanti fattori e quindi l’allenatore deve tenere conto di molte cose. Sarà una sfida per tutti e chi abbiamo scelto per fare parte di questo gruppo è perché ha certe caratteristiche.

La formazione di domani sarà fatta in base a quello che ho visto in questa fase di preparazione. 

 

Sul mercato.

La società sa ciò che può mancare. È normale che per fare un campionato lungo bisogna avere una rosa ampia e a livello mentale servirà lavorare. Quindi più siamo meglio è. Intanto è arrivato Corallo come terzo portiere. Il match di domani ci servirà a valutare tante cose, anche me stesso.

 

Sulla squadra.

L’atteggiamento deve essere quello di chi gioca per vincere sempre. Sarà fondamentale entrare nella mentalità del campionato: in base alla lettura della partita deve cambiare il modo di giocare.

Non so come sarà il campo e anche per loro il manto erboso sarà lo stesso nostro. Quello che farà la differenza sarà l’atteggiamento: e i ragazzi sentono il significato della maglia che indossano.

La percentuale della condizione fisica della rosa è del 70% e l’altro 30% deve essere rappresentato dall’aspetto mentale.

 

Infine sulle concorrenti per il titolo finale.

Posso dire due-tre squadre come indicano tutti. Il Palermo ha tante qualità e a livello caratteriale domani ci renderemo conto di questo.

Deve esserci personalità e carisma: ciò significa capire che giochiamo un campionato di dilettanti ma con atteggiamento da professionisti, questo è fondamentale. I capitani saranno Santana o Martinelli in base a chi gioca.

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *