PENSIERI

Palermo, oltre il tempo
di questo momento

Palermo, oltre il tempo di questo momento



Pensieri.

"Qual è la tua strada amico?… La strada del santo, la strada del pazzo, la strada dell’arcobaleno, la strada dell’imbecille, qualsiasi strada. È una

strada in tutte le direzioni per tutti gli uomini in tutti i modi".

Il tempo non permette sosta alcuna, è lì impetuoso a sbiadire il presente.

Ma la notte - nella sua magia onirica - porta con sé il ricordo a cui la nostalgia sorride.

 

Il condizionale invernale ha lasciato spazio all'imperativo dell'estate: il Palermo è stato cancellato dal calcio professionistico.

La vidimazione di tale assunto avverrà fra qualche ora ma di fatto questo è!

Niente più ghiaccio all'arancio, pane e panelle pre-gara, o la birretta al triplice fischio.

Si sono spente le luci della Favorita: eppure Miccoli è ancora lì, dai 45 metri a disegnare l'impossibile. Pastore lo vediamo, a passo di tango, a

dispensare eleganza. Corini lo ammiriamo a dipingere i sogni dei cuori rosanero.

Dybala e Vazquez, Toni e Brienza. Guidolin e l'Europa, Iachini e il ritorno nel tempio del lume. Roma e l'invasione

rosanero, Palermo capitale d'Italia.

Era ieri, un altro tempo, così vicino ma severamente lontano.

 

Chi avrebbe potuto ipotizzare un epilogo così atroce? Qualcuno l'ha voluto, no-forse-chissà: Uno, nessuno e centomila.

Un'eutanasia assistita, il colpevole c'è ma non si vede, o magari doveva soltanto andare così.

Come quando ami e pensi che lei sarà sempre lì, nei tuoi giorni, nel tuo presente e invece... Qualcun altro decide per te.

Sono pensieri di chi contezza non ha e sta lì con il barlume di speranza a cadenzare il trascorrere del tempo: in equilibrio ossimorico tra la

sepolcrale ira di quello che è stato e l'entusiasmo passionale di quello che potrebbe essere.

 

È notte, ma non troppo, e la malinconia scandisce la poesia del vento su cui fluisce la speranza.

"Dobbiamo andare e non fermarci mai finché non arriviamo. Per andare dove, amico? Non lo so, ma dobbiamo andare".

Palermo sa come rinascere, oltre il tempo di questo momento, re di se stesso con la sua gente e il suo regno. Mi sembra di sentirli anche

adesso... i trentacinquemila della Favorita... Torneranno!

 

Quindi Fra, qual è la fine della Storia?

Ma quale fine?






13 commenti

  1. Maluchiffari 66 giorni fa

    Giustizialisti quando si tratta di chi hanno eletto come proprio nemico. A parole tutti censori e guardiani dell'etica. Tutta la Palermo irreprensibile (tranne, secondo loro, 4 troll multinick) contro Zamparini. Sarebbe divertente fare qualche controllo sui vari antizamparini. Chissà cosa ne verrebbe fuori!

  2. Rubini 66 giorni fa

    Che problemi hai tu, terenzio GIGIniello, 'u toc dei commenti', che dici, come parli, COSA vuoi? Sempre in mezzo, vai, vai 'libero'.

  3. Terenzio 67 giorni fa

    ma stu rubini che pobblemi cc'ha ? Ma che cc'havi u TOC dei commenti ?

  4. Aggregazione galattica lame rotanti 67 giorni fa

    Interessante poi nei commenti la differenza di trattamento tra Miccoli e Zamparini: l'ultimo è per definizione 'il criminale', il primo invece 'il più grande del Palermo'. Vuoi vedere che alla fine sarà esattamente al contrario?

  5. Rubini 67 giorni fa

    La STORIA del Palermo è soprattutto Zamparini, prima c'è poco e niente (il dopo ormai mi riguarda relativamente) . Due finali di Coppa Italia, entusiasmanti, perché giocate con avversari di categoria superiore ma comunque PERSE. Anche qui, nel ricordo, tanti lamenti. E lamenti, ché Gonella, ché Chimenti. Quella del '74 ( vissuta con consapevolezza da tifosi oggi almeno sessantenni) il Palermo meritava di vincerla. Ma se ti fai fotxere un fallo laterale in quel modo, a pochi minuti dal termine, di che vuoi lamentarti. Il rigore? Dal filmato, inequivocabile la reazione di Cerantola (n° 3).

  6. Rubini 67 giorni fa

    Ogni tanto, anzi spesso, si parla di Zamparini ed esce fuori il Sindaco, come se Orlando ve lo avesse imposto il friulano. Se non sbaglio è stato eletto dopo regolari elezioni, vinte al primo turno, e non per la prima volta. Che fate, prima lo votate e subito dopo ve ne lamentate? Simile discorso per il precedessore, Cammarata ( quello della cittadinanza a Zamparini, dopo appena due anni, che ora rinnegate). Ca-mma-ra-tà , la canzoncina sulle note di Sincerità di Arisa e risate, che risate, alla radio! Mentre in Città la tassa sui rifiuti la paga solo un ristoratore su dieci. 'nghia ru fissa!

  7. Blackmamba 67 giorni fa

    Anche se Zamparini dovesse farla franca, intanto a settembre saranno già NOVE i mesi di arresti che non sono pochi. Poi a parte qualsiasi sentenza penale, la storia lo vedrà condannato PER SEMPRE come il responsabile del fallimento del Palermo del 2019. Detto questo leggo di Ferrero a Palermo, e poichè come da sole24ore abbiamo IL GOVERNATORE e IL SINDACO peggiori d'italia, non vorrei che le parole del vomitevole PARASSITA dell'ARS vengano prese in considerazione. Risolva i suoi problemi legali, siamo stanchi di avventurieri che vogliono solo lucrare.

  8. Rubini 67 giorni fa

    ''Tutta Palermo'', si sentono tutta Palermo. La giustizia dei giustizieri rancorosi. State cauti, gridavate Forza Procura e poi la Procura fu sconfitta. E allora iniziaste a gridare 'In galera'!' tutti in galera, giudici, avvocati, commercialisti, periti, perché l'unica verità possibile era (ed è) la VOSTRA, l'unica giustizia, la vostra, sommaria. Altra bastonata 'n tiesta, TUTTI alla fine ASSOLTI. Ora non rimane che questo processo a Zamparini. Continuate pure a gridare 'Forza Procura' e si salverà anche Zamparini. Ormai è chiaro, è una questione di attasso arriviersa.

  9. Rubini 67 giorni fa

    Una volta c'era il Lodo Petrucci, abito su misura per Torino e Napoli, non appena in odor di fallimento. Per le partite delle Nazionali, per un solo anno, fu sospeso anche il campionato cadetto, l'anno della B di Napoli e Juventus. La Legge di Stato SalvaLAZIO, era talmente una schifezza, che subito dopo il salvataggio della Lazio fu abrogata. La Fiorentina (Florentia ex fallimento), come nel gioco dell'oca, saltò la casella dell'inferno della C, (per meriti sportivi) ritrovandosi in una Serie B che prevedeva SEI promozioni. Arrivò SESTA, come ricordano bene a Perugia. Poi sarà CALCIOPOLI.

  10. AntiZampariniForEver 67 giorni fa

    Questa giustizia però...l'indagato ancora rinviato al 12 Settembre! Basta questi rinvii è tempo di valutare le carte e prendere le decisioni. Tutta Palermo, eccetto 4 leoni da tastiera e multinick, voglino giustizia !

  11. Alberto 67 giorni fa

    Nel settebre dell'86 quando la Fgc (presidente un uomo del sud) decise di penalizzare la citta di Palermo ed i suoi tifosi gettandoci all'inferno avevo 40 anni.nel 2019 la Fgc anzichè vigilare sulle malefatte di un truffaldino di periferia penalizza ancora una volta una città con una tifoseria fra le più corrette d'Italia grazie alla rigidità delle loro regole che colpiscono gli innocenti!!!!Non so se vivro non so abbastanza per rivedere il Palermo dove merita ma che SCHIFO

  12. Rubini 67 giorni fa

    Tutto è sempre passato o futuro, ogni nostro vissuto non si chiude mai definitivamente, continua a vivere costantemente in ciò che affrontiamo. Non conta se che quel vissuto sia gioioso o se sia cupo e doloroso. Piazza di Spagna in rosa oggi mi appare per la prima volta piacevolmente vistosa. Come furono vistose le ore prima della partita. Un giro lunghissimo per la città ed in ogni via un gruppo di tifosi con bandieroni rosa. E tutti rispondevano al suono del mio clacson, dal finestrino sventolava la maglia di Biffi, promessa di capitano, mantenuta. Il passato, e la partita ancora da giocare.

  13. Lupo 67 giorni fa

    Ma finitela con questii articoli che fanno c****e.Una classe giornalistica che si e svenduta a un miserabile mercenario, invece di pressarlo con domande scomode.Adesso tutti poeti con articoli....cinesi.Fate scuola di vero giornalismo e non prestarsi al potente di turno.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *