LA DISPONIBILITA'

Palermo, Mirri:
«Sono pronto»

Palermo, Mirri: «Sono pronto»



«Diciamo basta alle colonizzazioni e agli avventurieri. È ora che noi palermitani ci diamo da fare».

Con questo urlo di orgoglio l’imprenditore palermitano Dario Mirri esordisce nella sua intervista a La Gazzetta dello Sport quest’oggi in edicola.

Colui che ha salvato il Palermo Calcio dal rigido inverno e l’unico che realmente negli ultimi mesi ha sacrificato energie economiche e personali per la causa rosanero: il tutto per amore dei colori del capoluogo siciliano.

 

Continua…

«Se la città lo vorrà, metterò tutto me stesso per costruire un progetto forte e concreto. Io sono pronto».

 

Sull’incontro con il sindaco Orlando.

«È stato un confronto sulla visione del sindaco riguardo ai criteri da cui dovrebbe ripartire una nuova società. Che sia io o un altro soggetto, non si può prescindere da garanzie economiche certe e da una programmazione su almeno tre anni. Penso sia importante recuperare il tessuto cittadino. È arrivato il momento di dire basta alle colonizzazioni, gente che vede il Palermo solo come fonte di speculazione senza pensare a un progetto che tenga conto dei tifosi e del futuro. Questo è il tempo in cui noi palermitani dobbiamo rimboccarci le maniche per dimostrare cosa sappiamo fare».

 

Potrebbe sostenere da solo la gestione del club?

«Per i primi tre anni sì. Fino alla Serie B ci arrivo. Poi, ci sarà la porta spalancata a investitori veri, autentici e credibili che abbiano risorse e capacità economiche tali anche da arrivare in Champions. Ritengo che aprire alla città con un azionariato popolare sarebbe un primo passo importante come hanno fatto a Parma. Io, se la città vorrà, sarò solamente un custode temporaneo di un bene assoluto e collettivo che è la squadra della nostra terra».

 

In conclusione, in un eventuale torneo di serie D reputa di possedere qualche credenziale in più?

«Sul piano morale, spero di sì. Perché vorrebbe dire che ci avrei rimesso economicamente e le mie motivazioni umane e imprenditoriali sarebbero più forti di ogni altro. Poi, ci sarà un bando con dei requisiti che dovranno essere attesi e rispettati senza pastoie di nessun tipo. Condivido con il sindaco nel dire basta agli avventurieri».

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

Palermo, un tesoretto
destinato a svanire

 

Palermo, Mirri:
«Sono pronto»

 

IL DURISSIMO COMUNICATO 
DI SPORTING NETWORK

 

Dimissioni, Palermo e
York. Parla Macaione






23 commenti

  1. presidio VIA PINDEMONTE 84 giorni fa

    chi ha dubbi su Mirri deve venire a trovarmi in via pindemonte le cose sono 2 o siete in malafede o aviti i cervelli montati male RICAPITOLIAMO Mirri ha messo 3 milioni di euro di tasca sua e si é esposto...fatti non parole... ha perso il suo investimento e adesso pure avete il coraggio di criticarlo.... imprenditore onesto,pulito, mai sfiorato da nulla..fedina penale cristallina.. TIFOSO CHE DA 20 ANNI É ABBONATO ma cosa volete di piú? C'E DA IMPAZZIRE

  2. Rubini 84 giorni fa

    Intanto va fuori l'Italia femminile. Poi dicono che l'attasso non esiste. Gli è bastato nominarla, ed ecco fatto. Incredibile! Ma ce la fa a stare zitto, MUTO, ogni tanto, stu frosolone, eh? Ps Quanto a GIGIniello, SABOTATORE che ancora imperversa, Gaspare, torakiki, daniele etc, VIA ! VIA!! VAI dove ben sai, attansonato e forbiddenato che non sei altro!! VIA VIA!!

  3. Il Moro 85 giorni fa

    Si Francesco70, ho dubbi,certezze no, ma dubbi si si li ho come li ho sempre avuti anche su giammarva e albanese....poi mi auguro di sbagliare ma sulla sincerità di queste persone io la mano sul fuoco nn la metto, ritengo che il friulano a Palermo nn poteva muoversi senza comunque il nulla osta suggerimento adesione di palermitani, poi spetterà alla magistratura SPERIAMO dirci eventualmente chi è stato e quanti...AMEN

  4. Il Moro 85 giorni fa

    Torakiki il compratore si chiamava Follieri è stava acquistando come logica voleva a mercato aperto GENNAIO quindi sarebbe intervenuto con quei 2/3elementi x la certezza della A avrebbe portato tranquillità all'ambiente ecc ecc. Ma arrivò una telefonata che fece saltare tutto,x logica dico che la proprietà friulano o meno NON VOLEVA VENDERE voleva andare in A e pigghiarisi i 50 milioni....ERGO TU MIRRI CHI VA PAGHI I STIPENDI A CHI NN VUOLE VENDERE,che senso ha? Ci sono cose che nn sappiamo spero nn ci siano dietro presidenti di squadre del nord non mi garba essere unBari(delaurentis)

  5. Torakiki 85 giorni fa

    Moro se mirri non metteva i soldi non arrivavamo a fine campionato, la speranza era che arrivasse un compratore entro fine campionato. Poi ovviamente da zamparini e la de angeli potevamo aspettarci tutto il male possibile visto che erano quelli che già avevano portato i truffaldini inglesi come società americana quotata a new York le cui garanzie erano state viste personalmente dal diversamente onesto m

  6. Torakiki 85 giorni fa

    Moro a quello che ha detto gravina non sono stati ufficialmente riconosciuti sono ancora sotto controlli , ed erano preoccupati visti i precedenti dei soggetti. Altra bugia raccontata dal tizio che diceva che erano stati riconosciuti come nuova proprietà.

  7. Francesco 70 85 giorni fa

    Moro Jonny69,ma scusate voi avete dubbi su l'unica persona che finora ha sminchiato soldi in questa società ri ittari.Anziché elogiarlo e sperare che possa essere lui il futuro del Palermo,voi buttate fango?Ragazzi sveglia....i truffaldini sono Zamparini,Baccaglini,gli Arabi,gli Inglesi,e non ultimi i Tuttolomerda.....Non scherziamo!!

  8. noitifosidelpalermo.jimdo 85 giorni fa

    Mirri mi sembra la persona giusta, si deve rinascere e riportare il Palermo nel calcio che conta nel giro di qualche anno.

  9. agenzia di viaggio scappati di casa 85 giorni fa

    johnny 69 vai a Roma con gli Addams

  10. Il Moro 85 giorni fa

    Una riflessione poi su arkus.niente fideiussione bancaria, niente stipendi pagati ai calciatori, MA UNA DOMANDA MA QUESTI SOGGETTI NON AVEVANO SUPERATO I CONTROLLI DI ONORABILITÀ SOLIDITÀ ECC ECC DI LEGA FIGC COVISOC E QUANT'ALTRO?....e allora visto che mi sembra palese che APPUNTO hanno preso una cantonata (lega figc e company) SEMMAI SI DOVESSE PRESENTARE UN FOLLIERI O SOGGETTO AFFIDABILE CREDO PROPRIO CHE LA SERIE B DOVREBBERO RIDARCELA PERCHÉ A QUESTI SOGGETTI DI Arkus LA PATENTE DI ONORABILITÀ E SCUSATE NON E POCO NON L'HO DATA MICA IO....?!?!?

  11. Il Moro 85 giorni fa

    Scusate il commento ma se questo signore(mirri) evitava di pagare gli stipendi a febbraio(dopo che pochi giorni prima a Follieri avevano tolto il foglio mentre stava firmando BENE RICORDARE)....il Palermo sarebbe già fallito a quell'epoca avrebbe terminato il campionato ed oggi ci sarebbe già un nuovo proprietario senza QUINDI oggi esser con acqua alla gola?!?, io l'intervento di mirri non lo leggo bene o nn lo so leggere?, è illogico tutto ciò che ha fatto(aiutare daniela rino e il friulano a pagare quei stipendi), una domanda X CASO DIETRO A MIRRI CI SAREBBE QUEL TAL PREZIOSI...?

  12. Yes 85 giorni fa

    Mirri ha fatto una follia consapevole. Allora si poteva ancora andare in serie A è salvare la baracca con un fondo tipo york. Poi i nostri eroi susino addormentati, a York sono state dettate condizioni da chi doveva solo cedere senza pretese., e il povero mirri ha perso 3.000.000 di euro che per una azienda come la sua sono un salasso. Un cavaliere senza macchia e senza paura di altri tempi

  13. Sandeman 85 giorni fa

    Uno come Johnny69 ci mancava. Tanto per rendere sempre più chiari i fatti.

  14. Blackmamba 85 giorni fa

    MIRRI nonostante la poca accortezza dimostrata nel dare credito a questi soggetti, ha dimostrato NEI FATTI di amare questi colori. Rimane a mio parere una delle poche serie garanzie che abbiamo in città. Sarebbe l'ideale per ricominciare con mentalità imprenditoriale e cuore da tifoso, per fare rinascere passione ed entusiasmo tra i palermitani.

  15. Blackmamba 85 giorni fa

    Semplificando, potrebbe esserci stato un tacito accordo tra questi cialtroni e l'arrestato tramite DANIELA ANIMA NERA. Insieme i debiti li avrebbero pagati veramente, ma LA CONDIZIONE ASSOLUTA era la A. Entrano 50/55 milioni tra TV e vendita giocatori contro i 35/40 di debiti. A quel punto retrocedi ma dopo puoi vendere la società pulita. La lega però fa saltare tutto con la penalizzazione e restare in B è la fine. Da li a oggi mancando i diritti Tv è stata solo una commedia e una recita per salvare la faccia, non hanno versato un euro e adesso saranno gli organi competenti a vederci chiaro.

  16. Rio 85 giorni fa

    Johnny 69 ma è chiaro che adesso si presenteranno tutti buoni e cattivi però di Mirri almeno possiamo dargliene atto i 3 milioni li aveva dato sapendo che potevano essere persi e poi se ci tradisce uno che con te soffre per il rosanero beh allora scusate ma io della vita non ho capito niente. Concludo vendendoli tutti 30 milioni non li accucchiati perchè c'era gente svincolata e altra che neanche regalati li volevano.

  17. Gaspare 85 giorni fa

    @jhonny ma che uso di sostanze fai? allora non hai capito niente, ma da dove salta fuori questo hahahahhahhahah

  18. Daniele anti truffa 85 giorni fa

    @Jhonny ma dove vuoi arrivare che adesso la colpa è di Mirri? E' il caldo oppure ci marci pure tu? Secondo te Mirri avrebbe dovuto lui ripianare i debiti e prendere il Palermo con 40 milioni di debiti, secondo te esiste al mondo un pazzo che avrebbe fatto una cosa del genere? A parte che potrebbe non avere le risorse ma sarebbe stato folle. La Arkus non ha messo un centesimo e non perde un centesimo, è tutta una montatura creata da Daniela e il friulano per tirare a campare, il palermo non è fallito oggi ma già da tempo. Aziona il cervello prima di scrivere certe sciocchezze.

  19. Torakiki 85 giorni fa

    Jonny lo ha fatto, se non era per lui non si saprebbe che i debiti ammontavano a 47 mln e non pagava manco il panificio, visto che l'innominabile parlava di società sana senza creditori.

  20. Paolo 85 giorni fa

    Mirri mi sembra persona seria ed è tifoso del Palermo, spero che diventa proprietario del Palermo.

  21. johnny69 85 giorni fa

    Mi auguro che Mirri. Arkus o Foschi (ca spiriu) prendano voce e spieghino realmente cosa sta succedendo. Mi sembra un thriller di Hitchcoc., La procura della repubblica, al pari della guardia di finanza e chi di competenza dovrebbe indagare sull'intera faccenda se realmente c'è stata truffa. mentre la Lega B e la FIGC dovrebbero garantire l'iscrizione in serie B. Riguardo ai giocatori che guadagnano cifre altissime gli rammento che sono stato 15 mesi senza stipendio e non ho fatto nessuna azione contro la mia azienda e non guadagno neanche l'1x 100 del loro. VERGOGNATEVI MERCENARI VIA TUTTI.

  22. johnny69 85 giorni fa

    Perchè Mirri stesso non ha pubblicato i conti della società come aveva promesso pubblicamente? Perchè non ha realmente preso il Palermo in B con le condizioni che ho scritto nel messaggio precedente? Spiegazioni che rimangono irrisolte. La verità sta chissà dove ma di chiarezza reale neanche l'ombra. Ecco io non sarò un giornalista ma ho centrato la disamina giusta. Vedremo quando si saprà realmente la verità! O realmente è la tesi che sostiene Arkus e. a qualcuno fa male e denigra. Poi nessuno spiega cosa ci guadagna Arkus a far fallire il Palermo? perdendo credibilità anche nel loro lavoro?

  23. johnny69 85 giorni fa

    Facciamo 2 conti il Palermo ha 30 milioni di parco giocatori (basta venderli tutti (tanto tranne qualcuno sono tutti mercenari) e ripianare quasi tutto il debito. Quindi avendo ripianato quasi tutto il debito il sig. Mirri o chicchessia avrebbero potuto approfittare partendo dalla B anche con una squadra ricostruita con prestiti e svincolati avrebbero guadagnato 3 anni perchè si sono tirati indietro? La cosa mi puzza anche da parte loro. Evidentemente aspettavano il morto al capezzale per prendere la società dalla D a zero euro. Fateli 2 ragionamenti. C'è troppo mistero dinanzi sta storia.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *