LA DICHIARAZIONE

Palermo, Messina e i ricordi
Parla Parisi

Palermo, Messina e i ricordi. Parla Parisi



Il terzino palermitano Alessandro Parisi ha vissuto i suoi momenti più alti della carriera a Messina. Intervistato da La Gazzetta dello Sport ha analizzato l'attualità del campionato di Serie D e il momento delle due siciliane. 

 

"Amo Palermo, la mia città, e non la rinnegherò mai. Nel calcio però per ben due volte non ha creduto in me. Sono cresciuto in rosanero. Poi la prima squadra, l’esordio in C. Ma mi sono trovato costretto a partire. Poi l’anno in cui andai a Messina, il Palermo di Zamparini voleva riportarmi a casa, ma siccome ero palermitano, pensavano che dovessi accettare certe condizioni. Per intenderci, che dovessi accontentarmi. I tifosi pensarono che fu un mio rifiuto, ma si sbagliavano".

 

Due squadre a Messina

"Un errore clamoroso. Una dispersione di energie, e non solo economiche. Al di là dei marchi, in tal senso io sono affezionato a quello dell’Fc Messina, il progetto del club di Arena mi sembra sinceramente più solido e di prospettiva. Ma una unione d’intenti sarebbe l’ideale".

 

Su Franza

"Pietro Franza rimane il numero 1. Il miglior presidente della storia del Messina, quello che ha investito tutto se stesso, e non solo economicamente. Non mi sento di addebitargli colpe per quel fallimento".

 

Ricordi in giallorosso

“A Messina si vive bene con poco, la città è tranquilla e l’affetto della gente è straripante. Ai tempi della A qui un ‘biancoscudato’ era più importante del presidente della Repubblica. Quella Messina era viva in tutti i settori. Allo stadio 40mila persone e il tifo era da panico. Emozioni bellissime“.

 

Continua... 

"La sera, per le vie del centro, sembrava di stare al carnevale di Rio de Janeiro. Il delirio".

 

Sul Palermo

"Non è il Bari dello scorso anno. Ha qualcosa in meno e in più allo stesso tempo. In più alcuni fattori che vanno al di là della tecnica e della tattica. E anche dei nomi. Diciamo che la squadra di Pergolizzi ha la capacità di calarsi a pieno in questa dimensione".

 

In conclusione pronostico di Palermo-Messina. 

"Seguo abbastanza il torneo, ma finirà 1-1. Rosanero più forti, l’Acr con Zeman è ripartito".

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

ALTRI ARTICOLI


 

TISCIONE AL PALERMO? RISPONDE LUI – ESCLUSIVA

RICCIARDO, IL ROSA DI MESSINA VUOLE TORNARE AL GOL CONTRO L'ACR

PALERMO, DUBBI DIFENSIVI. IN CAMPO UNO TRA PERETTI E MARONG

CORALLI: «AFFRONTEREMO IL PALERMO CON IL COLTELLO TRA I DENTI»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *