GIORNALE DI SICILIA

Fallimento Palermo. Zamparini
rischio bancarotta fraudolenta

Fallimento Palermo. Zamparini rischio bancarotta fraudolenta



Non vi è pace per il vecchio Palermo firmato Maurizio Zamparini.

Di fatto - come riportato da Il Giornale di Sicilia - la società dell’U.S. Città di Palermo avrebbe dovuto chiudere i battenti già nel 2016 a causa di debiti consistenti. Inoltre la condotta illecita degli amministratori avrebbe causato danni per circa 16 milioni di euro.

In tal senso, l’ispezione sui conti societari del commercialista Giovanni La Croce, nominato dal Tribunale di Palermo lo scorso 15 luglio, non lascia spazio a diverse interpretazioni: "Non esiste altro rimedio che il fallimento".

 

Un dossier di circa ventisette pagine che pendono come una spada di Damocle sulle spalle di Zamparini e Tuttolomondo.

Relazione che La Croce avrebbe dovuto depositare entro il 30 novembre: di contro, la decisione di anticipare "in considerazione - si legge - della gravità delle irregolarità riscontrate" e del deposito "di ben nove istanze di fallimento".

L’orizzonte prospettato dall’ispettore è il fallimento: quindi Zamparini rischierebbe di andare incontro alla bancarotta fraudolenta per "violazione della par condicio creditorum".

 

Ciò in riferimento alla “vicenda Dybala”: sul Palermo pendeva un debito da 7,5 milioni nei confronti della Pencil Hill Limited di Mascardi e nel gennaio 2018 un’altra società di Zamparini, la svizzera Std, si dichiara "cessionaria del suddetto credito" ma agli atti non è stata reperita alcuna documentazione che comprovi l’acquisto del credito da parte di Pencil Hill e non vi sono riscontri sull’effettivo pagamento da parte di Std, che ha ceduto il credito ad Alyssa.

 

Credito dichiarato in parziale compensazione col debito da 40 milioni verso il Palermo, ma l’operazione "è realizzata in un momento in cui era ancora pendente la precedente istruttoria fallimentare".

Quindi?

Violazione della par condicio creditorum, poiché si è preferito privilegiare un creditore in un contesto in cui ciò non sarebbe dovuto accadere.

 






22 commenti

  1. Aggregazione galattica lame rotanti 25 giorni fa

    @Top Gun Ha ragione, infatti non vedo la sua replica. Forza Zamparini sempre!

  2. Top Gun 26 giorni fa

    Nei talk show italiani quando calano gli ascolti i conduttori invitano dei personaggi famosi ma distruttori che impiantano litigi e liti con invitati politici o di spettacolo con lo s***o di far parlare lìopinione pubblica cio detto ho lìimpressione che su questo sito venga usato lo stesso metodo sopra descritto e in più non viene pubblicata la replica dell'ignaro utente se ho ragione non vedro pubblicato questo post per me sarà la risposta che non debbo collegarmi piu con voi con vero piacere aggiungo io buona sera!!

  3. Rabbini 26 giorni fa

    me pare a mme che isso - sto quasi mio amonimo - nun ce stà proprio c'a capa. Tutti sti nemici annicckinnaccki ca viri stanno solo dinta a so capa

  4. Mauri 26 giorni fa

    Spero solo che lo arrestino ma soprattutto gli iniziano a confiscare i beni immobili per pagare ciò che lui ha probabilmente sottratto in maniera sleale

  5. Rubini 26 giorni fa

    Giginiel, appena arrivi a 10 (nick) in uno stesso post, ti rispondo (aL momento stai a 7 ). Lo sa l’amico tuo Paletta ( e secchiello) che stai sempre qui? Ps Memento! Solidarietà ad Adriano, ignominia per i bulli di paese!

  6. Il Moro 26 giorni fa

    Sotto questo punto di vista x quanto riguarda le depenalizzazione di questi reati contro il fisco le frodi ecc ecc ciò è avvenuto in tanti modi dal togliere la possibilità fare di indagini a vario raggio, pochi mezzi e personale a disposizione, riduzioni tempi di inchieste, l'impossibilità proprio di aprirle le inchieste il poter agire se non dopo che il danno sia perpetrato beh x questo dobbiamo ringraziare la ns classe politica in generale ma, ma SOPRATTUTTO uno che negli ultimi xxx'anni ha veramente distrutto LA VERA IMPRENDITORIA X CREARSI I SUOI MONOPOLI, CHI È LO SAPPIAMO TUTTI

  7. Fabio 26 giorni fa

    Si Rabbini proprio quello che sfotte la nuova società per il brindisi col tavernello perché lui é un grande estimatore del vino friulano che sa di TAPPO

  8. Il Moro 26 giorni fa

    Purtroppo ciò che scrive top gun è un dato di fatto ineluttabile di questa nazione......Non succederà nulla lasceranno trascorrere il tempo magari dal tribunale qualcuno avviserà in anticipo le intenzioni dei giudici fino alla scadenza dei termini legali ed all'arrivo della PRESCRIZIONE.Negli Usa non oso NEMMENO immaginare cosa farebbero x fermare già agli arbori persone del genere, x carità ogni nazione ha i suoi truffaldini non fermati non arrestati non condannati, MA QUI IN ITALIA È LA PURA NORMALITÀ, ed è x questo che non attiriamo imprenditori che portano veramente lavoro, ma speculatori

  9. Tony 26 giorni fa

    Si rabbini proprio quello che é il primo debitore della fallita banca popolare di Vicenza. Paolo le altre squadre hanno comunque proprietà che garantiscono i debiti , quello del Palermo come hai potuto ben notare aveva il nulla dietro.

  10. Eddie-90100 26 giorni fa

    Buttate la chiave

  11. Top Gun 26 giorni fa

    @ rubini La prescrizione per bancarotta di dieci anni può essere interrotta anche per cause naturali e vista l'età dell'interessato........ PS non so chi sia questo giginie ma sicuramente hai preso come sempre una cantonata in pieno cranio che involuzione da aristo ad oggi sarà per l'età.......

  12. Rabbini 26 giorni fa

    Ditemi una cosa: ma stu zampellini è chillo che deve dare qualche 120 milioni a due banche e qualche oltre 100 milioni al fisco? E il mio quaisi amonimo rubino sta caca ddintre tutto o juorno per difendere st'omme? Per putacaso sono uguali? Moralmente intendo, perché uno ERA ricco l'altro manco tiene l'occhie pi chiagnere.

  13. Paolo 26 giorni fa

    Solo a Palermo abbiamo una procura efficiente? ho letto di squadre di serie A che hanno centinaia di milioni di debiti eppure non hanno ricevuto mai istanze di fallimento mah.....

  14. botulinata di vergiate 26 giorni fa

    ho paura che esca il mio nome mi vado a gonfiare la faccia come una zampogna magari non mi riconoscono

  15. AntiZampariniForEver 26 giorni fa

    Oggi è una data bellissima 22 Agosto 2019.. :)

  16. Rubini 26 giorni fa

    @Top Gun. È arrivato il fenomeno. Giginie’, non sai nulla ma vuoi parlare di tutto. Studiare è parola grossa, vai pertanto a fare un ‘ricerchina’ sui tempi (lunghissimi) della prescrizione, nella bancarotta fraudolenta.

  17. Top Gun 26 giorni fa

    Non succederà nulla lasceranno trascorrere il tempo magari dal tribunale qualcuno avviserà in anticipo le intenzioni dei giudici fino alla scadenza dei termini legali ed all'arrivo della PRESCRIZIONE

  18. Aggregazione galattica lame rotanti 26 giorni fa

    @Totuccione, questa volta però sono tre.

  19. Totuccione 26 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  20. Goldrake 26 giorni fa

    Il miglior Presidente della storia giudiziaria del Palermo. Neanche Matta, Schillaci, Gambino, Polizzi e Ferrara avevano raggiunto tali elevatezze. Questo è un dato che dovrà essere ricordato anche per le generazioni future. Checchè se ne discuta.

  21. Rubini 26 giorni fa

    E quindi? Non si capisce nulla, un valzer di cifre. Vedremo l’ammontare del passivo, poi si potrà discutere. In un fallimento c’è sempre qualche rischio di bancarotta fraudolenta, nel caso entra in gioco la responsabilità degli amministratori, che ne rispondono con il patrimonio personale. Quanto al ‘La Società Palermo doveva chiudere i battenti dal 2016’: la sentenza di rigetto è del 2018, non appellata dalla Procura. Doveroso chiarire, soprattutto da parte della Procura.

  22. Fabio 26 giorni fa

    Ma il tizio che diceva che avrebbero risarcito tuttolomondo dove sta?? Società svizzere, Lussemburgo... crediti fittizi...tappi a destra e a sinistra. Il miglior presidente della storia...nto nuocchio

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *