PAROLE DI AFFETTO

Palermo, tanti i pensieri
di affetto. Da Grasso a Musumeci

Palermo, tanti i pensieri di affetto. Da Grasso a Musumeci



 

 

Non si è ancora placata la tristezza e la rabbia per l’epilogo del Palermo Calcio.

In molti tifosi - come riporta La Gazzetta dello Sport - hanno voluto esprimere il proprio dispiacere per la mesta vicenda che ha attraversato la squadra rosanero.

“Con mio padre andavo allo stadio già quando avevo 3 anni - dichiara l’ex presidente del Senato Pietro Grasso - quindi sono un tifoso da oltre 70 anni. Oggi sono addolorato, deluso e arrabbiato. Per consolarmi rimangono i ricordi: guardo spesso un video con tutti i fuoriclasse che per oltre 10 anni hanno fatto grande il Palermo e reso felici noi tifosi”.

 

Gli fa eco Fabrizio Micari, Magnifico Rettore dell'Università di Palermo: “In questi giorni abbiamo assistito alla cronaca di una morte annunciata. Uno stillicidio terribile, con trattative e personaggi balordi. Dispiace tanto, perché il calcio oggi è anche economia, fa lavorare tante persone, genera un indotto significativo e tutto ciò andrà perso. La passione resta, al di là della categoria. Io andrò allo stadio anche in D”.

 

Guarda avanti anche Gianfranco Micciché, attuale presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana: “Ferrero, Lotito, Cairo, imprenditori cinesi: e perché no?

L'importante adesso è ricostruire il Palermo, farlo in fretta e bene, e per far questo servono capitali importanti, competenza e una passione commisurata a una tifoseria straordinaria. Io tifo perché arrivi un "pazzo" come lo fu a suo tempo Zamparini, capace in pochissimo tempo di trasformare il Palermo in una squadra d'elite.

Si guardi al futuro con la capacità di trasformare questa tragedia sportiva in una grande opportunità”.

 

Infine ecco l’amarezza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci: “L'esclusione apre una dolorosa ferita nel cuore dei tifosi siciliani, a prescindere dalla loro fede calcistica. Le recenti vicissitudini societarie privano il panorama sportivo nazionale di un prestigioso protagonista che merita a pieno titolo la permanenza nelle alte sfere del calcio professionistico. L’auspicio è che il Palermo possa tornare nel più breve tempo possibile a regalare quelle grandi soddisfazioni alle quali ci aveva abituato fino a poco tempo fa“.

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

 

Palermo, rinascita
rosanero

 

«Palermo, un'idea c'è»
Ecco Alessi

 

Ciò che è morto non muoia mai

 

«Tenere la luce accesa»
Rossi a ForzaPalermo

 






4 commenti

  1. Ovosodo 78 giorni fa

    Vi dovete vergognare proprio voi

  2. Chiddici 78 giorni fa

    Non abbiamo bisogno delle vostre parole, dovete stare zitti, non approfittate di questo momento per farvi pubblicità, delle vostre parole non c’è ne facciamo nulla, se tacete è meglio acquistate più credibilità il Palermo non vi appartiene , non meritate neanche l’appartenenza a questa terra tanta amata da noi veri Palermitani, se volete una cosa potete farla in questo momento di lutto di noi tifosi, dite a tutta la classe politica di stare Zitti.

  3. Pinuzzo 78 giorni fa

    Per carità, taceteeeee

  4. Torakiki 78 giorni fa

    Tutti piangono il morto però nessuno parlava mentre quell'innominabile essere lo stava distruggendo. I soliti politici

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *