GIORNALE DI SICILIA

Palermo, chiesta concessione
gratuita del Renzo Barbera

Palermo, chiesta concessione gratuita del Renzo Barbera



La proprietà del Palermo targata Mirri-Di Piazza ha chiesto la concessione gratuita dello stadio "Renzo Barbera". Come riporta il Giornale di Sicilia il presidente rosanero ha incontrato, insieme a Rinaldo Sagramola, i componenti della commissione consiliare Patrimonio e Bilancio del Comune di Palermo che stanno vagliando l'ipotesi di una concessione gratuita della struttura sportiva. L'impianto attualmente non è completamente a disposizione della nuova società dal momento che, dopo lo sgombero forzato, alcune spazi rimangono ancora dell'US Città di Palermo

 

Barbara Evola, Andrea Mineo, Toni Sala, Sandro Terrani, Fabrizio Ferrandelli, Dario Chinnici e Ugo Forello sono i consiglieri che hanno partecipato all'incontro di ieri, e i membri della commissione hano rilasciato le seguenti dichiarazioni: «Il confronto ha fatto emergere, da parte della società, la necessità di rivedere lo schema di utilizzo dello stadio con una convenzione che preveda la gestione gratuita dell’impianto. La società infatti ha in cantiere anche la apertura di un centro sportivo che assolva la funzione di polo aggregativo e riferimento territoriale per la valorizzazione dei valori connessi allo sport. Vi è quindi la necessità di un ragionamento politico di ampio respiro perché la squadra di calcio e lo stadio rappresentano un patrimonio di Palermo e la loro amministrazione incide in modo rilevante sull’economia e sulla tenuta sociale della comunità cittadina. Assistiamo ad un momento di genuina rinascita e il rinnovamento non solo della squadra di calcio ma di una intera comunità, sotto il segno della trasparenza e della condivisione».






12 commenti

  1. chi non salta è zamparini 5 giorni fa

    @vedovo Rubini. Non so assolutamente di cosa stai cialtroneggiando. Non sono la persona che tanto ti ha traumatizzato. Non capisco nulla. I demoni che agitano la tua esistenza devono averti segnato in modo irreversibile. Rivolgiti al SSN. Se dici str.....te, accetta di ricevere le risposte che meriti, sennò stai MUTO o te la canti con l'altra vedova.

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 5 giorni fa

    A volte sospetto che l'azionismo di Dario Mirri abbia come ultimo fine la candidatura a sindaco per il dopo-Orlando...

  3. Cittadino 5 giorni fa

    Francamente non vedo perché dovrebbero essere fatte condizioni particolari a una società rispetto ad altre di quasi pari grado. Inoltre c'è da segnalare come il pubblico a Palermo lasci molto a desiderare. La soluzione migliore sarebbe quella di una gestione mista dell'impianto con una ripartizione delle spese tra i vari attori. Ma una concessione gratuita, francamente non la vedo. Il Centro sportivo? Prima lo realizzino e poi se ne parla.

  4. Rubini 6 giorni fa

    Pensa a casa tua GIGIniel, in Ball Close, abusi di generazione in generazione. Ladri di acqua e di luce! Vergogna!! Ps ma non vai più a sfogarti sul Duty-Free ? Vaglielo a dire, vai! ahahahahah

  5. chi non salta è zamparini 6 giorni fa

    Che pretese! Non c'è nulla di defintivo. Ci sono altre ipotesi. Che tu sia io per esempio... P.S. Come va con gli abusi? Risolto?

  6. Rubini 6 giorni fa

    Dunque, quanto segue per chiarire definitivamente. Se 'Chi non salta' è GIGIniel, (GIGI tutto maiuscolo), Ball Close, come sostengo e come evidente, DISTANZA! Se invece non è GIGIniel (ma na stampa e na figura - talis qualis - aliquod tale) non cambia NULLA, ugualmente DISTANZA!!!

  7. Aggregazione galattica lame rotanti 6 giorni fa

    Anch'io mi dichiaro a favore dei diritti degli strisciati. Niente Apartheid a Palermo!

  8. Il Moro 6 giorni fa

    Assistiamo ad un momento di genuina rinascita e il rinnovamento non solo della squadra di calcio ma di una intera comunità CONDIVIDO MI PIACE APPOGGIO E APPROVO

  9. chi non salta è zamparini 6 giorni fa

    aiutate i rubini rotanti. Peggiorano di ora in ora

  10. Rubini 6 giorni fa

    Mi sembra giusto. Un po’ come la prima casa per l’IMU, nulla è dovuto, a parte le dimore di lusso e non è il caso del Barbera. La Zamparinese pagava perché la prima casa l’aveva in Friuli, precisamente a Vergiate, codice catastale L765. E poi, in Città, non erano ancora emerse ‘le necessità dei ragionamenti politici di ampio respiro’. Ps Lo Stadio è un bene del Comune, quindi di tutti i cittadini. ‘Nghia che beffa per gli strisciati! Ahahahah

  11. Totuccione 6 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  12. Aggregazione galattica lame rotanti 6 giorni fa

    In realtà l'avevo chiesta prima io. Spero che non facciano prevalere i favoritismi.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *